.
Annunci online

ilblogdibarbara
fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza


Diario


23 novembre 2010

SE TI BECCO

Il mio armadietto a scuola è grigio. Non perché qualcuno che mi vuole male me lo abbia fatto grigio per dispetto, ma perché gli armadietti sono grigi: è così, è una legge di natura, come l’acqua che a livello del mare a 100° bolle o l’accelerazione di gravità che, sempre a livello del mare, è di 9 metri al secondo per secondo o gli angoli interni di un triangolo che assommano a 180°. Non c’è niente da fare, è così, ti piaccia o no, e devi fartene una ragione. Grigio, di metallo. Grigio dentro e grigio lo sportello. In un corridoio grigio, lungo, con un’unica finestra in fondo, dalla luce frequentemente ridotta a causa dei colleghi che vi si affollano perché è l’unico angolo di tutta la scuola, che sta proprio sotto una montagna, in cui i cellulari riescono a prendere. La collega V, per vivacizzarlo, ci ha messo una sua foto. La collega U l’ha riempito di smiley. Il collega N, che è l’unico della scuola ad essere più vecchio di me e quindi, oltre al bisogno di vivacizzare l’armadietto (e a una moglie leggermente folle che quando ingrassa troppo si mette a dieta e per solidarietà mette a dieta anche il gatto, oltre ovviamente al marito), ha anche una dignità da difendere, ci ha messo una signorina abbondantemente discinta. Io ci ho messo tre foto piene di colori, fra cui questa.



L’ho stampata, plastificata, e infine attaccata allo sportello col nastro biadesivo attaccato dietro.
Chiunque abbia trafficato col nastro biadesivo sa quanto questa cosa sia micidiale. Se cambi idea e decidi di togliere la cosa che avevi attaccato, devi lavorare di unghie peggio di uno scoiattolo che scava il terreno semigelato per nasconderci ghiande e noci. E quindi deve averci lavorato davvero parecchio il/la collega che ha provveduto a farmela trovare, questa mattina, con un angolo interamente staccato e scorticato.
Adesso la foto è di nuovo a posto, con l’angolo riattaccato e protetta da un foglio adesivo. E sotto le tre foto campeggia un messaggio che riempie un intero A4:

Avviso per il/la gentile collega che si diverte a usare le unghie per rovinare le mie cose: se ti becco finisci all’ospedale. E bada che non scherzo.

Perché quell’area della scuola, questo va precisato, non è accessibile agli scolari. Non nel senso che sia semplicemente vietato – cosa che sarebbe del tutto secondaria e ininfluente – ma nel senso che proprio non hanno modo di arrivarci.

barbara

sfoglia     ottobre        dicembre
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

siti
foto e filmati
blog
.
I MIEI POST
Israele, documenti e riflessioni
Comunicati HonestReportingItalia
islam
donne
addii
ricorrenze
cose di ebrei
i miei libri
cose mie
cose così
chicche
post speciali
sveglia!
in Israele
Somalia
La luna e il suo bardo


ilblogdibarbara@gmail.com 

Un proposito:
io vedo, io sento, io parlo.
 

 
Hadas Fogel, colona ebrea di mesi 3, giustiziata (sgozzata) a Itamar l'11 marzo 2011 dai combattenti per la libertà palestinesi





MEGLIO UN MURO OGGI
CHE UN ATTENTATO DOMANI

Ugo Volli

”Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei. E che cos’è l’antisionismo? È negare al popolo ebraico un diritto fondamentale che rivendichiamo giustamente per la gente dell’Africa e accordiamo senza riserve alle altre nazioni del globo. È una discriminazione nei confronti degli ebrei per il fatto che sono ebrei, amico mio. In poche parole, è antisemitismo… Lascia che le mie parole echeggino nel profondo della tua anima: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei, puoi starne certo.” M.L. King




Israele e il mondo arabo


Lo stato ebraico e il mondo islamico





Ruth Halimi – Émilie Frèche, 24 giorni La verità sulla morte di Ilan Halimi, Belforte
Trad. Barbara Mella, Elena Lattes, Marcello Hassan





Questo è Leone, e ha la bella età di tre ore


gatto sionista

Occhio alla piovra giudaica!









QUESTO BLOG È SIONISTA










... e invece niente

 Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11 


Non riuscirete a fermarci!










Anna Politkovskaja: non perdoniamo
e non dimentichiamo




Reduci dai campi di sterminio nazisti





giù le mani dalle donne








Make love, not peace!




Poesia pura



Locations of visitors to this page


        questa sono io


questa è una cosa che amo


     e questa è un'altra



Pillole di saggezza
Take it easy. But take it.

La miglior vendetta è la vendetta.


Sholem Aleichem
Cantico dei Cantici
ed. Belforte
traduzione di Sigrid Sohn e Barbara Mella


sessantenne d'assalto
   

CERCA