Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

BREVE RETROSPETTIVA

Durante la mia assenza, per quanto possa sembrare incredibile, il mondo non si è fermato, e hanno continuato a succedere delle cose. Sì, lo so, è un colpo duro, ma so che voi siete forti e lo reggerete. Un paio di cose comunque le voglio recuperare.
È successo dunque che per almeno mezza settimana i giornali hanno straripantemente dato conto della laurea di una ragazzotta dalla faccia da patata. Cosa che magari mezza riga la meriterebbe se si trattasse di uno di quei geni ultraprecoci che a otto anni prendono la licenza media, a undici danno la maturità e a quindici si laureano in medicina con tesi sperimentale. Questa qui invece di anni ne ha ventisei e si è laureata in una ciofechina che non ricordo più quale fosse ma sono certa che riuscirete a sopravvivere. Boh.
È poi successo che un tale signor Vendola (= la vendo?) ha detto che Carlo Giuliani – un assassino che è partito da casa per andare ad assassinare, che stava per assassinare e avrebbe assassinato se non fosse stato fermato – è un eroe come Falcone e Borsellino. Poi ha detto che non era vero niente e che era stato frainteso. Scusi, signor La Vendo, ma lo specialista del non-è-vero-non-ho-detto-niente-del-genere-sono-stato-frainteso non era Berlusconi? E lei non dovrebbe essere il contrario assoluto di Berlusconi? Boh.
Già, Borsellino: col fatto che in luglio sono via non lo ricordo mai. Voglio rimediare quest’anno per ricordare almeno una volta, sia pure in ritardo, il suo martirio (qui e qui).

barbara

Pubblicato il 8/8/2010 alle 21.49 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web