.
Annunci online

ilblogdibarbara
fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza


Diario


22 gennaio 2012

CHIEDO AIUTO AGLI ALTRI UTENTI DEL CANNOCCHIALE

Dopo la (ennesima) burrasca dei giorni scorsi, sembra che il cannocchiale abbia ripreso a funzionare. A me però rimane un problema: non mi fa più inserire immagini. Se clicco “carica” compare l’immagine che indica che sta caricando, e va avanti all’infinito, senza arrivare a caricare mai; se clicco “cerca nel server” mi compare l’indicazione di errore, e se chiedo i dettagli viene fuori questa scritta:

 

URL requested: "http://www.ilcannocchiale.it/ckfinder/core/connector/aspx/cannector.aspx?command=lnit&type=lmages"

Server response:

Status: 200

Response text:

<!DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "hitp://www.w3.org/TR/xtml1 /DTD/xhtml1-transitional.dtd">

<html xmlns="http://rnww.w3.org/1999/xhtml" >

<head>

<title>Errore</title>

</head>

<body>

<span style="font-size: 11pt; color: #1f497d; font-family: 'Calibri','sans-serif"'>si

&egrave; verificato un errorre durante l’elaborazione della pagina, si prega di riprovare

pi&ugrave tardi.</span>

</body>

</html>

Al cannocchiale ho già scritto due volte, ma come sempre nessuno risponde. Qualcuno mi sa dire che cosa significa quella roba e, soprattutto, cosa posso fare per poter tornare a postare immagini? Vedo che in altri blog le immagini vengono postate, il che sembrerebbe significare che si tratti di un problema mio, ma dato che le ho sempre postate, e che tutto il resto funziona, non riesco davvero a capire dove stia il pasticcio. Grazie

barbara


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. blog cannoccchiale immagini boh

permalink | inviato da ilblogdibarbara il 22/1/2012 alle 22:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa


11 gennaio 2012

GRAZIE A TUTTI I MIEI AMICI

Due milioni di volte

 

 

(avrei dovuto metterlo ieri, ma il cannocchiale ha pensato bene di prendersi un giorno di riposo, tanto per cambiare...)

barbara


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. blog visite due milioni

permalink | inviato da ilblogdibarbara il 11/1/2012 alle 15:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa


9 gennaio 2012

PICCOLA CURIOSITÀ

Mi piacerebbe sapere chi è il misterioso visitatore che mi fa frequentissime visite da Groningen, Olanda.



barbara


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Groningen Olanda visite blog mistero

permalink | inviato da ilblogdibarbara il 9/1/2012 alle 23:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa


13 agosto 2011

MA DICO IO

Stanotte ho dormito. Incredibilmente, visto che si tratta di me. Incredibilmente al quadrato, visto che siamo in fase di luna piena. Vero che avevo alle spalle una notte con tre quarti d’ora di sonno seguita da una giornata in giro - cinque ore di treno (e una bellissima tassista messicana tutta biancovestita), chilometri a piedi (con le zampe acciaccate che mi ritrovo) ecc. - seguita da una notte con un paio d’ore di sonno seguita da una giornata con quattro ore di guida più varie ed eventuali per un totale di 21 ore in piedi e ho finito per andare a letto alle sei di questa mattina per cui insomma non ci sarebbe da stupirsi se alla fine di tutto questo sono riuscita a dormire, ma per me cinque ore di fila di sonno, anche in queste condizioni, sono davvero un’eccezione assoluta.
E che cosa fa una che dorme cinque ore di fila? Sogna, naturalmente. Sogna che nel blog è arrivato un troll: uno dei tanti, ma non uno come i tanti. Perché succede che ad un certo momento sento il segnale dell’SOS: pi pi pi pii pii pii pi pi pi, e poi sento la voce. Già, perché quando questo troll viene a scrivere un commento prima sento l’SOS e poi sento la sua voce che legge quello che scrive. E non solo lo sento io, ma lo sentono tutti quelli che frequentano il mio blog, a tutti sono improvvisamente comparsi degli altoparlanti nelle stanze e tutti sentono l’SOS e il commento. Qualcuno mi legge da un internet point e in quel caso lo sente tutta la sala. E poi mi ritrovo in un locale affollato e racconto a un amico questa cosa stranissima che sta succedendo e non appena dico pi pi pi pii pii pii pi pi pi, tutti quelli che sono nel locale si alzano di scatto dalle sedie e io cerco di spiegare che no, non c’è nessun allarme, sto solo raccontando di una cosa strana che mi succede, ma lo scompiglio è tale che non mi sente nessuno.
No, dico, ma si può?



