Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

LA GARA DELLE MENZOGNE E DELL’ODIO

Comunicato Honest Reporting Italia 5 marzo 2008

Oggi vogliamo offrirvi alcune segnalazioni brevi.

La prima riguarda Repubblica, e precisamente le Lettere al direttore. Scrive il signor Otello Busellato: "L'ambasciatore israeliano a Roma continua a chiedere come reagirebbe l'Italia se Trieste fosse bombardata. Perché nessuno gli risponde che l'Italia non costringe 6 milioni di persone a vivere in modo inumano sotto occupazione militare?" E Vittorio Zucconi risponde: "Come diceva Henry Kissinger, un diplomatico è una persona pagata per mentire per conto del suo governo". Forse un giornalista, ci permettiamo di aggiungere noi, è invece una persona pagata per mentire per conto dei terroristi.
vzucconi@aol.com rubrica.lettere@repubblica.it

Nel frattempo Liberazione (4 marzo) a pagina 7 invita a una fiaccolata per la Palestina invocando la fine del massacro - e ci si chiede perché non abbiano organizzato fiaccolate e chiesto la fine del massacro quando a massacrare i palestinesi erano altri palestinesi, quando ciò che stava avvenendo era realmente degno del nome di massacro, quando accadeva che dei bambini venissero uccisi a sangue freddo da mezzo metro di distanza nell'auto del padre per l'unica ragione di essere figli di
quel padre. Sempre su Liberazione, a pagina 13, Fabio Amato parla di "tutti i territori occupati", ignorando la dolorosissima evacuazione da Gaza, avvenuta oltre due anni e mezzo fa, e ignorando che anche ampie zone della Cisgiordania sono, già da molti anni, amministrate dall'ANP.
lettere@liberazione.it

L'appello per la fiaccolata viene poi ripreso anche dall'Unità, che titola: "Roma, fiaccolata per la pace in Palestina", e viene spontaneo chiedersi come mai persone così amanti della pace non abbiano mai pensato ad organizzare qualcosa per la pace in Israele. O forse le migliaia di Qassam con i quali viene sistematicamente martellata da anni la città di Sderot non turbano la pace - e la coscienza dei pacifisti? Autobus che saltano in aria, mercati ristoranti discoteche fatti esplodere, neonati assassinati intenzionalmente in braccio ai genitori o nelle loro culle, persone linciate e squartate a mani nude non sono in contrasto con l'idea di pace di queste anime belle?
lettere@unita.it

Su Il resto del Carlino poi abbiamo la testimonianza di un sant'uomo, don Ferruccio, che, non avendo avuto grossi disagi nel pellegrinaggio che sta conducendo in questo momento, non manca di ricordare che nel 2002 aveva detto "Penso di poter dire che l'inferno non è niente in confronto a quello che sta succedendo a Gaza" e se lo dice un prete cattolico, che sull'inferno la sa sicuramente lunga, dovremo per forza credergli (ma non era in Cisgiordania che si era scatenato il finimondo nel 2002? L'idea di costruire la barriera di separazione non è venuta proprio dalla constatazione che a Gaza, chiusa e ben controllata, la situazione era sostanzialmente tranquilla?)
online@quotidiano.net

Normalmente non abbiamo l'abitudine di mettere insieme più testate in uno stesso comunicato, ma in questi giorni è difficile riuscire a stare dietro a tutta la diligente e meticolosa campagna di odio messa in atto da quasi tutti i mass media. E ancora una volta siamo costretti a constatare ciò che già tante altre volte avevamo dovuto constatare: più i terroristi si scatenano a colpire Israele, e più i mass media, l'opinione pubblica e la diplomazia internazionale si scatenano in una gara di solidarietà ai massacratori e di odio contro le vittime dei massacratori. Solo quando c'è di mezzo Israele, beninteso.

Invitiamo i nostri lettori a scrivere ai mass media per protestare contro servizi scorretti e faziosi, e a inviarci copia dei loro messaggi e delle eventuali risposte ricevute, presso HR-Italia@honestreporting.com

HonestReportingItalia
vi invita inoltre a proporci eventuali critiche ai media per una possibile inclusione nei futuri comunicati. Assicuratevi di includere l'URL dell'articolo in questione o l'articolo stesso e invialo a: HR-Italia@honestreporting.com

HonestReporting ha oltre 155.000 membri nel mondo, ed è in continua crescita.
(C) 2006 Honestreporting - Tutti i diritti riservati
E-mail: HR-Italia@honestreporting.com

Per iscriversi a HonestReportingItalia inviare una e- mail vuota a:
join-HonestReportingItalian@host.netatlantic.com

Poi, volendo, di cose così ce ne sarebbe qualche altra dozzina …

barbara

Pubblicato il 6/3/2008 alle 2.0 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web