.
Annunci online

ilblogdibarbara
fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza


Diario


20 novembre 2008

POSSO FARE UNA DOMANDA?

Quella volta che la signora Hillary Clinton nata Rodham, incidentalmente coinvolta – anche se solo sfiorata e poi subito ripulita grazie alla sua posizione – nello scandalo Whitewater e forse non del tutto estranea alla vicenda del suicidio di Vincent Foster, in quel momento in corsa per la candidatura contro Barack Obama, fu beccata a pubblicare una foto in cui Obama appariva più scuro di quanto sia nella realtà, voleva forse velatamente – oh, molto, moolto velatamente! – insinuare l’idea che essere negri è una schifezza? No perché la signora Rodham Clinton non fa mica parte di quella banda di fanatici estremisti guerrafondai che sono i repubblicani, ossia dei cattivi, nononò, lei fa parte della schiera dei moderati pacati pacifici democratici, ossia dei buoni … Naturalmente mi rendo benissimo conto che il mio è un sospetto di rara perfidia, ma essendo io notoriamente la perfidia personificata, sono certa che non rischierete di essere travolti dallo sconvolgimento nel leggere questo mio malignissimo post.
Saluti e baci e sogni d’oro a tutti.


(il bello di essere bianchi)

barbara


6 novembre 2008

PENSIERINO DELLA SERA

Piccola premessa: non ho fatto il tifo per lui. Neanche per il suo avversario, se è per quello: semplicemente, non sono riuscita ad appassionarmene. Detto questo, il pensierino della sera è che un notevole vantaggio dei credenti rispetto ad agnostici, atei, o anche semplici dubbiosi, o credenti in maniera non del tutto ortodossa, è che quelli possono pensare che lei, e lei, e lui ci sono ancora, da qualche parte, e stanno vedendo quello che succede, e stanno brindando e ballando di gioia. E una cosa, comunque, mi sento di poter dire: si preferisca la politica dei democratici o dei repubblicani, si sia fatto il tifo per lui o contro di lui, si sia combattuto per diffondere o per smentire le voci sul suo essere musulmano, sui suoi legami con terroristi islamici o con fondamentalisti cristiani, insomma, comunque la si pensi e da qualunque parte si stia, oggi è un grande giorno, non per l’America, ma per il mondo intero.



barbara


24 ottobre 2008

ULTIMA, E POI CHIUDO IL DISCORSO

Se si parla di estetica, mi permetto di dire che Mara Carfagna è una gnocca e Livia Turco un cesso – e non vedo perché non dovrei.

                              

Se si parla di stato di conservazione dico che Rula Jebreal è fresca e Lilli Gruber è bolsa.

                                    

Se si parla di statura dico che Piero Fassino è uno stangone e Renato Brunetta un nanerottolo – o yes.

                    

Se parliamo di colori dico che John McCain è bianco e Barack Obama nero. O negro, se si preferisce: per me non è un problema.

                                  

Se parliamo di professionalità, di serietà, di competenza, di efficacia, di efficienza, di onestà, di coerenza, di affidabilità; o se parliamo di politica o di giornalismo, ebbene, allora nessuna delle valutazioni esposte sopra può essere usata, e chi lo fa merita di essere definito un cialtrone. Dixi.
NOTA AGGIUNTIVA PER BIMBI UN PO’ TARDI. Il botulino e il silicone non sono difetti o comunque caratteristiche naturali che uno si ritrova alla nascita, come possono esserlo la statura, o il colore, o i lineamenti, o l’inevitabile invecchiamento che il passare del tempo porta con sé, di cui il soggetto portatore non è responsabile. Le due suddette sostanze sono corpi estranei che qualcuno SCEGLIE di inserire nel proprio corpo nel tentativo di mascherare gli effetti del passare del tempo. Quindi se dopo avere DIMOSTRATO che una sedicente giornalista è incapace, incompetente, arrogante, cafona, ignorante come una capra, si nota che IN PIÙ sceglie di imbolsirsi con botulino e silicone in un malriuscito tentativo di apparire più figa quando si esibisce nella veste di giornalista, l’osservazione è perfettamente pertinente, e in nessun caso può essere paragonata al criticare le scelte politiche di un ministro sbertucciandone la statura. Redixi.

barbara

sfoglia     ottobre        dicembre
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

siti
foto e filmati
blog
.
I MIEI POST
Israele, documenti e riflessioni
Comunicati HonestReportingItalia
islam
donne
addii
ricorrenze
cose di ebrei
i miei libri
cose mie
cose così
chicche
post speciali
sveglia!
in Israele
Somalia
La luna e il suo bardo


ilblogdibarbara@gmail.com 

Un proposito:
io vedo, io sento, io parlo.
 

 
Hadas Fogel, colona ebrea di mesi 3, giustiziata (sgozzata) a Itamar l'11 marzo 2011 dai combattenti per la libertà palestinesi





MEGLIO UN MURO OGGI
CHE UN ATTENTATO DOMANI

Ugo Volli

”Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei. E che cos’è l’antisionismo? È negare al popolo ebraico un diritto fondamentale che rivendichiamo giustamente per la gente dell’Africa e accordiamo senza riserve alle altre nazioni del globo. È una discriminazione nei confronti degli ebrei per il fatto che sono ebrei, amico mio. In poche parole, è antisemitismo… Lascia che le mie parole echeggino nel profondo della tua anima: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei, puoi starne certo.” M.L. King




Israele e il mondo arabo


Lo stato ebraico e il mondo islamico





Ruth Halimi – Émilie Frèche, 24 giorni La verità sulla morte di Ilan Halimi, Belforte
Trad. Barbara Mella, Elena Lattes, Marcello Hassan





Questo è Leone, e ha la bella età di tre ore


gatto sionista

Occhio alla piovra giudaica!









QUESTO BLOG È SIONISTA










... e invece niente

 Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11 


Non riuscirete a fermarci!










Anna Politkovskaja: non perdoniamo
e non dimentichiamo




Reduci dai campi di sterminio nazisti





giù le mani dalle donne








Make love, not peace!




Poesia pura



Locations of visitors to this page


        questa sono io


questa è una cosa che amo


     e questa è un'altra



Pillole di saggezza
Take it easy. But take it.

La miglior vendetta è la vendetta.


Sholem Aleichem
Cantico dei Cantici
ed. Belforte
traduzione di Sigrid Sohn e Barbara Mella


sessantenne d'assalto
   

CERCA