barbara


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sonno sogno blog troll SOS ma dico io

permalink | inviato da ilblogdibarbara il 13/8/2011 alle 23:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


3 ottobre 2010

DI BLOG E DI COSE ATTUALI

Nella mia vita quotidiana sono straordinariamente disordinata come sa chi mi conosce. Nel computer no: ho archivi ordinatissimi, con cartelle e sottocartelle, e sportelli scaffali cassetti raccoglitori scatole plichi eccetera eccetera. Vale anche per i blog: quelli che non solo leggo e consulto ma anche consiglio sono qui, nel blogroll. Poi ce ne sono molti altri che visito con maggiore o minore frequenza, ordinati, a seconda del valore, dell’interesse, e dell’assiduità di lettura, in cartelle che si chiamano blog a, blog b, blog c, blog d, blog r ossia rari, vale a dire che fanno tre post all’anno ma vale la pena di dare un’occhiata ogni tanto, e blog e: blog estinti, abbandonati da anni ma contenenti materiale che ogni tanto ho bisogno di consultare.
Ieri sera sono entrata in un blog a. Non ne dico il nome, e non dico il nome del titolare, personaggio di una certa notorietà nel mondo della comunicazione. Ci ho trovato un attacco a 360° a Fiamma Nirenstein, e fin qui passi: ognuno ha diritto alle proprie simpatie e antipatie. Ma la cosa sconvolgente erano gli argomenti, che da persona finora conosciuta come intelligente davvero non ti aspetteresti, e invece quando c’è in ballo Israele ti devi aspettare di tutto. Fiamma Nirenstein è estremista, dice, appena ti azzardi a muovere mezza critica a Israele ti dà dell’antisemita. Tu dici non è vero che sono antisemita e lei ti risponde che invece sì che lo sei anche se lo neghi (ma se un ebreo si sente offeso dall’interlocutore, chi è che deve decidere se l’offesa c’è stata o no: l’offeso o l’offensore?). Tu replichi che hai un sacco di amici ebrei e lei ti ribatte che la conosciamo bene la foglia di fico degli amici ebrei (in effetti non la conosce solo Fiamma Nirenstein: la conosciamo tutti quella squallida foglia di fico, e sappiamo anche che nessuno ricorrerebbe a quella foglia di fico se avesse qualche copertura più decente, ma i foglifichisti non se ne sono ancora accorti, eh già...), e questo è un atteggiamento “ingiusto, furbo e ricattatorio”. E il sostegno della destra a Israele è “acritico” mentre l’equilibratissima sinistra, o yes, ha sempre avuto “una linea prevalente di equidistanza fra Palestina e Israele” - perché è bello essere equidistanti fra chi tenta di attuare un programma di sterminio totale e chi tenta di difendersene – “se non di vicinanza al popolo palestinese” – perché è più bello ancora dedicarsi anima e corpo alla causa di chi sta cercando di completare l’opera di Hitler (e non parliamo poi delle cose scritte nei commenti...). Vabbè, indecisa se andare a vomitare o cercare di trattenere le deliziose orecchiette pugliesi mangiate per cena, ho comunque provveduto immediatamente ad eliminare il blog in questione.
Sono entrata, sempre ieri sera, in un altro blog, sempre della cartella “blog a” (e ora nel cestino), sempre di persona solitamente intelligente e riflessiva, in cui è detto che se dovesse sentire “la stracciatissima parola indignazione per la bestemmia detta da Berlusconi” ci viene a cercare casa per casa per appiccicarci sulla fronte un’etichetta con scritto “LA BINETTI VE LA MERITATE TUTTA”. Ora, a me la Binetti fa abbastanza senso, come credo di avere già avuto occasione di dire. E potendo scegliere liberamente, sceglierei di sicuro di farmi governare da un essere umano. Se poi il suddetto essere umano sapesse anche fare il politico, sarebbe l’apoteosi. Ma se fossi obbligata a scegliere fra quell’essere semiumano che è la Binetti e quell’ammasso di putredine, non non avrei davvero dubbi sulla scelta da compiere, e se quel signore verrà a bussare a casa mia, potrà tranquillamente risparmiarsi la fatica di portare l’etichetta, perché sulla mia fronte ce n’è già una, con scritto “FIERA DI MERITARMI LA BINETTI”. Quanto alla “barzelletta” su Rosy Bindi, non l’ho sentita e non l’ho letta, e non la voglio né sentire né leggere (interessante comunque il fatto che nel blog in questione molti commenti dicano che la barzelletta fa schiantare dalle risate e che la bestemmia finale ci sta meravigliosamente. Interessante il fatto che i suddetti commenti siano tutti maschili. Il che costringe ad osservare che, pur lontanissimi dal mondo islamico, anche da noi però di strada da fare per ripulire il mondo da questa feccia schifosa ce n’è ancora un bel po’). Per quanto riguarda invece quella sugli ebrei, qualcuno dovrebbe provvedere a informare l’ammasso di putredine che in quella originale il protagonista non è un ebreo, bensì un cristiano che si va a confessare; qualcuno dovrebbe provvedere a informare l’ammasso di putredine che gli ebrei, a quei tempi, erano quelli che scappavano e cercavano rifugi, non quelli che potevano permettersi il lusso di offrirli; qualcuno dovrebbe provvedere a informare l’ammasso di putredine che gli ebrei, a quei tempi, non erano quelli che si arricchivano offrendo ripari, bensì quelli che, se avevano due soldi, si svenavano e arricchivano i cristiani per tentare di sfuggire alle camere a gas. Qualcuno ci è riuscito, molti altri no. Ditelo, a quell’ammasso di putredine. (e già che ci sei leggiti anche questo)

