Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

COMUNICATO STAMPA: GEERT WILDERS A ROMA IL 19 FEBBRAIO

Ricevo e pubblico.



G
eert Wilders, autore di FITNA, leader del PVV, il Partito per la Libertà da lui fondato in Olanda, è in questi giorni alla ribalta delle cronache internazionali, non solo per le sue battaglie in difesa dei valori della democrazia della libertà e dell’Occidente, ma soprattutto per aver denunciato il fondamentalismo islamico, attraverso Fitna, il film da lui prodotto e per il quale, si è guadagnato da un lato il “Premio Oriana Fallaci”, dall’altro una fatwa, un “Premio” dagli amici di Allah. La Corte di Appello di Amsterdam ha richiesto che venga processato per “istigazione all’odio e la discriminazione” per aver paragonato il corano al Mein Kampf di Hitler. Nel film http://www.unaviaxoriana.it/cgi-bin/uvpo/index.cgi?action=viewnews&id=165 si citano alcuni versetti del corano in cui si diffonde il terrore ai nemici di Allah, gli imam incitano al massacro gli ebrei e gli infedeli e si vedono immagini cruente di impiccagioni, decapitazioni, linciaggi e attentati terroristici di matrice islamica.
Fitna ha fatto e farà discutere, recentemente, “alla faccia della libertà d’espressione”, sbandierata dagli europeisti convinti, ne è stata proibita la visione addirittura nell’ambito del Parlamento Europeo. L’islamicamente corretto Ban Ki-moon, ritiene il film islamofobico e offensivo, mentre il Governo cristiano-democratico del suo Paese che ha persino vietato i canali televisivi nazionali di trasmetterlo.
Dai sinistroidi ai collaborazionisti, dalle cicale ai traditori, fino ai pacifinti e i buonisti di turno, contagiati dal virus del relativismo, quello che rappresenta la cruda verità, è considerato politicamente scorretto. Per i fondamentalisti islamici invece è islamicamente morto, perché segue le orme di Theo van Gogh, ha gli stessi ideali di Pym Fortuyn ed ha come idolo Oriana Fallaci. Da due anni vive sotto scorta h24 perché qualcuno potrebbe voler vincere le 92 vergini messe in palio dagli integralisti maomettani per la sua morte.
Noi,“Una Via per Oriana”, crediamo che la libertà di espressione è il primo dei valori su cui si fonda una democrazia, questo è uno dei motivi per cui faremo un presidio all’ONU a Ginevra il 20 Aprile prossimo, una forma di protesta civile, proprio per difendere la nostra libertà di espressione, che sotto la farsa- falsa-conferenza gestita dall’OCI, contro il razzismo, l’intolleranza e la xenofobia, che un manipolo di ayatollah, vuole imbavagliare facendo pressione sui Membri dei Governi occidentali affetti da criptorchidismo.
Abbiamo invitato il Parlamentare olandese a tenere una conferenza sul tema dell’islamofobia e la libertà di espressione oltre che ricevere il “Premio Oriana Fallaci” assegnatogli al Memorial lo scorso 15 settembre a Firenze. Geert Wilders sarà a Roma il 19 Febbraio prossimo, dove al Gran Hotel Palatino terrà una conferenza (solo ad invito) con la proiezione del suo film Fitna, è prevista la partecipazione di parlamentari italiani.

Al termine una cena conviviale e la cerimonia di consegna del “Premio Oriana Fallaci”
Per accreditarsi: 339 8704071 unaviaxoriana@unaviaxoriana.it Armando Manocchia

Ancora una violenta intimidazione da parte del mondo islamico, a cui è necessario resistere, per non lasciarci travolgere.

barbara

Pubblicato il 25/1/2009 alle 12.16 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web