Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

EFFETTI NEGATIVI DEL CONSUMO DELLA CARNE DI MAIALE

La carne di maiale contiene molte tossine, vermi e malattie latenti. Sebbene alcune di queste infezioni si annidano negli altri animali, i veterinari moderni affermano che i maiali sono molto più predisposti a queste malattie rispetto agli altri animali. Forse ciò accade perché essi amano rovistare tra i rifiuti e mangiare qualsiasi tipo di cibo, inclusi insetti morti, vermi, carcasse in decomposizione, escrementi (inclusi i loro), immondizia, e altri maiali.
L’influenza è una delle più famose malattie che i maiali condividono con gli esseri umani. Questa malattia si annida nei polmoni dei maiali durante l’estate e tende a infettare i maiali e gli esseri umani duranti i mesi freddi. La salsiccia contiene parte del polmone suino, quindi chi se ne nutre tende a soffrire di più durante le epidemia di influenza. La carne di maiale contiene quantità eccessive di istamina e di composti di imidazolo, che provocano prurito e infiammazione; ormoni della crescita che favoriscono le infiammazioni e la crescita; zolfo contenente muco mesenchimale, che produce un rigonfiamento e l’accumulo di muco nei tendini e nella cartilagine, provocando artrite, reumatismi, ecc. Lo zolfo fa in modo che i solidi tendini e i legamenti umani siano sostituiti dai morbidi tessuti mesenchimali dei maiali, e favorisce la degenerazione della cartilagine. Nutrirsi con carne di maiale può anche produrre calcoli biliari e favorire l’obesità, dovuti probabilmente all’alto tasso di colesterolo e al contenuto di grassi saturi. Il maiale e il principale portatore di tenia poiché essa cresce al suo interno. Questi vermi solitari si trovano soprattutto negli intestini di coloro che vivono in nazioni dove la carne di maiale è mangiata con maggior frequenza. La tenia può attraversare l’intestino e colpire molti organi, ed è incurabile una volta raggiunta una certa dimensione. Una persona su sei negli Stati Uniti e nel Canada è affetta da trichinosi per aver mangiato vermi di trichina contenuti nel maiale. In molte persone i sintomi non sono manifesti, e nel caso siano evidenti essi assomigliano ai sintomi di molte altre malattie. Questi vermi non sono visibili durante le ispezioni sulla carne, e non vengono uccisi durante la salatura o la cottura. Poche persone cuociono la carne a sufficienza in modo da uccidere le trichine. Anche nel topo (un altro animale saprofago) si annidano tali malattie. Vi sono dozzine di vermi, germi, malattie e batteri che vengono abitualmente trovati nei maiali, molti dei quali sono caratteristici di questi animali.
I maiali sono biologicamente simili agli esseri umani, e si dice che la loro carne abbia lo stesso sapore di quella umana. Essi sono stati utilizzati per la dissezione nei laboratori biologici grazie alla somiglianza tra i loro organi e gli organi umani. I diabetici insulino-dipendenti di solito si iniettano insulina di maiale. Se si versa della cola (o della soda) su una fetta di maiale, dopo poco si notano dei vermi che strisciano.

Questo articolo è stato postato da un palestinese musulmano nel forum di Magdi Allam. Purtroppo non ha citato né l’autore, né la fonte; le notizie in esso contenute sono tuttavia di tale importanza e di tale utilità per l’umanità tutta che ho deciso di farne partecipi i frequentatori di questo blog, certa che non mancheranno di manifestarmi la loro eterna riconoscenza.

barbara

Pubblicato il 24/9/2006 alle 0.44 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web