barbara


16 aprile 2010

PERLE

Essendo dell’opinione che ogni tanto occorra distrarsi un momentino dalle discussioni sui massimi sistemi e dalle tragedie planetarie, ho deciso di offrirvi una pausa di relax, presentandovi questa deliziosa collezione di perle che ho raccattato su nei miei vagabondaggi per il cannocchiale. Godetevele tutte!

Ciao a tutti...sapete ke sto facendo???
sto parlando al telefono con il mio amoruccio!!!
ogni volta è sempre piu bello....mi fa ridere....
è bello sentirlo ridere!!! mi fa sentire felice!!lo amo troppo...
buona notte.....io intanto...continuo a parlare cn il mioamoruccio....
vi volgio troppo bene....
vita mai ti amooooooooooooooo

ciao raga sn nuova...quindi nn so fare nulla!!!ahahah...kmq io sn una ragaxa molto socievole (dipende k xsn)simpa,mi piace divertirmi uscire andare a ballare anke se n c vado molto...ma kmq...sn single!!!:(...ecc....

Ciau io mi kiamo klaudia...questo è il primo post...e devo dire ke già mi piace scriverli...cmq ora vadu ciauuu!

?al?? s ??gl?s ¢?as!

Siamo una casa di cura che si occupa di psichiatria, abbiamo deciso di aprire un blog per far conoscere meglio questa malattia

SALVE A TUTTI ALLORA CHE PROPOSTE AVETE CHE FACCIAMO?TANTO QUA NON SERVIAMO A NESSUNO L'UNICA COSA CHE CI POSSIAMO INCONTRARE QUA' PER FARE QUALCOSA DITEMI LE VOSTRE OPINIONI I VOSTRI PENSIERI COSA VOLETE FARE E COME PENSATE DI FARE

finalmente....
.....mankano 13 gg e io e il mio piccino facciamo 6 mesi(di fidanzamento)...be il 23 ottobre sarà speciale abbiamo deciso,gia da tempo,di andare al ristorante(l'abbiamo deciso appena ci siamo messi insieme)e si....voglio una cenetta a lume di candela...sto gia penx a ke cosa prenderli...xk sapete so ke li dv regalare a natale ma ankora nn so ke regalarli il 23...besi sn un po una cipolla....CREDO SIA INUTILE DIRE KE è UN BELLISSIMO PERIODO XK SI VEDE:)questo è stato un mese bellissimo m un po strano abbiamo litigato un pokino xo tutto benissimo ora!!!:)
madoooooooooooo
sono felicissima:)


BENTORNATI
IL MIO PRIMO BLOG..........LA CONSEGUENZA DI DIRE LA MIA SU QUESTE "SCELTE" NON TANTO DEMOCRATICHE DI QUESTI POLITICI.

