Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

RIASSUNTO DELLE PUNTATE PRECEDENTI (2)

22 luglio – Videocamera ai palestinesi per riprendere e documentare le violenze dei soldati e dei coloni israeliani: wonderful! A quando videocamere per mostrare i padri palestinesi che nascondono l’esplosivo nelle culle dei neonati, che fabbricano bombe e cinture esplosive in mezzo ai figli, che sparano agli israeliani facendosi scudo dei bambini? A quando videocamere per mostrare le mamme palestinesi che “educano” i propri figli al “martirio”? A quando videocamere per mostrare i bravi palestinesi che linciano, squartano, sbranano civili israeliani – il più delle volte donne e ragazzini – caduti nelle loro mani? (Giunge, tra l’altro, la seguente precisazione: “B’Tselem non ha come aderenti bambine!!! Il film è stato girato da una bambina araba dalla sua casa e il film è poi giunto a B’Tselem”).

23 luglio – (E pensare che Mario era convinto che Chinaglia non potesse passare al Frosinone!)

24 luglio – “Berlusconi su Eluana”. Mi consenta, egregio: a quale titolo?

25 luglio – Neonati in spiaggia alle dieci. Neonati in spiaggia alle undici. Neonati in spiaggia a mezzogiorno. Neonati in spiaggia all’una. Neonati in spiaggia alle due … Se un giorno qualcuno dovesse proporre il ripristino della tortura dell’olio bollente, beh, per le marce di protesta non contate su di me.

27 luglio – Immigrazione: due bambini morti di fame su un barcone e gettati in mare. Il Vaticano chiede di rispettare i diritti umani, le anime belle si stracciano le vesti. Ma, scusate: e sbattere in galera in ceppi e catene i genitori che espongono i figli a morte quasi certa, quello no? Ci sarebbe questo assalto selvaggio all’Italia – e, guarda caso, solo all’Italia – se non avessimo una politica del cazzo e impunità garantita? Leggo poi tra l’altro, a proposito di un contemporaneo sbarco in Sardegna: “«Tra loro – dicono alla Guardia di Finanza che ha coordinato i soccorsi – c’erano alcune donne ben vestite e truccate tanto che sembravano uscite da una festa»”. E ripropongo la domanda che da anni, ormai, guardandomi intorno, continuo a pormi: davvero tutti in fuga dalla miseria? Davvero tutti in preda alla disperazione? E in coda a tutto questo un pensiero malandrino mi attraversa la mente: esiste qualche prova che due bambini siano morti di fame e siano poi stati gettati in mare? A raccontare una storia ci vuole tanto poco … (Il giorno seguente emerge che ci sono forti dubbi su questa storia, versioni discordanti, testimonianze diverse, dubbi persino che quei due bambini siano mai stati su quel barcone. Pare che il sedicente padre orbato e disperato si sia inventato tutto per acquisire punti sul mercato della compassione. Ancora una volta, a quanto pare, si dimostra che pensare male è sì peccato, ma è anche il modo più sicuro e attendibile per avvicinarsi alla verità).

28 luglio – 29 impiccati in Iran. Quando si dice la sfiga: proprio adesso che tutta la banda di Nessuno tocchi Caino è occupata al completo a digiunare per Tareq Aziz!
- La sinistra ritiene prematuro revocare il bando decretato contro Dante Alighieri 706 anni fa. E pensare che abbiamo il coraggio di criticare la Chiesa per avere aspettato
359 anni, 4 mesi e 9 giorni a riabilitare Galileo!
- Dice che a Londra c’è un bordello di studenti musulmani che ritengono giusto uccidere per la fede, che sognano una Gran Bretagna dominata dalla Sharia, che non ammettono che donne e uomini siano liberi di frequentarsi, che odiano gli omosessuali, che vorrebbero veder trionfare un califfato mondiale. E fin qui va bene. Poi dice che questo è un sondaggio shock, e qui non seguo più: shock in che senso? Stanno per caso cercando di dirmi che c’era ancora qualcuno che non lo sapeva? Che non aveva visto? Che non aveva sentito? Che non se n’era accorto? Cioè, voglio dire, ma questa gente dove diavolo vive?

29 luglio – Morta l’attrice Marisa Merlini. Ricordo un episodio rievocato alcuni anni fa alla radio da un suo amico. Marisa Merlini si trovava a pranzo con, tra le altre persone, la Dama Bianca, la donna che al tempo in cui mio padre guadagnava 33.000 lire al mese e ci mangiavamo – poco ma tutti i giorni – in tre, ha depredato Fausto Coppi di mezzo miliardo. E dunque ad un certo momento la Dama Bianca se ne esce a dire: “Le attici sono tutte puttane”. E Marisa Merlini, gentilmente, dolcemente, soavemente: “Eh, ma anche tante signore per bene, sa …”.
- Adesso mi prenderò da retrograda e moralista. Pazienza, io bisogna proprio che lo dica: ma quanto fanno schifo le donne incinte in bikini!

30 luglio – Traffico bloccato in autostrada: una macchina ha preso fuoco, e finché le fiamme non sono completamente spente, per evidenti ragioni di sicurezza non lasciano passare nessuno. Siamo rimasti fermi per tre quarti d’ora. E qualcuno, per tre quarti d’ora, è rimasto lì col motore acceso – magari di quelli in prima linea a protestare per l’aria inquinata e irrespirabile (sì, faceva caldo e a motore spento l’aria condizionata non funziona, ma aprendo le porte si riusciva a respirare lo stesso: io l’ho fatto e, come si può constatare, sono sopravvissuta).


barbara

Pubblicato il 31/7/2008 alle 18.51 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web