Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

IL VARO DI UNA NUOVA NOTTE DEI CRISTALLI

di Claude Haddad, 13 giugno 2010

L'affare della Marmara ha spalancato il vaso di Pandora! Da qualche anno il linguaggio si è liberato, è quasi di moda presentarsi come antisionisti, per non dire antisemiti.
L'affare della Marmara è dunque l'apoteosi di questo stato di fatto. Questa nave ammiraglia di un'armata fantoccio composta da sette navi è dunque stata allestita dai nostri ex alleati turchi, già candidati all'adesione all'unione europea, e nuovo candidato del jihad mondiale.
Questo convoglio, presentato come umanitario, è in realtà, come oggi si sa, composto in parte da terroristi, in parte da mercenari, in parte da collaboratori di Hamas, spie siriane e iraniane, per non dire altro.
Sotto le vesti di missione umanitaria, questo convoglio aveva in realtà come unico scopo quello di venire a provocare gli israeliani per creare un incidente mediatizzato quanto basta per sollevare le masse antisemite del mondo intero. Missione riuscita!
Due le vittime in questa storia: Israele, che si è lasciato giocare, e i veri umanitari, che si sono lasciati portare a zonzo dal jihad mondiale diventato tour operator.
Il falso pretesto di questo convoglio: portare un aiuto umanitario alla popolazione. In realtà queste navi non contenevano nulla di umanitario; avevano sì del materiale, certamente, ma non del cibo. Niente affatto; in realtà la missione degli islamisti era di spezzare il blocco della striscia di Gaza. Se fossero riusciti nel loro intento, avrebbero aperto la porta ai convogli carichi di armi di ogni tipo e al materiale necessario per costruire dei bunker e per preparare un nuovo attacco contro Israele.
Bisogna ringraziare Tsahal per essere intervenuto ed aver fatto fallire questo piano, rimandando i falsi ed i veri umanitari a casa loro, dal momento che né a Gaza né in Israele c'è bisogno di loro.
La prova? Hamas rifiuta l'ingresso di questi aiuti umanitari che hanno fatto scorrere così tanto inchiostro. È forse un modo per far capire ai jihadisti di ogni tipo, ed ai turchi in modo particolare, che sono degli inetti e che sono davvero molto arrabbiati? Ricordiamoci dell’accoglienza organizzata al porto di Gaza, dove hanno dovuto annullare la festa...
Comunque sia, questa faccenda ha scatenato un pogrom mediatico senza uguale nella storia, e tutto questo per nove jihadisti che volevano morire da martiri. Spaventoso!
Tutto il mondo si è alleato contro Israele, la stampa, i cittadini, gli uomini politici, gli artisti, i dirigenti d'impresa, gli organizzatori di avvenimenti culturali, i cretini e, naturalmente, anche gli antisemiti palesi.
La reazione di personaggi come Ahmadinejad, Chavez, Assad, Dieudonné... non stupisce nessuno. La cosa più preoccupante è piuttosto la nuova notte dei cristalli organizzata a livello mondiale.
La catena cinematografica Utopia che annulla la proiezione di un film col pretesto che è israeliano, il festival mondiale del folclore di Montréjeau che annulla la partecipazione di un gruppo israeliano, i gruppi Pixies, Klaxons e Gorilla che annullano i loro concerti in Israele, la città di Madrid che annulla la partecipazione del carro israeliano al gay pride che si svolgerà in luglio, i porti finlandesi e norvegesi che rifiutano di accogliere le navi israeliane, le manifestazioni isteriche...
Ormai manca solo di segnare le vetrine dei negozi ebraici con delle stelle di David e proibire l'ingresso, spaccarne le vetrine, bruciare i nostri libri, picchiarci per la strada, violentare le nostre donne ed i nostri bambini...
E meno male che per ora i governi proteggono i poveri ebrei, e che questi possono sempre rifugiarsi all'interno delle sinagoghe, costantemente protette dalla polizia.
È rassicurante essere protetti da quattro mura e circondati dalla polizia. Io non consiglio a nessuno di accettare una simile situazione; vi fu un'epoca nella quale la folla in delirio incendiava le sinagoghe coi poveri ebrei all'interno sotto lo sguardo benevolo della polizia!
Fatemi ricordare: chi è che ha detto "Mai più"?

Già, si era detto mai più, ma scherzavamo! Non avrete mica pensato che intendessimo dire sul serio che non si devono più ammazzare gli ebrei! Non avrete mica pensato che intendessimo dire sul serio che gli ebrei sono persone come tutti gli altri (e il loro stato uno stato come tutti gli altri)! Non avrete mica pensato che intendessimo dire sul serio che non vogliamo mai più un’altra Auschwitz! Ma quando mai?

barbara

Pubblicato il 21/6/2010 alle 14.41 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web