Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

GERUSALEMME! GERUSALEMME!

È uno dei temi caldi del momento, Gerusalemme: chi, dopo aver esultato per la riunificazione di Berlino, ne auspica la divisione; chi, senza averci mai messo piede, sa con assoluta certezza che cosa è o non è giusto farne; chi, arrivato per ultimo, pretende che sia tutto suo; e poi ancora chi romanza la storia e chi inventa favole e chi crea leggende e chi manda un bacio chi getta un fiore chi si prenota per due ore ... Forse è arrivato il momento di cominciare a fare un po’ di chiarezza, di sbrogliare qualche matassa, di buttare nella spazzatura un po’ di ciarpame, di chiudere la bocca ai ciarlatani e lasciar parlare la Storia, i fatti, i documenti.
E cominciamo con questo importantissimo documento, alla cui traduzione mi onoro di avere collaborato. Un’avvertenza soprattutto agli “addetti al lavori”: all’inizio troverete cose che sostanzialmente sappiamo tutti; leggetelo lo stesso, perché più avanti troverete cose davvero pochissimo conosciute. È un documento lungo, ma vale la pena di leggerlo tutto. Poi per chi mastica un po’ di inglese è sicuramente interessante da leggere questo, dove si scopre che quelli che rivendicano i propri antichissimi diritti su Gerusalemme “terza città santa dell’islam” sono un po’ come quel marito che dice giù le mani dalla mia donna, se solo ti azzardi a guardarla sei un uomo morto, poi si va un po’ a ficcare il naso negli affari suoi e comincia a venir fuori quella volta che non aveva soldi da andare in crociera e l’ha mandata a battere, e quella volta che è andato in vacanza con l’amante e si è dimenticato di lasciarle i soldi per mangiare e le è toccato andare a chiedere l’elemosina, e quella volta che se l’è giocata a poker ... Sì, dirà qualcuno, ma il fatto è che adesso gli arabi a Gerusalemme ci sono: ne vogliamo tenere conto sì o no? Certo che ne tengo conto. Anzi, ne tengo talmente conto che lascio addirittura la parola a loro.
Ecco, adesso forse abbiamo le idee un po’ più chiare. Poi, certo, chi alla Storia preferisce le storielle, chi all’informazione preferisce la propaganda, chi ai fatti preferisce le favole, quelli ci saranno sempre ma, si sa, c’è anche chi è convinto che coi fiori di Bach si cura qualunque malattia e che se sei del capricorno non puoi sposare un gemelli e che la malachite va bene per toro e scorpione ma non per il sagittario ... E vabbè, cercheremo di essere comprensivi e tolleranti nei confronti di questi nostri poveri fratelli meno fortunati ...


Gerusalemme, quartiere ebraico visto da nord-est, 1870 (quello che adesso gli ebrei non ci possono costruire perché è roba di quegli altri ...)

barbara

Pubblicato il 12/4/2010 alle 18.28 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web