Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

LUIGI E GLI ALTRI

Luigi Calabresi, fatto oggetto di un’ossessiva, martellante campagna di odio, continuata anche dopo che tutte le prove scientifiche hanno dimostrato che Pinelli non era stato ucciso e che, soprattutto, in quel momento Calabresi si trovava da tutt’altra parte. Campagna di odio sfociata infine nell’assassinio del commissario da parte degli adepti di una religione che è tornata alla pratica dei sacrifici umani. E insieme ai familiari di Luigi calabresi trovano voce i familiari di altre vittime sacrificali: Guido Rossa, Antonio Custra, Ezio Tarantelli, Marco Biagi...
E trova spazio, soprattutto, l’unica possibile risposta ai cultori della morte: “Bisogna scommettere tutto sull’amore per la vita”.

Mario Calabresi, Spingendo la notte più in là, Mondadori



barbara

Pubblicato il 10/10/2011 alle 19.53 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web