Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

PALESTINESI CHI?

Alla commissione Peel, 1937, il leader arabo locale afferma perentoriamente: "Non esiste nessun paese che si chiami Palestina. 'Palestina' è un termine che si sono inventati i sionisti (...) Il nostro paese per secoli è stato parte della Siria. 'Palestina' ci è aliena. Sono stati i sionisti che l'hanno introdotta." Nove anni più tardi, nel 1946, il Professor Philip Hitti, storico arabo, dichiara alla commissione di indagini Anglo-Americana: "Non esiste nessuna Palestina nella storia, assolutamente no". Passano altri dieci anni e arriviamo al 1956. Ahmed Shukairy, futuro fondatore dell'OLP, organizzazione per la liberazione della Palestina, di fronte al Consiglio per la Sicurezza delle Nazioni Unite, spiega: "È comunemente noto che la Palestina non sia altro che il Sud della Siria." 31 marzo 1977: il giornale olandese Trouw pubblica un'intervista con un membro del comitato direttivo dell'OLP, Zahir Muhsein. Ecco le sue dichiarazioni: "Il popolo palestinese non esiste. La creazione di uno Stato Palestinese è solo un mezzo per continuare la nostra lotta contro lo Stato d'Israele per l'unità araba. In realtà non c'è differenza fra giordani, palestinesi, siriani e libanesi. Solo per ragioni politiche e strategiche oggi parliamo dell'esistenza di un popolo palestinese, visto che gli interessi arabi richiedono che venga creato un distinto "popolo palestinese" che si opponga al sionismo. Per motivi strategici, la Giordania, che è uno Stato sovrano con confini definiti, non può avanzare pretese su Haifa e Jaffa mentre, come palestinese, posso indubbiamente rivendicare Haifa, Jaffa, Beer- Sheva e Gerusalemme. Comunque, appena riconquisteremo tutta la Palestina, non aspetteremo neppure un minuto ad unire Palestina e Giordania".

Con questo, sia ben chiaro, non si intende assolutamente negare che OGGI esista un gruppo umano che si autoidentifica come popolo palestinese. Né si intende negare che per questo popolo, anche se è stato inventato e fabbricato a tavolino in funzione antiisraeliana, occorra trovare una soluzione. Lo scopo di questo post è semplicemente quello di DOCUMENTARE che chi ci racconta la favoletta del millenario popolo palestinese, della millenaria cultura palestinese, della millenaria coscienza della propria identità del popolo palestinese, ci sta raccontando una balla grande come un’astronave.

barbara

Pubblicato il 30/11/2005 alle 20.14 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web