Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

QUANDO LA PENA DI MORTE NON FA NOTIZIA

Il sito delle donne iraniane (link qui a lato) ci informa dell’ennesimo atto di barbarie in procinto di essere consumato in quello sciagurato Paese: lo scorso marzo Nazanin, una ragazza di 17 anni, mentre si trovava insieme alla nipote in un’area isolata è stata attaccata da tre uomini che hanno tentato di stuprarla. Per difendersi la ragazza ha preso un coltello, che teneva in tasca, e ha colpito uno degli aggressori, uccidendolo. Adesso è stata condannata a morte. E, coerentemente con quanto avevo scritto qui, mi chiedo: dove sono gli attivisti contro la pena di morte? Dove sono le proteste? Dove sono le petizioni? Dove sono i sit-in di fronte alle ambasciate? Dove sono le fiaccolate? Dove sono i cartelli? Dove sono i pacifisti a tutto tondo, quelli di “non una sola goccia di sangue per tutto il petrolio del mondo”? Dove sono i ragionieri che contano a quale numero siamo arrivati?



barbara

Aggiornamento: vai a leggere qui, e poi segui la tua coscienza.

Pubblicato il 8/1/2006 alle 21.32 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web