Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

APPELLO DI EMANUELE OTTOLENGHI

Desidero portare alla vostra conoscenza questo appello di Emanuele Ottolenghi con la preghiera a chi ne ha la possibilità di diffonderlo a sua volta.

Cari amici,
un mese fa ho mandato il libro "La Congiura" a tutti i Membri del Parlamento Europeo e ai loro staff. "La Congiura" è un eccellente libro che rivela i Protocolli per quello che sono. Potete trovare informazioni su "La Congiura" qui:
http://www.amazon.com/Plot-Secret-Story-Protocols-Elders/dp/0393060454
e qui
http://www.nytimes.com/2004/02/23/books/23EISN.html?ex=1392958800&en=b5a706c
265ef77b8&ei=5007
Ieri ho ricevuto una lettera dal Parlamento Europeo che dice che non distribuiranno il libro data "la natura dei suoi contenuti".
Ho fatto ricorso: dopo tutto, i Protocolli sono stati pubblicati in francese 3 mesi fa in Belgio e per breve tempo sono stati anche messi in vendita all'interno del Parlamento Europeo. Perchè i Protocolli dovrebbero essere facilmente reperibili, ma non si vuole che la loro confutazione raggiunga i parlamentari europei?
Senza contare che, se conoscevano il contenuto del libro, questo vuol dire che censurano la posta in arrivo.

Ho chiesto una spiegazione all'impiegato che mi ha scritto la lettera, e ho ricevuto solo delle scuse incoerenti fra loro: non permettono l'invio di pubblicità, il libro aveva contenuti religiosi, non vi era alcuna relazione con i lavori del Parlamento, ecc. Alla fin fine era chiaro che lui si stava barricando dietro una serie di pretesti, ma che a qualcuno veramente davano fastidio proprio i contenuti del libro.
Ho mobilitato delle persone all'interno del Parlamento, ma ho anche fatto ricorso contro questa decisione appellandomi al Questore in carica, MEP Astrid Lulling del Lussemburgo (
astrid.lulling@europarl.europa.eu). Non ha ancora dato risposta alla mia richiesta dopo più di 24 ore.
Il deputato europeo Jana Hybaskova si è gentilmente impegnata, tramite il suo staff, a raccogliere metà delle buste e a distribuirle direttamente ai parlamentari europei (non ai loro assistenti), in modo da sollevare l'impiegato da ogni responsabilità al riguardo. Le sono grato per l'offerta di aiuto, ma trovo questa soluzione inaccettabile.
Dei legali stanno verificando fino a che punto gli organi interni al parlamento possono fare quello che hanno fatto, ma nel frattempo un pochino di attenzione dei media sul funzionario in questione non sarebbe una cattiva idea, date le circostanze. Mi chiedevo se qualcuno di voi potesse aiutare. Fatemi sapere se è così.
Grazie mille,
Emanuele.

Chi può faccia qualcosa, grazie.

barbara

Pubblicato il 18/6/2007 alle 17.35 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web