Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

I COMPLICI

Quelli di Bernardo Provenzano. Quelli che gli hanno consentito di vivere per decenni da latitante, di incontrare la compagna, i figli, parenti, amici. Di andare in Francia per farsi operare alla prostata. Di seguire tutti i suoi affari, di dirigere le cosche mafiose e la politica. Sono molti, e sono pezzi grossi, molto grossi. Alcuni li conosciamo bene – e il fatto che siano stati prosciolti per prescrizione (NON assolti) o addirittura mai processati non significa certo che siano innocenti. Di altri sospettavamo. Qualcuno, invece, complice attivo o “utile idiota” che in nome dei buoni sentimenti e di un garantismo da dilettanti ha finito per portare molta acqua al mulino dei peggiori criminali in circolazione, è veramente insospettabile (aggiungo – irrazionalmente, lo ammetto - che, nonostante non abbia mai nutrito particolari simpatie né per lei né, tanto meno, per il suo partito, mi ha fatto piacere apprendere che Cristina Matranga è pulita). Un libro coraggioso, con nomi e cognomi e date e luoghi e fatti. Un libro da leggere, se non altro, per non rischiare di renderci anche noi, quando andremo a votare, complici di persone dalle mani grondanti di sangue – ricordando che alcune parti politiche sono coinvolte più di altre, ma nessuna è immune.

Lirio Abbate – Peter Gomez, I complici, Fazi Editore



(Vado. Ci vediamo fra un mese)

barbara

Pubblicato il 2/7/2008 alle 2.46 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web