Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

SORRIDERE – PER UNA BUONA CAUSA

Mi sono arrivate due catene in un giorno, anzi, in poche ore. Le ho accettate entrambe e, non potendole fare in contemporanea, farò per prima quella lanciatami dall’amica Cocci, che è per una buona causa.


REGOLAMENTO

Raccontate nella forma che preferite (scritto, audio, video, grafica..)
6 "cose" che vi fanno sorridere.

Chiedete a 6 blogger di fare altrettanto passando la catena a 6 amici
Dopo aver pubblicato il post, segnalatelo all'anello che vi ha agganciato

Allegate al vostro post questa immagine.
http://www.comicomix.com/images/loscarabocchio/Regala_un_sorriso.jpg




Ecco dunque le mie sei “cose”:
1. I bambini. Quelli piccoli piccoli, in carrozzina, o che caracollano aggrappati a un dito, aprendo sul mondo i loro grandi occhi curiosi. Questo mi fa sorridere.
2. Le donne incinte, quella vita che germoglia e cresce in loro. Questo mi fa sorridere.
3. Le persone Down. La loro straordinaria dolcezza. L’incredibile serenità che riescono a diffondere intorno a sé. Questo mi fa sorridere.
4. Il mio ex scolaro M., autistico. Non parla, non piange, non ride, non sorride, non comunica in alcun modo. L’ho avuto in classe non più di tre o quattro volte in tutto, quando la collega di sostegno aveva una riunione all’ultima ora e allora lasciava B., più problematica, con l’assistente e portava M. in classe da me. Ogni volta che mi incontra per strada – e mi riconosce anche se mi vede di spalle – mi viene vicino e si incanta a guardarmi a bocca spalancata. Se gli si chiede se mi conosca scuote tanto energicamente la testa, in segno di diniego, da scuotere tutto intero il suo grosso corpo di ventenne, senza smettere di guardarmi con aria rapita. Questo mi fa sorridere.
5. Il sorriso. Le persone che mi sorridono, conosciute o sconosciute, con o senza un qualche motivo specifico per sorridere, perché è un fatto: il sorriso è contagioso, e genera sorriso. Questo mi fa sorridere.
6. Il sole. Da queste parti non ce n’è grande abbondanza, e quando la mattina, alzando le tapparelle, lo vedo, che abbia o non abbia dormito, che abbia o non abbia riposato, che stia bene o stia male, mi è impossibile, almeno per un momento, essere di cattivo umore. Questo mi fa sorridere.

La catena passa ora a Ciro, Bippì, Dilwica, don Ivano, esperimento, Raissa.

barbara

Pubblicato il 28/4/2008 alle 16.56 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web