Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

NON POSSO FARE A MENO DI LUI

Così diceva Laura Sparnacci, 54 anni, picchiata a morte dall’amante trentaduenne: «È violento, un fannullone, ha moglie e due figli, ma non posso fare a meno di lui». In più la imbrogliava, la derubava, la tradiva pubblicamente e ostentatamente con donne molto più giovani di lei, ma lei “non poteva fare a meno di lui”, e questo fa parte delle cose che non arriverò mai a capire. E mi torna alla mente, per una qualche analogia, una lontanissima conversazione con P., mia compagna di liceo, con le confidenze sulla prima volta. E lei mi dice: «È che, sai, lui mi ha violentata». La guardo esterrefatta, dico: «E tu sei rimasta con lui?!» In tono soave risponde: «Ma io lo amavo!» E anche questo fa parte delle cose che non capirò mai: un farabutto che violenta una ragazzina di sedici anni raccontandole una montagna di balle per portarla in un appartamento vuoto in cui mai lei sarebbe andata di sua spontanea volontà, ma come diavolo si fa ad amarlo?! Davvero certe volte mi verrebbe da dire, se non rischiassi di fare ingiuste generalizzazioni, che io le donne non le capirò mai. E in coda a queste considerazioni, aggiungo un breve post scritto circa due anni fa nell’altro blog, che mi pare decisamente in tema.

"La Svezia scopre la violenza sulle donne", titola il Corriere. E ci racconta tristi storie di donne pestate dai loro mariti. Ci racconta di una giornalista che ha denunciato in diretta di subire violenze di ogni sorta dal marito da più di dieci anni. Di donne che poi l'hanno contattata per dire: «anch'io!» E di fronte a tutto questo posso dire una sola cosa: VERGOGNA! Mia nonna, lavandaia, semianalfabeta, SETTANT'ANNI FA ha avuto il coraggio di andare dai carabinieri a dire mio marito mi fa nera di botte! E queste quattro stronze, istruite, laureate, con professioni prestigiose, cresciute nella bambagia della parità di diritti fabbricata dalle battaglie di generazioni di femministe che a questo ideale hanno sacrificato la vita intera, che cosa fanno? Stanno lì a prendersi le botte. Per anni. Per poi andare a frignare in televisione. Ma vadano a cagare tutte quante! E si ricordino poi di tirare l'acqua, che non abbiamo nessuna voglia di pulire la loro merda.

barbara

Pubblicato il 14/4/2007 alle 16.34 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web