.
Annunci online

ilblogdibarbara
fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza


Diario


10 ottobre 2010

MONGOLOIDE

Non avrei mai pensato che ci fosse ancora in giro gente che usa questo termine come insulto. Meno che mai pensavo che potesse essere usato da persona con livello di istruzione medio-alto. E invece c’è. Mi è capitato sull’interregionale Milano – Verona. Trentenne belloccio, palestrato, abbronzato si mette a raccontare di come siano i professori quelli che rovinano la scuola. E per farne un esempio esauriente racconta che a sua sorella, molto più piccola, è capitata la stessa insegnante che aveva avuto lui. E siccome lui per tutti gli anni del liceo le aveva fatto vedere i sorci verdi, appreso che la ragazzina era sua sorella le ha detto: “Spero che tu sarai un po’ più calma di tuo fratello”. Crimine orrendissimo, sarete certamente d’accordo. Crimine di cui io stessa, occasionalmente, mi sono ignobilmente macchiata. E dunque il trentenne belloccio palestrato abbronzato decide che l’infame non la deve passare liscia. “Sono andato lì e le ho detto stammi bene a sentire, pezzo di merda: se hai frustrazioni da smaltire te le vai a smaltire da qualche altra parte, non scaricandole su mia sorella, hai capito? MONGOLOIDE!” Ho fatto un salto sul sedile. Chissà se il belloccio lo sa che c’è stato un tempo in cui i “mongoloidi” finivano in gas. Chissà se lo sa che, una volta avuto il culo di non nascere né ebreo, né zingaro, né handicappato, non puoi però sapere come saranno i figli che ti nasceranno. Vabbè, un altro salto l’ho fatto un momento più tardi quando, sempre riferendo il discorso fatto all’infame, con voce mielosa mielata quasi miagolante ha aggiunto: “Tu vuoi fare la furba? Sì? E io ti faccio trasferire a Enna, che è un posto taaaaaanto tranquillo...” Ora, dire ti spacco la faccia, ti ammazzo, ti faccio questo e ti faccio quello è, a seconda dell’intensità della minaccia, roba da persona maleducata, o aggressiva, o violenta. Dire “ti faccio fare” è roba da mafioso: quello che ha superato la fase in cui ci si sporcano le mani e adesso è quello che manda e comanda. Degno ritratto di una persona che per insultare qualcuno lo chiama mongoloide. Oggi, 10 ottobre, è la giornata nazionale dedicata alle persone con sindrome di Down, di cui ho già avuto occasione di parlare qui, qui e qui. Ed è il giorno giusto per ricordare questo disgustoso episodio.



barbara


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sindrome di Down mongoloide mafia

permalink | inviato da ilblogdibarbara il 10/10/2010 alle 23:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
sfoglia     settembre        novembre
 
 




blog letto 5649975 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

siti
foto e filmati
blog
.
I MIEI POST
Israele, documenti e riflessioni
Comunicati HonestReportingItalia
islam
donne
addii
ricorrenze
cose di ebrei
i miei libri
cose mie
cose così
chicche
post speciali
sveglia!
in Israele
Somalia
La luna e il suo bardo


ilblogdibarbara@gmail.com 

Un proposito:
io vedo, io sento, io parlo.
 

 
Hadas Fogel, colona ebrea di mesi 3, giustiziata (sgozzata) a Itamar l'11 marzo 2011 dai combattenti per la libertà palestinesi





MEGLIO UN MURO OGGI
CHE UN ATTENTATO DOMANI

Ugo Volli

”Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei. E che cos’è l’antisionismo? È negare al popolo ebraico un diritto fondamentale che rivendichiamo giustamente per la gente dell’Africa e accordiamo senza riserve alle altre nazioni del globo. È una discriminazione nei confronti degli ebrei per il fatto che sono ebrei, amico mio. In poche parole, è antisemitismo… Lascia che le mie parole echeggino nel profondo della tua anima: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei, puoi starne certo.” M.L. King




Israele e il mondo arabo


Lo stato ebraico e il mondo islamico





Ruth Halimi – Émilie Frèche, 24 giorni La verità sulla morte di Ilan Halimi, Belforte
Trad. Barbara Mella, Elena Lattes, Marcello Hassan





Questo è Leone, e ha la bella età di tre ore


gatto sionista

Occhio alla piovra giudaica!









QUESTO BLOG È SIONISTA










... e invece niente

 Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11 


Non riuscirete a fermarci!










Anna Politkovskaja: non perdoniamo
e non dimentichiamo




Reduci dai campi di sterminio nazisti





giù le mani dalle donne








Make love, not peace!




Poesia pura



Locations of visitors to this page


        questa sono io


questa è una cosa che amo


     e questa è un'altra



Pillole di saggezza
Take it easy. But take it.

La miglior vendetta è la vendetta.


Sholem Aleichem
Cantico dei Cantici
ed. Belforte
traduzione di Sigrid Sohn e Barbara Mella


sessantenne d'assalto
   

CERCA