.
Annunci online

ilblogdibarbara
fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza


Diario


5 agosto 2009

DONI

Quella che state per leggere non sarà una normale recensione. Perché questo non è – non per me, almeno – un normale libro, bensì un tuffo nel passato: nel mio passato. La mia Somalia. La mia Mogadiscio. Con le mie strade, i miei negozi, i miei ristoranti, i miei mercati, LA MIA GENTE. Riprodotti tali e quali, negli anni in cui io percorrevo quelle strade, acquistavo in quei negozi, cenavo in quei ristoranti, mi aggiravo in quei mercati, incontravo QUELLA GENTE. Quelle donne fiere e bellissime, oppresse e tuttavia mai del tutto sottomesse, mutilate e pur così straripanti di vita. E l’aeroporto da cui ho detto addio per sempre a tutto questo. E quella luce, quella luce incandescente che ti abbaglia, che ti abbacina, e non sai più se ciò che stai vedendo è sogno o realtà, o magia; se sia opera di un umano o di qualche jinn malandrino.
Non ho mai incontrato, per le vie di Mogadiscio, nei passaggi sterrati o sui marciapiedi sconnessi, nei negozi ombrosi o nei mercati arroventati, nelle aule dell’università o sotto i portici di Bar?adda Yaasiin una donna di nome Duniya, ma ho incontrato tante, tante sue sorelle, tutte con lo stesso coraggio, la stessa forza, la stessa determinazione, la stessa capacità di piantare i propri occhi fino in fondo ai tuoi occhi e urlare dentro di te il loro muto ma immenso NO alla voragine di ingiustizia cui una cultura abbietta e una religione infame le hanno condannate. Voi che non le avete incontrate, voi che non le avete conosciute, venite a conoscerle qui. E ci troverete anche diverse interessanti osservazioni su varie questioni di politica estera e in particolare sulla politica degli aiuti al Terzo Mondo.
Unico appunto: la traduzione, fatta visibilmente da persona che non ha la minima conoscenza né della Somalia, né della sua cultura. Ma rispetto ai meriti del libro rimane un difetto tutto sommato sopportabile.

Nuruddin Farah, Doni, Frassinelli



barbara

sfoglia     luglio        settembre
 
 




blog letto 5915722 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

siti
foto e filmati
blog
.
I MIEI POST
Israele, documenti e riflessioni
Comunicati HonestReportingItalia
islam
donne
addii
ricorrenze
cose di ebrei
i miei libri
cose mie
cose così
chicche
post speciali
sveglia!
in Israele
Somalia
La luna e il suo bardo


ilblogdibarbara@gmail.com 

Un proposito:
io vedo, io sento, io parlo.
 

 
Hadas Fogel, colona ebrea di mesi 3, giustiziata (sgozzata) a Itamar l'11 marzo 2011 dai combattenti per la libertà palestinesi





MEGLIO UN MURO OGGI
CHE UN ATTENTATO DOMANI

Ugo Volli

”Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei. E che cos’è l’antisionismo? È negare al popolo ebraico un diritto fondamentale che rivendichiamo giustamente per la gente dell’Africa e accordiamo senza riserve alle altre nazioni del globo. È una discriminazione nei confronti degli ebrei per il fatto che sono ebrei, amico mio. In poche parole, è antisemitismo… Lascia che le mie parole echeggino nel profondo della tua anima: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei, puoi starne certo.” M.L. King




Israele e il mondo arabo


Lo stato ebraico e il mondo islamico





Ruth Halimi – Émilie Frèche, 24 giorni La verità sulla morte di Ilan Halimi, Belforte
Trad. Barbara Mella, Elena Lattes, Marcello Hassan





Questo è Leone, e ha la bella età di tre ore


gatto sionista

Occhio alla piovra giudaica!









QUESTO BLOG È SIONISTA










... e invece niente

 Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11 


Non riuscirete a fermarci!










Anna Politkovskaja: non perdoniamo
e non dimentichiamo




Reduci dai campi di sterminio nazisti





giù le mani dalle donne








Make love, not peace!




Poesia pura



Locations of visitors to this page


        questa sono io


questa è una cosa che amo


     e questa è un'altra



Pillole di saggezza
Take it easy. But take it.

La miglior vendetta è la vendetta.


Sholem Aleichem
Cantico dei Cantici
ed. Belforte
traduzione di Sigrid Sohn e Barbara Mella


sessantenne d'assalto
   

CERCA