Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

MARGARET HASSAN

Non faceva parte degli occupanti: viveva in Iraq da trent’anni, e ne aveva sposato un cittadino. Non lavorava al loro servizio: prestava la sua opera per Care International, al servizio dei più poveri. Era stata contraria all’embargo e ancora più contraria alla guerra. Aveva 59 anni

                                   
 
quando l’hanno rapita, il 20 ottobre 2004. Poco meno di un mese dopo, il 17 novembre, gli eroici resistenti hanno eroicamente filmato la sua esecuzione, con un colpo di pistola alla testa, così come avevano precedentemente filmato il suo disperato appello, 

                                    

il suo volto terrorizzato, la sua voce strozzata che diceva di non voler morire come Kenneth Bigley.
Riposa in pace, dolce Margaret.

barbara

Pubblicato il 17/11/2005 alle 0.9 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web