Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

29 NOVEMBRE 1947

Assemblea Generale delle Nazioni Unite: Risoluzione n° 181

È la “famosa” risoluzione della spartizione della Palestina che, con 33 voti a favore, 13 contrari e 10 astenuti, approva la nascita dello stato ebraico di Israele e dello stato arabo di Palestina (avevo pensato di tradurla, o di postarla integralmente in inglese, ma poi ho visto che è lunga 65 schermate e ho pensato bene di lasciar perdere). Il territorio offerto agli ebrei è un minuscolo frammento di ciò che doveva essere originariamente il loro stato, dato che all’inizio degli anni Venti la Gran Bretagna ha sottratto il 78% del territorio per fabbricare (a tavolino: a proposito di stati “artificiali”) il regno di Transgiordania e regalarlo a re Abdallah (o Abdullah, a seconda delle diverse trascrizioni) detronizzato dall’Arabia e diventato ora re Abdallah I di Transgiordania (e il cui primo atto di governo è quello di cacciare dal regno tutti gli ebrei che vi risiedevano, diventando così il primo stato judenrein della storia moderna). Il restante 22% viene ulteriormente diviso in due stati. Gli ebrei accettano, gli arabi no. La risoluzione prevede anche l’internazionalizzazione di Gerusalemme: gli ebrei accettano anche questo, gli arabi no. Nei mesi che intercorrono fra l’approvazione della risoluzione e il termine del mandato britannico, gli arabi di Palestina (che non si chiamano palestinesi: palestinesi, a quel tempo, sono chiamati gli ebrei), nonché gli stati arabi circostanti, si armano e si preparano alla guerra. Il resto è storia nota. O, almeno, dovrebbe esserlo.

barbara

Pubblicato il 29/11/2005 alle 1.11 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web