Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

ERA STATO FRAINTESO

Ariel Toaff: «Fermo pubblicazione del libro»

Lo storico chiede alla casa editrice di bloccare la diffusione del discusso «Pasqua di sangue»

TEL AVIV
- Ariel Toaff ha chiesto alla casa editrice «Il Mulino» di bloccare la pubblicazione del libro «Pasqua di sangue». In un comunicato diffuso dall'università Bar Ilan di Tel Aviv, lo storico si è scusato con «tutti coloro che sono stati offesi dagli articoli e dai fatti distorti attribuiti a me e al mio libro». Nel comunicato - riprodotto dall'edizione elettronica Ynet del quotidiano Yediot Ahronot - Toaff, docente di storia della Bar Ilan, ha spiegato di volere «rielaborare quei passaggi che hanno dato spunto ad alcune distorsioni». Una decisione presa dopo le numerose polemiche suscitate dalle tesi di Toaff sulle crocifissioni di infanti alla vigilia di Pesach e sull'uso di sangue cristiano quale ingrediente del pane azzimo consumato nella festa.

RINCRESCIMENTO - Lo storico ha inoltre annunciato che devolverà i proventi della vendita del libro alla 'Anti Defamation Ligue', l'organizzazione ebraica di New York che combatte gli episodi di anti-semitismo, esprimendo «profondo rincrescimento per le interpretazioni errate attribuite a me o al mio libro che feriscono il popolo ebraico». «Ho assunto questi passi - ha scritto nel comunicato Toaff - per prevenire un ulteriore uso distorto del mio libro per la propaganda anti-semita».

14 febbraio 2007
(Grazie a Esperimento per la segnalazione)

Non aggiungo commenti: ho già detto tutto nel post del 6 febbraio.


barbara

Pubblicato il 15/2/2007 alle 7.48 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web