Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

FASCISTA!

È tornata a farsi sentire Eva Klotz. L’orgogliosa figlia del terrorista Georg Klotz. Quella che ha dedicato tutta intera la propria vita alla lotta per “la liberazione del Sud Tirolo dall’occupazione italiana”; quella che da trentacinque anni si batte per il ritorno del Sud Tirolo all’Austria – ma si guarda bene dal rinunciare alle ricche prebende che lo stato italiano le garantisce. Quella che in campagna elettorale adesca i ragazzini delle medie per fargli il lavaggio del cervello e riempirli di adesivi antiitaliani – quelli che poi noi regolarmente troviamo ostentatamente esibiti su quaderni e diari e astucci e banchi e cattedre ecc. ecc. Quella che continua a fondare sempre nuovi partiti e movimenti perché nessuno è mai abbastanza radicale e antiitaliano per i suoi gusti. Quella che sostiene che gli atleti sudtirolesi non sono italiani e che accusa i carabinieri di avere torturato i patrioti. Quella che ha fatto mettere ad ogni valico – strada o sentiero di montagna che sia – un cartello che perentoriamente proclama Süd Tirol ist nicht Italien!



Lei. Adesso ce l’ha con la Befana. Non vuole che la celebrazione del 6 gennaio che chiuderà il periodo dei mercatini di Natale a Bressanone goda di finanziamenti pubblici, perché la Befana è una roba fascista e quindi nel sacro suolo sudtirolese non ha diritto di cittadinanza.
Beh, lasciatemi dire che la notizia mi riempie l’animo di gioia: in un momento di crisi pressoché planetaria, di recessione, di aumento della disoccupazione, di situazioni di grave incertezza nel campo della politica internazionale, di tensioni che si vanno sempre più accumulando eccetera eccetera, non è un immenso conforto scoprire che c’è qualcuno talmente sereno, talmente appagato di tutto, talmente tranquillo, talmente privo di preoccupazioni, da non avere altro da fare, per impiegare il proprio tempo e dare un senso alla propria vita, che occuparsi del colore politico della Befana?

barbara

Pubblicato il 3/12/2011 alle 19.51 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web