Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

IFIGENIA DEVE MORIRE

Ifigenia deve morire affinché la flotta possa salpare. Ifigenia deve essere sacrificata affinché non si fermino i meravigliosi affari fabbricati sui “bambini di Chernobil”. Ifigenia deve essere immolata affinché non rischino di fermarsi le compagnie aeree nate per trasportare avanti e indietro questi bambini miracolosamente lievitati, nel giro di vent’anni, da poche centinaia a trentamila. Prelevata in fretta e furia e caricata su un aereo, come si fa coi boss mafiosi, come si fa per i grandi criminali internazionali, come si fa per i terroristi. Per Abu Omar si è scatenato il finimondo, mandati di cattura internazionali, qualcuno è finito in galera. Chissà se qualche anima si muoverà per una bambina di nove anni stuprata e seviziata, per una bambina che già una volta ha tentato il suicidio di fronte alla prospettiva di dover tornare là dove ora l’hanno portata. Ma chi se ne frega se ritenterà il suicidio e magari questa volta ci riuscirà. Chi se ne frega se non ci riuscirà e vivrà un’esistenza che nessuno oserebbe chiamare vita. Chi se ne frega della carne e dello spirito sofferenti di una bambina che già ha subito più di quanto i suoi negrieri soffriranno mai in tutta la loro vita: le navi devono salpare! Si porti dunque Maria sull’altare, ben bene incaprettata, e la si sgozzi con cura: ci sono cose più importanti di una stupida bambinetta frignante.

barbara

Pubblicato il 30/9/2006 alle 14.29 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web