Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

IO PERÒ NON L’HO MICA CAPITA

Dice, noi vogliamo il riconoscimento della coppia. Sì, va bene, qual è il problema? Il riconoscimento della coppia esiste da diecimila anni (ho esagerato? Va bene, facciamo cinquemila, così siamo sicuri che ci stiamo dentro comodi). Dice, sì ma noi non vogliamo mica sposarci. E va bene, non sposatevi, qual è il problema? Non siamo mica in Iran o in Arabia Saudita che se scopi senza sposarti ti ci giochi la testa. Dice sì ma noi vogliamo essere considerati come se fossimo sposati però senza sposarci. Ed è qui che io mi disconnetto. Cioè, voglio dire, ve lo immaginate se io dicessi al mio stomaco adesso io non ti do da mangiare però tu devi fare come se te ne avessi dato: mi dareste della pazza, o no? Perché, insomma, la questione è questa: vuoi tutti i vantaggi che si ottengono sposandosi? Ti sposi e la fai finita. Rifiuti l’istituzione borghese del matrimonio? Non ti sposi, però non vieni poi a rompere i coglioni pretendendo i borghesissimi vantaggi del matrimonio. Insomma gente, decidetevi: se volete un riconoscimento formale, quello c’è già, se non volete le formalità non si capisce perché diavolo vi stiate a scalmanare per aggiungerne altre a quelle che già ci sono.
Il discorso, naturalmente, cambia del tutto per le coppie omosessuali per le quali, finora, non è previsto alcun tipo di riconoscimento: chiaro che per loro qualcosa bisognerà per forza inventare, ma per le coppie eterosessuali davvero ancora non ho capito il motivo di tutta questa cagnara.

barbara

Pubblicato il 3/2/2007 alle 1.1 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web