Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

QUANTO TEMPO

Quanto tempo dovrà passare perché tutto questo diventi storia e susciti la stessa emozione delle guerre puniche?
Quanto tempo dovrà passare perché Schindler’s list diventi un film con troppa fantasia?
Quanto tempo dovrà passare perché chi è stato martoriato nella carne e nell’anima possa tornare a sorridere?
Quanto tempo dovrà passare perché un treno evochi solo viaggi e vacanze e un camino dolce calore e intimità domestica?
Quanto tempo dovrà passare perché ospitare un ebreo sia un gesto d’amicizia e non un atto eroico?
Quanto tempo dovrà passare perché un ebreo, per essere certo di tornare a casa intero, non debba nascondere la kippà?
Quanto tempo dovrà passare perché un Ilan Halimi possa morire di vecchiaia nel suo letto?
Quanto tempo dovrà passare perché lo stato degli ebrei cessi di essere l’ebreo degli stati?
Quanto tempo dovrà passare perché la giornata della memoria, se ancora ci fosse bisogno di averne una, cessi di essere l’alibi per i più sordidi sentimenti e i più infami propositi?
Quanto tempo dovrà passare perché le tonnellate di cenere umana di cui è impregnata la terra d’Europa si dissolvano e cessino di imputridire l’aria che respiriamo?

Non lo so, quanto tempo dovrà passare, ma fino a quando non sarà passato io continuerò a ricordare. Io continuerò a testimoniare. Io continuerò a far sentire alta la mia voce. Perché troppi non lo possono più fare. E troppi altri non lo hanno mai voluto fare.
(Anche lui e lui, per fortuna, continuano a far sentire alta la loro voce)



barbara

Pubblicato il 15/12/2009 alle 16.34 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web