Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

LA MENNULARA

Forse è una figlia di mafia, e allora si spiegherebbe tutto. Forse è un’amante di mafia, e anche questo spiegherebbe parecchie cose. O forse è semplicemente abile. O fortunata. O magari una ladra e un’imbrogliona. Ma potrebbe anche essere che la sua leggendaria ricchezza sia, per l’appunto, solo una leggenda e non sia mai esistita. Sta di fatto che alla sua morte in paese si scatena il finimondo. Anche perché la storia tutta intera non la conosce nessuno, e nonostante i paesani ce la mettano tutta ad offrire generosamente ognuno la propria tessera di mosaico, tutte le tessere pazientemente raccattate tra cucine e portinerie, salotti e piazze, negozi e scantinati stentano a formare un quadro dotato di senso.
Il libro, in ogni caso, è un gioiello, e poi me lo ha regalato la mitica Giacomina, per cui non avete scampo: vi tocca leggerlo.

Simonetta Agnello Hornby, La mennulara, Feltrinelli



barbara

Pubblicato il 10/8/2007 alle 23.30 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web