Parlare delle proprie cose personali non ha senso quando tutti siamo impegnati a riflettere su questioni etiche di portata escatologica

un mondo che non conoscevo e che solo per sentito dire avevo visto

Dobbiamo credere in quello in cui crediamo

riekkoci qui...trp bello qts mese...è stato il + bello...
ma anke il + triste...si xk è tt + emozionante...tt + forte d prima...
da adexo penso sl al presente...nn penso + al passato e nn penserò al futuro
sl al presente e nn mi illuderò + cm prima...nn m farò + trattare cm una volta...
si xk la giody da gg è nuova xk lui gli ha ft imparare la lezione...
da adexo nn voglio + soffrire...ma so ke sarà molto difficile...
cambierò davvero?!forse...nexuno nn lo sa....
sn sl kontenta d nn aver dt ql cs a lui...sarebbe kambiato tt qnt...
_giody_

È raro che mi pronunci su questioni politiche. Quando l’ho sempre fatta è perché la mia preparazione e il relativo studio su di esso è avvenuto in maniera rigorosa.

i "cacciatori" di criminali esistono da sempre, praticamente da quando esiste il crimine

Serve un Zapatero italiano


Fa sempre un po’ male tornare sul luogo del delitto. Ci si scopre nudi e invulnerabili.

>_>

AHAH. NO, grazie.
La parola ruota di scorta non mi piace.
VAFFANCULO.

Scusate lo sclero molto YEEEEAH.
Si oggi sono fissata con YEEEAH e YO.

Sciau gente.
Buona notte.
<3

Lunedi alle undice e mezza di sera piangevo dal dolore da quanto ho avuto dolori forti...

Ha appena 18 anni si chiama Fadua ed è indiana ma nn ha il burka!

ecco ancora un post
questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo questo e' il testo

insomma, scendiamo in puglia per un incombente di lavoro

Vero che ora vi sentite meglio?

barbara

barbara


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. blog perle genio

permalink | inviato da ilblogdibarbara il 16/4/2010 alle 23:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


13 maggio 2009

GIANNI MINÀ SERVO DEL POTERE

Quello che segue è un articolo pubblicato sul Corriere di oggi che, se pure non ci rivela niente di nuovo, aggiunge tuttavia un ulteriore tassello all’infamia del personaggio.

Certo, non si poteva chiedere a
Gianni Minà di intercedere presso le (sue) amatissime autorità cuba­ne perché attenuassero la persecuzione della blogger cubana e dissidente Yoani Sánchez. Ma addirittura attaccarla, deni­grarla, screditarla: non è un inglorioso ec­cesso di zelo, quello di Minà? E come giu­dicare l'amico italiano del tiranno di Cu­ba, che a casa sua gode di ogni libertà e invece usa la penna per se­gnalare agli oppressori l'autri­ce di «Cuba libre» (tradotto da Rizzoli) che non potrà ne­anche venire a Torino per presentare il suo libro?
Lei, Yoani Sánchez, ha ri­sposto a Minà, universalmen
te noto come l'intervistatore ufficiale e compiacente del dittatore, con una semplicità ammirevole: «Ecco le domande che non hai fatto a Fidel Castro che ora vuol to­glierci anche Internet». Ma la blogger dis­sidente resterà delusa: quelle domande inevase l'intervistatore ufficiale non le fa­rà mai. Non ha mai parlato degli scrittori cubani in galera e in esilio. Non ha mai parlato dei rapporti di Amnesty Interna­tional che documentano l'assenza di ogni parvenza di libertà civile nell'isola della dinastia Castro. Non ha mai parlato del regime a partito unico, a giornale uni­co, a sindacato unico, a satrapia castrista unica. Ha descritto (come l'amico Michael Moore) le meraviglie della sanità cuba­na, con gli stessi toni con cui gli apologe­ti del fascismo lodavano i treni in orario e quelli dell’Urss l'efficienza del sistema scolastico sovietico. Si è visto dopo, co­me tutto fosse di cartapesta: pura, ingan­nevole propaganda di regime. Gianni Minà non parlerà per chiedere all'Avana la con­cessione del visto che consen­ta alla blogger di essere presente tra qualche giorno alla Fiera del libro di Torino e di raccontare (c'è scritto nel suo libro) come funzionano vera­mente le cose nella sanità cu­bana. Non lo farà, visto che ha già approfittato dell'occasione per basto­nare la debole e fare un piacere ai forti, per mettere in difficoltà la donna in liber­tà limitata e favorire i suoi aguzzini. Sap­pia almeno, Yoani Sánchez, che in Italia non tutti si comportano come Minà. Quando a Torino interverrà telefonica­mente potrà accorgersene: un applauso di solidarietà attenderà solo lei. (Pierluigi Battista)

E pensare che avevano fatto una rivoluzione, da quelle parti, per abbattere la dittatura …
Di Cuba avevo parlato anche qui. Quest’altra cosa che aggiungo a completamento e commento di questo articolo, è invece un documento di quattro anni fa, che avevo messo nell’altro blog.


