.
Annunci online

ilblogdibarbara
fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza


Diario


23 maggio 2010

VERO: A GAZA NON SI STA SEMPRE BENE

A volte capita che si stia anche male. Anzi, malissimo. Tutti, ma soprattutto i bambini.

MEDIO ORIENTE

Gaza, devastato campo estivo per bimbi
Minacce all'agenzia Onu per i profughi


Commando armato incendia la struttura, allestita sulla spiaggia dall'Unwra per fa giocare i piccoli palestinesi durante l'estate. Lettera con proiettili a John Ging, che accusa: "Atto di estremisti"



GAZA - E' stato un raid veloce e spietato, quello di una trentina di uomini armati dal volto coperto che ha letteralmente devastato, all'alba di oggi, un campo estivo per i bambini della Striscia di Gaza, organizzato dall'Unwra, l'agenzia Onu per i profughi palestinesi. I vandali hanno legato una guardia all'ingresso, dato fuoco alle tende e danneggiato i bagni della struttura. L'attacco non è stato rivendicato, ma gli aggressori hanno lasciato una lettera con tre pallottole nella quale minacciano di uccidere John Ging, responsabile dell'Unwra nella Striscia, se continueranno le attività a favore dell'infanzia.
Il campo è uno dei 35 realizzati dall'Unwra per l'annuale programma estivo "Summer game", destinato a 250mila bambini e ragazzi dei campi profughi. Malgrado l'attacco, ha affermato Ging, "l'Unwra continuerà a fornire il sostegno necessario ai bambini di Gaza, sottoposti a stress fisici e psicologici". Questo, ha commentato, "è vandalismo legato all'estremismo, un attacco contro la felicità dei bambini".
L'amministrazione di Hamas a Gaza ha condannato l'attacco al campo dell'Onu. Tuttavia in passato il dipartimento per i diritti dei profughi, che fa capo al movimento islamico, ha accusato l'Unwra di "invadere culturalmente le menti dei bambini" promuovendo idee a favore del "perdono, la coesistenza e per dimenticare il passato". Hamas dispone di propri campi estivi per i bambini.
(23 maggio 2010) (qui)

In effetti sia Hamas che Fatah si sono sempre preoccupati di organizzare campi estivi per quei poveri bambini: campi per distrarli dalle preoccupazioni quotidiane, campi per tenerli impegnati in attività utili e costruttive, campi per dare loro un’educazione che garantisca loro un futuro degno.



                  



                                                     

    

                                                  

Un’idea ancora più esaustiva la possiamo ottenere andando a vedere qui, qui e qui.


barbara


15 febbraio 2010

PER NON DIMENTICARE TARANEH

Era bella, era innocente, era un fiore.



Ma qualcuno i fiori, anziché odorarli, anziché sfiorarli con la punta delle dita, anziché coglierli con delicatezza, preferisce strapparli, e farli a pezzi, e calpestarli, e infine scagliarli nel letamaio. Questo video, costruito con grande talento, con immenso amore, con sconfinata pietà, non è nuovo, ma mi è stato inviato ieri, e io voglio condividerlo con voi, per ricordare questa martire innocente simile a tante, troppe altre martiri innocenti.

barbara


22 giugno 2009

A TIENANMEN NON C’ERANO I CELLULARI

E chissà se i macellai di Teheran si sono resi conto che i cellulari sono un’arma molto più potente di tutto il loro uranio arricchito.



barbara

AGGIORNAMENTO: devi leggere anche questo.


21 giugno 2009

TI CHIAMAVI NEDA

Avevi sedici anni. Credevi che chiedere libertà, chiedere giustizia, chiedere dignità umana fosse un diritto: ti hanno dimostrato che sbagliavi. Ti hanno afferrata, ti hanno trascinata, hanno seviziato il tuo viso a coltellate e alla fine ti hanno sgozzata. Possa il tuo sangue innocente dare forza a tutti coloro che lottano, e possa soffocare tutti i nemici del genere umano, e possano le tue urla strazianti cancellare per sempre il loro sonno. E tu riposa in pace, piccola mia.



barbara


14 giugno 2008

HANNO OBBEDITO AGLI ORDINI

Così si sono giustificati quelli del Santa Rita. Ma non era stato stabilito una volta per tutte a Norimberga sessant’anni fa che questa scusa non vale?



barbara

sfoglia     aprile        giugno
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

siti
foto e filmati
blog
.
I MIEI POST
Israele, documenti e riflessioni
Comunicati HonestReportingItalia
islam
donne
addii
ricorrenze
cose di ebrei
i miei libri
cose mie
cose così
chicche
post speciali
sveglia!
in Israele
Somalia
La luna e il suo bardo


ilblogdibarbara@gmail.com 

Un proposito:
io vedo, io sento, io parlo.
 

 
Hadas Fogel, colona ebrea di mesi 3, giustiziata (sgozzata) a Itamar l'11 marzo 2011 dai combattenti per la libertà palestinesi





MEGLIO UN MURO OGGI
CHE UN ATTENTATO DOMANI

Ugo Volli

”Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei. E che cos’è l’antisionismo? È negare al popolo ebraico un diritto fondamentale che rivendichiamo giustamente per la gente dell’Africa e accordiamo senza riserve alle altre nazioni del globo. È una discriminazione nei confronti degli ebrei per il fatto che sono ebrei, amico mio. In poche parole, è antisemitismo… Lascia che le mie parole echeggino nel profondo della tua anima: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei, puoi starne certo.” M.L. King




Israele e il mondo arabo


Lo stato ebraico e il mondo islamico





Ruth Halimi – Émilie Frèche, 24 giorni La verità sulla morte di Ilan Halimi, Belforte
Trad. Barbara Mella, Elena Lattes, Marcello Hassan





Questo è Leone, e ha la bella età di tre ore


gatto sionista

Occhio alla piovra giudaica!









QUESTO BLOG È SIONISTA










... e invece niente

 Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11 


Non riuscirete a fermarci!










Anna Politkovskaja: non perdoniamo
e non dimentichiamo




Reduci dai campi di sterminio nazisti





giù le mani dalle donne








Make love, not peace!




Poesia pura



Locations of visitors to this page


        questa sono io


questa è una cosa che amo


     e questa è un'altra



Pillole di saggezza
Take it easy. But take it.

La miglior vendetta è la vendetta.


Sholem Aleichem
Cantico dei Cantici
ed. Belforte
traduzione di Sigrid Sohn e Barbara Mella


sessantenne d'assalto
   

CERCA