Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

COMPITO IN CLASSE IN III A (2)

Tema: Inventa una storia

Titolo: Inventatevelo voi!

C’era una volta un mondo piatto e infelice. In questo mondo vivevano linee diritte e forme geometriche. Gli uomini erano semplici segmenti o al massimo semplici triangoli, quadrati e rettangoli. Le donne invece erano raggi o complicati ottagoni o dodecagoni. Tutto questo esisteva su una enorme linea retta, senza inizio, né fine. Non esistevano case, boschi, prati, ma solo il nulla. Chi era fortunato possedeva un quadrato piatto da aprire e così passava in un’altra dimensione, fatta anch’essa di cose piatte, dalla quale si poteva passare in un’altra dimensione piatta e così all’infinito.
In pratica un crudele labirinto senza fine.
C’era una volta un mondo troppo profondo e infelice. In questo mondo vivevano corpi e linee curve. Gli uomini erano semplici birilli pronti ad essere buttati giù dalle donne, le sfere, condannate a rotolare in eterno. Tutto questo esisteva su un’enorme sfera, troppo grande per percorrerla tutta. Non esistevano case, boschi, prati, ma solo il nulla. Chi era fortunato possedeva una sfera, dalla quale si poteva passare in un’altra dimensione troppo profonda, come la precedente, e così all’infinito.
In pratica un crudele labirinto senza uscita.
In questi due mondi regnava l’infelicità e dopo un po’ si impazziva.
Un giorno i due mondi decisero di unirsi. E così: C’era una volta un mondo felice, armonioso, con un giusto equilibrio.
Si potrebbe continuare la storia all’infinito con molti esempi: bianco e nero, dolcezza e odio, uomini e donne, destra e sinistra...
Ma è il “mix giusto” a fare la differenza.
Molte volte bisogna vedere la via di mezzo per essere completamente felici e non fare la scelta sbagliata.
Veronica K.

Ecco, ve lo lascio così, senza aggiungere commenti, perché non ne servono, vero?

barbara

Pubblicato il 4/4/2010 alle 22.41 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web