.
Annunci online

ilblogdibarbara
fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza


Diario


12 dicembre 2010

DI SCIACALLI E DI ALTRI ANIMALI

Gli sciacalli a quattro zampe – chi ha avuto occasione di vederli, soprattutto dal vivo, lo sa – sono animali graziosissimi, eleganti, aggraziati. Le iene invece sono brutte, estremamente sgradevoli con quel loro camminare sbilenco a culo basso. Si dice però che siano madri amorevolissime. Non ho invece idea di come siano, in ambito familiare, gli avvoltoi, però a vederli sono proprio brutti, e il rumore dei becchi sulle ossa fa venire i brividi. Forse è più a questi ultimi che assomigliano gli sciacalli a due zampe, ma per comodità e consuetudine continuerò a chiamarli sciacalli.
Sciacalli, dunque, che entrano in azione e si scatenano in occasione delle peggiori sciagure, siano queste terremoti, inondazioni, o incendi. E in questi giorni abbiamo visto intere orde selvagge, di sciacalli a due zampe, scatenarsi per siti, blog e forum. Si va dai raffinati estimatori dell’aroma di carne giudea arrostita che gioiscono sfrenatamente per la gratificazione di cui le loro sensibili narici hanno avuto modo di godere, a quelli che scaricano tutto il loro rabbioso livore sui cosiddetti sopravvissuti ai cosiddetti campi di sterminio che vogliono chiudere la bocca agli onesti storici revisionisti, ben sapendo di non avere argomenti per controbattere le loro inoppugnabili prove dell’inesistenza delle camere a gas e tutta l’altra paccottiglia di invenzione giudaica. Eccetera. Poi ci sono giornali come Haaretz, che qualcuno ama chiamare progressisti, perché buttare carrettate di fango su Israele è progressista un sacco, si sa, che mentre le fiamme ancora continuano a distruggere e mentre ancora si continua a morire, non trovano di meglio che scatenare polemiche sulla gestione dell’emergenza (c’è chi la chiama democrazia, io lo chiamo sciacallaggio). E c’è chi, come il famigerato blog falafel cafè, che pubblica un unico post al giorno, per quell’unico post sceglie, nel sessanta per cento dei casi (non sto sparando a vanvera: li ho contati) temi o toni o titoli pesantemente ostili a Israele o foto di un tarocco talmente smaccato che se ne accorgerebbe anche un cieco ritardato ubriaco, a volte inventa notizie inesistenti, a volte ci ricama su di suo, ospita compiacentemente commenti di puro odio e censura commenti che documentano le menzogne pubblicate. In occasione dell’incendio del Carmelo non ha trovato di meglio che riprendere le polemiche di Haaretz (per fortuna ormai quasi tutti i siti seri di informazione si sono accorti dell’inesistenza della sua pretesa e sbandierata imparzialità e dell’odio che continua a spandere a piene mani, e quasi nessuno gli dà più spazio).
Magari qualcuno mi obietterà che l’esistenza degli sciacalli, come quella dei tafani o delle cavallette, fa parte dell’economia dell’universo ed è necessaria all’equilibrio dell’ecosistema (quella degli sciacalli a quattro zampe effettivamente lo è), ma quanto è brutto vederli in azione.

   

                             

barbara


3 giugno 2010

L’ANTICA SAGGEZZA DEL TIZIO DELLA SERA

La pasticceria del mondo

La morte è uno scandalo, la morte violenta uno scandalo anche peggiore, la morte dei giovani un'ingiustizia atroce che nessuno può sopportare - la morte procurata da un esercito di ebrei, ghiottoneria generale.

Il Tizio della Sera

Ghiottoneria sulla quale branchi di sciacalli famelici eccitati dall’odore del sangue fanno a gara a chi sbrana di più.

barbara

sfoglia     novembre        gennaio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

siti
foto e filmati
blog
.
I MIEI POST
Israele, documenti e riflessioni
Comunicati HonestReportingItalia
islam
donne
addii
ricorrenze
cose di ebrei
i miei libri
cose mie
cose così
chicche
post speciali
sveglia!
in Israele
Somalia
La luna e il suo bardo


ilblogdibarbara@gmail.com 

Un proposito:
io vedo, io sento, io parlo.
 

 
Hadas Fogel, colona ebrea di mesi 3, giustiziata (sgozzata) a Itamar l'11 marzo 2011 dai combattenti per la libertà palestinesi





MEGLIO UN MURO OGGI
CHE UN ATTENTATO DOMANI

Ugo Volli

”Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei. E che cos’è l’antisionismo? È negare al popolo ebraico un diritto fondamentale che rivendichiamo giustamente per la gente dell’Africa e accordiamo senza riserve alle altre nazioni del globo. È una discriminazione nei confronti degli ebrei per il fatto che sono ebrei, amico mio. In poche parole, è antisemitismo… Lascia che le mie parole echeggino nel profondo della tua anima: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei, puoi starne certo.” M.L. King




Israele e il mondo arabo


Lo stato ebraico e il mondo islamico





Ruth Halimi – Émilie Frèche, 24 giorni La verità sulla morte di Ilan Halimi, Belforte
Trad. Barbara Mella, Elena Lattes, Marcello Hassan





Questo è Leone, e ha la bella età di tre ore


gatto sionista

Occhio alla piovra giudaica!









QUESTO BLOG È SIONISTA










... e invece niente

 Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11 


Non riuscirete a fermarci!










Anna Politkovskaja: non perdoniamo
e non dimentichiamo




Reduci dai campi di sterminio nazisti





giù le mani dalle donne








Make love, not peace!




Poesia pura



Locations of visitors to this page


        questa sono io


questa è una cosa che amo


     e questa è un'altra



Pillole di saggezza
Take it easy. But take it.

La miglior vendetta è la vendetta.


Sholem Aleichem
Cantico dei Cantici
ed. Belforte
traduzione di Sigrid Sohn e Barbara Mella


sessantenne d'assalto
   

CERCA