Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

CORRI, RAGAZZA, CORRI!

È ufficiale: la seconda parte di “Submission” si farà. Il progetto, che gli assassini (uno solo ha eseguito la sentenza di morte ma in molti, quella morte, l’hanno voluta, e poi applaudita: moralmente – almeno moralmente – assassini sono tutti loro) credevano di avere sepolto insieme al corpo martoriato di Theo van Gogh, torna a vivere. Ayaan Hirsi Ali, nonostante le minacce che incombono su di lei per avere sceneggiato la prima parte, ha scritto la sceneggiatura della seconda, in cui saranno denunciate le discriminazioni nei confronti degli omosessuali, che nel film saranno chiamati creature di Dio. La sceneggiatura è pronta, registi e attori anche. Si prenderà qualche precauzione, questa volta: il nome del regista non comparirà, gli attori non saranno riconoscibili, ma si andrà comunque avanti. Perché l’assassinio di Van Gogh e le minacce di morte su di lei, che avevano lo scopo di fermarla, hanno ottenuto un solo risultato: aumentare la sua rabbia e la sua determinazione. E vai, dunque, grande e coraggiosa Ayaan: siamo tutti con te.

barbara

Pubblicato il 20/11/2005 alle 0.13 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web