Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

PAROLE MALATE 2

Antisionismo

«Io sono antisionista, non antiisraeliano!» Quante volte l’abbiamo sentito, questo mantra! L’abbiamo sentito, anche, da persone istruite. Magari anche colte. Spesso di buone letture. Che preferiscono però fingere di ignorare che Israele è il sionismo. Che Israele è rinato dal progetto sionista. Che gli abitanti ebrei di Israele sono in parte (piccola) i discendenti di coloro che vi abitavano ai tempi della Bibbia, e che da allora non se ne sono mai andati e in parte (grande) i discendenti di coloro che vi sono immigrati per realizzare il progetto sionista. Quindi gli ebrei israeliani sono sionisti. Gli ebrei non sionisti vivono in Germania, in Grecia, negli Stati Uniti, in Brasile, in Marocco, ovunque, ma non in Israele. Quindi gli antisionisti sono antiisraeliani. Pretendere il contrario sarebbe come pretendere di mangiare bistecche di manzo senza mangiare carne: la cosa è un tantino contraddittoria, non trovate? La migliore di tutte, a questo proposito, l’ho trovata in un intervento sul forum di Magdi Allam, il cui autore auspicava un primo ministro israeliano antisionista. Esistono, certo, israeliani antisionisti: sono gli ultraortodossi, che non riconoscono lo stato di Israele perché questo può essere ricostruito solo dal Messia, e considerano pertanto illegittimo e blasfemo questo stato ricostruito dagli uomini. Perciò non pagano le tasse – e godono di tutti i benefici garantiti dalle tasse degli altri - e non prestano servizio militare – non disdegnando però di godere della sicurezza garantita da coloro che il militare lo fanno. Costoro, naturalmente, non ricoprono funzioni pubbliche in uno stato di cui non riconoscono l’esistenza. Perché, cari signori, essere antisionisti significa esattamente questo: non riconoscere lo stato di Israele. Negare il suo diritto ad esistere: come Ahmadinejad, né più né meno. E faremmo bene, inoltre, a tenere sempre presenti le parole di Martin Luther King: «Dite che non odiate gli ebrei e che siete solo antisionisti. E io rispondo, dite la verità: quando la gente attacca i sionisti, intende gli ebrei. Cos'è l'antisionismo? E' negare al popolo ebraico un diritto fondamentale che, giustamente, vogliamo veder riconosciuto ai popoli dell'Africa e di tutto il mondo».

barbara

Pubblicato il 28/11/2005 alle 1.14 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web