Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

LUI C’ERA

Qualche anno fa avevo postato questa foto,



con qualche parola di commento, in occasione dell’anniversario della strage che aveva colpito, tra gli altri, diversi suoi congiunti. Subito mi è piombato lì un blogger – che ovviamente mi guardo bene dal citare – a dirmi che io non so niente e che non capisco niente, che lui in Algeria ci vive e che le cose non stanno affatto come le presento io, che lui va dove vuole quando vuole come vuole senza il minimo timore. Gli ho chiesto se i duecentomila morti del terrorismo sono una balla. Mi ha risposto che io non so niente e che non capisco niente, che lui in Algeria ci vive e che le cose non stanno affatto come le presento io, che lui va dove vuole quando vuole come vuole senza il minimo timore. (Per inciso questo stesso signore qualche tempo più tardi è intervenuto su un mio commento nel blog di un amico e, senza il minimo nesso con quanto detto da me, ha scritto che io sono “pecora ma proprio pecora in tutti i sensi”. Alla preoccupazione del blogger amico per le mie possibili reazioni ho risposto che non si doveva preoccupare, perché io alle provocazioni reagisco, ma le cacche le scavalco, semplicemente, per non sporcarmi le scarpe. Al che il signore che lui in Algeria ci vive e quindi sa tutto ha replicato chiamandomi “vacca acida” – fatica inutile dato che, vacca o no, a lui non la do. Vabbè. Sempre lui, poi, in altra occasione ha pesantemente attaccato Stefania Atzori, rea di avere messo al mondo “due figlie bastarde” in quanto “di razza mista” – e chiudo l’inciso).
Tutta questa premessa era per dirvi che se per caso oggi avete sentito parlare di un attentato in Algeria con un sacco di morti, probabilmente avete capito male, o hanno capito male quelli della radio e della televisione, o hanno capito male quelli delle agenzie di stampa. Insomma, qualcuno ha capito male e deve essere sicuramente una balla, perché è un fatto che in Algeria non succede niente di ciò che si racconta. Restando comunque fermo il fatto che, come ricorda più sotto il Signore degli anelli, anche se non è successo è comunque colpa del sionismo e dell’occupazione.

barbara

Pubblicato il 11/12/2007 alle 15.17 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web