Radicali.it - sito ufficiale di Radicali Italiani

Cuba: D’Elia, per certi difensori dei diritti umani è un’isola felice

Roma, 16 marzo 2005

Alla lettera-petizione in difesa del regime cubano sottoscritta da 200 intellettuali di fama mondiale Nessuno tocchi Caino risponde con una nota in cui sono riportati alcuni fatti che provano le gravi violazioni dei diritti umani perpetrate dal regime di Castro.
I firmatari della lettera, tra cui figurano i premi nobel Josè Saramago, Rigoberta Menchù, Adolfo Perez Esquivel, Nadine Gordimer e gli italiani Claudio Abbado, Luciana Castellina e Gianni Minà, affermano tra l’altro che a Cuba “non esiste un singolo caso di scomparsa, tortura o esecuzione extra-giudiziaria” e che la rivoluzione ha consentito il “raggiungimento di livelli di salute, educazione e cultura riconosciuti internazionalmente.”
Secondo il Segretario di Nessuno tocchi Caino, Sergio D’Elia, “la lettera non tiene conto minimamente della realtà cubana e dei misfatti compiuti dal dittatore di più lungo corso al mondo”. “Cuba ha due facce, una sotto i riflettori, l’altra nascosta. Per certi difensori dei diritti umani, esiste solo la prima: quella della base americana di Guantanamo dove sono detenuti i talebani.” “Ma Cuba non è solo Guantanamo ­ prosegue D’Elia -, è anche Combinado del Este, Canaleta, La Pendiente, Ceramica Roja, Kilo 8...” “La Perla dei Caraibi non è tutta sole, mare e sabbia. E’ anche galera e centri di “rieducazione”.
Quanto all’isola felice dove “non esiste un singolo caso di scomparsa, tortura o esecuzione extra-giudiziaria,” Nessuno tocchi Caino invita i firmatari della petizione pro-Castro a riflettere su quanto accaduto nel 2003 e che tutti hanno potuto leggere sui giornali di tutto il mondo e a quanto denunciato da importanti organizzazioni umanitarie.


NOTA (che se non ricordo male dovrebbe essere mia):

A) L’11 aprile 2003, Fidel Castro ha fatto giustiziare tre componenti un gruppo di cubani che una settimana prima si era impadronito di un traghetto con l’intento di raggiungere la Florida. Enrique Copello Castillo, Barbaro Leodan Sevillan Garcia e Jorge Luis Martinez Isaac sono stati fucilati all’alba. Quattro loro compagni sono stati condannati all’ergastolo, uno a 30 anni di prigione e altri tre a pene detentive comprese fra 2 e 5 anni. L’imbarcazione, rimasta a secco a 45 chilometri dalle coste cubane, era andata alla deriva per 24 ore e i sequestratori si erano arresi alle autorità cubane, senza che ai 50 ostaggi fosse stato torto un capello. I dirottatori erano stati processati per direttissima e condannati per atti di terrorismo l’8 aprile. Nel giro di tre giorni, gli appelli sono stati respinti sia dalla Corte Suprema che dal Consiglio di Stato, il più alto organo esecutivo di Cuba presieduto da Fidel Castro, quindi giustiziati. La Commissione Inter-Americana sui Diritti Umani (IACHR) ha condannato il carattere sommario del processo celebrato in spregio delle regole minime di giustizia internazionalmente riconosciute e ha stabilito essere il fatto “una privazione arbitraria della vita.”

B) Quanto alla rivoluzione cubana che ha permesso il “raggiungimento di livelli di salute, educazione e cultura riconosciuti internazionalmente,” basta leggere i rapporti sui diritti umani, sulle condizioni nelle prigioni cubane e il trattamento dei detenuti politici.
Sia la Commissione Inter-Americana sui Diritti Umani (IACHR) che l’Alto Commissario Onu per i Diritti Umani hanno denunciato nel 2004 la presenza nelle carceri di casi diffusi di scabbia, tubercolosi, epatite, infezioni varie e malnutrizione. Una ventina di detenuti sarebbero morti nel corso dell’anno a causa di mancata assistenza medica. Detenuti per ragioni politiche o di coscienza sono stati rinchiusi in celle di isolamento umidissime, infestate dai topi, con un buco come gabinetto e un letto di cemento, senza acqua e senza il conforto della Bibbia che gli era stata sequestrata. Quelli non in isolamento sono stati costretti a indossare le uniformi del carcere, a mettersi sull’attenti all’entrata delle guardie nelle celle, messi insieme a detenuti comuni, violenti, intimiditi pesantemente e picchiati dalle guardie e sessualmente aggrediti da altri detenuti.

