Blog: http://ilblogdibarbara.ilcannocchiale.it

LECTIO MAGISTRALIS

Commento di Wellington
Uqbar, come oggi ho già detto a qualcuno in altri termini essere liberali ed essere fessi sono due cose separate.
Se io tengo un giro di conferenze su "conce e pellami" e ad ogni conferenza un gruppo di animalisti si presenta a manifestare placidamente fuori dalla porta (o anche dentro, in silenzio, con cartelli contro l'uso del cuoio conciato), sia io che loro stiamo esercitando il nostro diritto alla libertà di espressione. Se gli stessi animalisti irrompono in ciascuna delle mie sale conferenze urlando, fischiando, facendo pernacchie, chiamandomi con vari appellativi non molto gentili, insultando gli ascoltatori, pretendendo che si cambi tono, argomento e finalità della discussione e continuano fino a rendermi impossibile il proseguire, allora LORO stanno di fatto impedendo a ME di esprimermi. Nel caso in questione tu sei partito da una minuscola frase nel presente post per collegarci in maniera estremamente improbabile una questione completamente Off Topic. Cosa ti impediva invece di scrivere la tua teoria della cospirazione su Iran/Contras sul TUO blog (se non ce l'hai, a farsene uno non è difficile sai) e poi lasciare un messaggio così?
"[OT] io ho una cosa interessante e vagamente correlata. Se vi interessa la trovate qui *link*".
Invece hai preferito irrompere e dirottare la conversazione dove avresti voluto vederla. Quando episodi come questo si ripetono con diversi commentatori in maniera puntuale ad ogni nuovo post si passa dalla semplice seccatura allo snaturamento imposto della finalità stessa del bloggare.
Il mio blog è rimasto aperto per oltre un anno con i commenti completamente liberi. In oltre un anno ho beccato insulti, offese gratuite, improbabili Off Topics e generiche cazzate. Ho sempre risposto a tono e fino a ieri solo una volta avevo cancellato un commento perchè conteneva un esplicito invito alla violenza fisica. Ora sarò anch'io costretto a rivedere le regole per i commenti, anche se ancora non so quali criteri adottare, perchè vedo troppo spesso discussioni dirottate dove non appartengono o trasformate in bagarre.
Certo questo dà l'opportunità ai censurati di fare le vittime e di accusare i Liberali di ipocrisia, ma non c'è niente di illiberale nel difendersi dall'illiberalità altrui. I Liberali non si fanno mettere la museruola, nemmeno con metodi indiretti.

Ringrazio di cuore l’amico Wellington per questa splendida lezione, che ritengo doveroso mettere nell’evidenza che merita. Purtroppo non servirà a coloro a cui dovrebbe servire, ma la posto lo stesso.
Ho salvato dal macero altri quattro commenti che, pur off topic rispetto al post, meritavano tuttavia, per motivi diversi, di essere sottratti al comune destino. Eccoveli.


raissa
riguardo alle profezie mi sono sempre chiesta: se una profezia su un evento catastrofico non serve ad evitare appunto la catastrofe che significato ha? O meglio a che serve? Quale utilità? Mah...

topgonzo
Sai cosa diceva Crispi in una lettera privata a Giosuè Carducci? diceva: 'a Gio', ma a noi che cazzo ce ne frega di quello che si scrivono Mazzini e Puke?

GdS
no, aspetta! c'avevo una profezia di sergio bruni (noto massone islamista di villaricca) che aveva profetizzato che sul tuo blog avresti attirato, come il pifferaio di anagni, la schifezza della schifezza di tutta la schifezza dei voyeur blogger dell'universo mondo, per poi buttarli dalla scogliera dello scoglione (a marechiaro) tutti insieme appassionatamente
OT - il pannolino l'ho smesso come perversione perché mi portava più arrossamenti delle sculacciate, che neanche col fissan andavano via...

topgonzo
Ulbar se ne va al patibolo con la testa alta e la calma dei giusti. Anzi, esorta: "Fa' il tuo dovere, o carnefice!".
Anche noi sussurriamo la nostra piccola, timida esortazione: ma vaffanculo, Ulbar.

E chi ha voglia di frignare lamentandosi delle censure, frigni pure con comodo. Altrove, però. E adesso rilassiamoci un po’.

barbara

Pubblicato il 28/8/2006 alle 12.6 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web