Nel 2004, il regime ha messo agli arresti domiciliari 14 dei 75 dissidenti arrestati nella primavera del 2003, per lo più anziani e ammalati. Il numero è stato ampiamente compensato da altri trenta dissidenti incarcerati nel corso dell’anno, ha denunciato la Fondazione Cubana dei Diritti Umani.

C) D’altro canto va anche detto che chi fornisce informazioni sulla situazione di diritti umani a Cuba rischia pene severissime. Marcelo Lopez, membro del Consiglio Direttivo di Nessuno tocchi Caino e già portavoce e segretario della Commissione diritti umani e riconciliazione nazionale, è stato condannato nel 2003 a una pena di 15 anni di carcere per aver trasmesso informazioni ad organizzazioni internazionali come Amnesty International e Human Rights Watch su casi di condannati a morte nel suo paese. Marcelo è stato condannato anche per essersi fatto inviare copia della risoluzione di condanna emessa dalla Commissione diritti umani dell’ONU di Ginevra.

(Nei prossimi giorni ripescherò anche altri post dello stesso periodo, ché una rinfrescatina alla memoria non fa mai male)

                        

barbara


23 febbraio 2009

L’ULTIMO POST DI ZENGJINYAN

Zengjinyang è la blogger cinese che durante le olimpiadi di Pechino era stata fatta sparire insieme alla figlia di pochi mesi, mentre suo marito, blogger anche lui, era ed è tuttora in prigione a causa delle richieste di libertà e democrazia fatte nel suo blog. Finite le olimpiadi a Zengjiyan è stato consentito di tornare a casa. Ogni tanto faccio un salto da lei, per vedere se è ancora lì, se è ancora viva, se è ancora libera. Quello che segue è il suo post di oggi, nell’abominevole ma comunque comprensibile traduzione di google translate. Ve la metto qui così com’è, senza correzioni, tanto per darvi un’idea di come se la sta passando.

I ottimisticamente pensare, Hillary è andata, non posso essere libero di uscire di casa aveva. Al di questa mattina e ha trovato che posso uscire di casa, ma non può uscire da una gabbia in movimento. FB8233 moderne vetture bianco e nero a Pechino Pechino MI3591 moderne autovetture e gli uomini in nero: Perché stretto monitoraggio di me? Guarda me. Non capisco, a partire dal 2006 ad oggi, mi è stato detto fuori traccia e monitorare lo stress, non vorrei cedere, basta permettetemi ancora più rabbia e disgusto?
In molti casi, sono la mia debolezza e paura, soprattutto quando il mio bambino
??o assistere a piangere per le chiamate "Ah - Ma - Ah - Ma -" Quando è il mio????perdita esitazione, mi chiedo se l'anticipo e ritiro. Tuttavia, i miei diritti civili e le violazioni dei diritti umani di sicurezza dello Stato di polizia hanno più tempo, la mia libertà è limitata più tempo, la mia rabbia su l'accumulo di un po' di più. Questa rabbia è ingiusto crociata contro l'ingiustizia e disprezzo, come una valanga valanga, annegati le mie paure, mi permetta di parlare la mia mente mente, mi permetta di lottare per resistere.
Ma più mi ha lottato per il mio corpo di sorveglianza illegale, più restrizioni ancora più forte irragionevolezza. Sono triste di vedere che io e pochi anni fa, Hu Jia, come nel passo per passo verso la prigione. Tuttavia a causa della repressione, arresti illegali, pestaggi, le sparizioni, Hu Jia è ancora disposta a rinunciare a dire la verità, si rifiuta di rinunciare al loro diritto alla libertà di espressione, ma la rabbia di fare un sacco di casi, forte critica. Adesso, nonostante le forti pressioni, anche se spesso deboli e la paura, può essere più arrabbiato o dire quelli che controllano
????, illegali le restrizioni sulla mia libertà, la violazione dei miei diritti civili. Consapevole del fatto che di tanto in tanto, mi hanno davvero un giorno per essere bloccato in carcere, il mio bambino come fare????a??
cuori (qui)

E nel frattempo la brava Hillary, così come a suo tempo la nostra Bonino, si dedica all’hobby di leccare il culo ai macellai.



barbara


17 novembre 2007

EBBENE SÌ, LO CONFESSO: SONO UNA ZOCCOLA

Perché qui è tutto un fiorire di blog che raccontano chi ha incontrato chi e come e dove e quando, nel blog di tizio ho incontrato caio poi sempronio è venuto a commentare da me e allora io … Beh, il fatto, nudo e crudo, è che io me ne sono fatti troppi, talmente tanti che non riuscirei a vederli tutti neanche con la sfera di cristallo, ecco, questa è la verità. Ci sono stati amori a prima vista e innamoramenti seguiti da delusioni e sveltine di passaggio e battaglie ciclopiche conclusesi in amplessi e rotture clamorose e sentimenti pacati ma duraturi e riconciliazioni e divorzi definitivi … potrei continuare fino a domani, vedete. Solo che non posso ricordarmi, per ognuno, com’è che è andata. Però il primo sì, lo sanno tutti che il primo amore non si scorda mai, e il primo è stato Silverlynx, che casualmente è anche l’uomo più bello della bloggosfera (fattene una ragione, Nardi: è così e basta), ma questa è un’altra storia. Fatto sta, comunque, che un giorno mi ha informata che aveva aperto un blog e mi ha invitata a visitarlo. Lì ho incontrato oni-fled, che da anni ormai non posta più ed è un peccato, davvero, perché scriveva cose assolutamente esilaranti, per esempio quando raccontava degli amici e conoscenti che le parlavano urlando e lei che spiegava guarda che io non sono dura d’orecchi: io sono sorda. SORDA. S.O.R.D.A: è inutile che urli! E poi Esperimento, sempre lì da Silverlynx, dalla quale ho incontrato il punto. Poi da lì ho cominciato a vagabondare: Watergate, krillix, liberopensiero, yoni, che non posta più neanche lui da quando gli è nato il bimbo più bello del mondo. Poi da qualche parte, non ricordo dove, mi sono imbattuta nel Grande Zio del cannocchiale, raccoon, che per qualche tempo è stato anche mio cognato ma poi ha clamorosamente perso il diritto di esserlo, e quindi niente. Poi lì da lui ho incontrato un sacco di gente perché anche lui, diciamolo, è una grandissima zoccola. Ed è stato lì che sono stata adescata da un tale che è figlio di un altro tale ma questa è un’altra storia, che mi ha proposto di entrare nel suo blog, e io ci sono andata, e ci sono rimasta nove mesi: il tempo giusto giusto per partorire un blog mio: questo. Che è diventato abbastanza un porto di mare, ci passa un sacco di gente e se mi sembrano interessanti passo anch’io da loro e così me ne sono fatti tanti altri. Quelli da cui non vado mai, comunque, sono quelli che mi scrivono cose come “bello il tuo blog vieni a vedere il mio” e io, come si suol dire, manco p’o cazzo. Il Nardi credo di averlo incontrato dal coon, Alce non mi ricordo dove, ma mi ricordo come: era accaduto che Aldo Torchiaro aveva subito un ignobile attacco da parte della sedicente IADL: islamic antidefamation league, e Alce stava mobilitando forze da mettere in campo a sostegno di Aldo; credo di essere inciampata su di lei per caso, comunque mi sono immediatamente arruolata. Ah già, stavo dimenticando (scusascusascusa!) il Sannita: e lui me lo ricordo bene. Era quando stavo nell’altro blog, qualcuno aveva lasciato un commento che io avevo a mia volta commentato, e il Sannita è intervenuto per dire no, ma secondo me non voleva mica dire quello che hai inteso tu, bensì quest’altro. Io ho riletto il commento e poi ho detto sì, forse hai ragione tu, in effetti c’è una virgola a cui prima non avevo fatto caso. Bimbo in gamba, il Sannita, adesso si è laureato, andate a fargli le congratulazioni. Ogni tanto – sì, in realtà ho mentito, da Ugolino – mi dimentico di essere una zoccola di lusso e vado un po’ a battere: vado nella home page del cannocchio e do un’occhiata agli ultimi post. A volte capita che trovo qualcosa che mi sembra interessante, e allora vado a vedere, e se anche il blog mi sembra interessante lo metto nella cartella “blog in prova”. È stato in questo modo che mi sono imbattuta in topgonzo cui sono seguiti i satelliti Frine, Marcoz, Erasmo e dove ho poi incontrato Eco dalla quale ho incontrato Bippì dalla quale ho incontrato il munaciello, dal qua… , e poi zemzem e poi bolledaorbi e poi labeba e poi il diariodibubu e poi locandasulfaro e infiniti altri che mi scuseranno ma la mia dose quotidiana di fosforo ormai si è esaurita e poi ho l’influenza e poi ho la bronchite e poi insomma va bene così. Se qualcuno che non ho nominato e con cui ho frequentazioni abituali si ricorda quando e come e dove ci siamo incontrati, beh, spero che invece di offendersi per non essere stato/a nominato/a provvederà invece a rinfrescare la mia vecchia e stanca memoria (e i link non li metto, no, perché sono troppi e poi li conoscete quasi tutti e se non li conoscete cercateli da soli, che siete giovani e forti, ecco).
Saluti e baci dalla vostra zoccola preferita


Ely, GB, 1983

barbara


27 ottobre 2007

INFORMAZIONE GRATUITA

Vi segnalo due blog che ho appena scoperto: quello del mitico Giuseppe Fontana:

http://www.beppefontana.blogspot.com/

e quest’altro:

http://fromitalytoisrael.splinder.com/

di una deliziosa ragazza israeliana che scrive in italiano da New York. Naturalmente se non andate a leggerli avrete a che fare con me, savasandir.



barbara


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. blog

permalink | inviato da ilblogdibarbara il 27/10/2007 alle 23:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa


6 ottobre 2007

ANNIVERSARIO



APERTO DAL 06 ott 2005
VISITE 291841
NUMERO DI POST 933

barbara


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. anniversario blog barbara

permalink | inviato da ilblogdibarbara il 6/10/2007 alle 15:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (42) | Versione per la stampa


21 giugno 2007

PENSIERINI VAGABONDI DA SOLSTIZIO D’ESTATE

Chissà come devono sentirsi emarginate e discriminate le povere balene gialle. (Pensierino a latere: chissà come deve sentirsi invece finalmente appagata e realizzata la nostra amica blogger aurora86, che in anni e anni di blog non era riuscita a raccattare che qualche decina di migliaia di visite e adesso invece in quattro giorni quattro è arrivata a mezzo milione …) (ma anche il mio ex cognato, se è per quello …)

barbara


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. balene blog contatori taroccati

permalink | inviato da ilblogdibarbara il 21/6/2007 alle 18:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (30) | Versione per la stampa
sfoglia     dicembre        febbraio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

siti
foto e filmati
blog
.
I MIEI POST
Israele, documenti e riflessioni
Comunicati HonestReportingItalia
islam
donne
addii
ricorrenze
cose di ebrei
i miei libri
cose mie
cose così
chicche
post speciali
sveglia!
in Israele
Somalia
La luna e il suo bardo


ilblogdibarbara@gmail.com 

Un proposito:
io vedo, io sento, io parlo.
 

 
Hadas Fogel, colona ebrea di mesi 3, giustiziata (sgozzata) a Itamar l'11 marzo 2011 dai combattenti per la libertà palestinesi





MEGLIO UN MURO OGGI
CHE UN ATTENTATO DOMANI

Ugo Volli

”Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei. E che cos’è l’antisionismo? È negare al popolo ebraico un diritto fondamentale che rivendichiamo giustamente per la gente dell’Africa e accordiamo senza riserve alle altre nazioni del globo. È una discriminazione nei confronti degli ebrei per il fatto che sono ebrei, amico mio. In poche parole, è antisemitismo… Lascia che le mie parole echeggino nel profondo della tua anima: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei, puoi starne certo.” M.L. King




Israele e il mondo arabo


Lo stato ebraico e il mondo islamico





Ruth Halimi – Émilie Frèche, 24 giorni La verità sulla morte di Ilan Halimi, Belforte
Trad. Barbara Mella, Elena Lattes, Marcello Hassan





Questo è Leone, e ha la bella età di tre ore


gatto sionista

Occhio alla piovra giudaica!









QUESTO BLOG È SIONISTA










... e invece niente

 Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11 


Non riuscirete a fermarci!










Anna Politkovskaja: non perdoniamo
e non dimentichiamo




Reduci dai campi di sterminio nazisti





giù le mani dalle donne








Make love, not peace!




Poesia pura



Locations of visitors to this page


        questa sono io


questa è una cosa che amo


     e questa è un'altra



Pillole di saggezza
Take it easy. But take it.

La miglior vendetta è la vendetta.


Sholem Aleichem
Cantico dei Cantici
ed. Belforte
traduzione di Sigrid Sohn e Barbara Mella


sessantenne d'assalto
   

CERCA