.
Annunci online

ilblogdibarbara
fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza


Diario


2 aprile 2009

ATTONITI

Un po’ anche per tutti quei morti, certo, ma soprattutto, a quanto pare, per il sospetto, che qualcuno ha inspiegabilmente formulato, che Gheddafi possa avere una qualche responsabilità. Lamberto Dini, per esempio – quello che mentre gli israeliani, nel corso di una tregua proclamata unilateralmente e tenacemente mantenuta e osservata, stavano raccattando su da muri e marciapiedi i brandelli dei ragazzini della discoteca Dolphinarium li invitava energicamente a darsi una calmata – tende decisamente a escluderlo perché “lui c’era quando fu siglato il trattato Italia-Libia”, mica cazzi, e sa benissimo che “Gheddafi dà molta importanza al rapporto di amicizia privilegiata con l’Italia” - e chi mai potrebbe dubitarne, con tutte le prove che ne abbiamo avute? – e non dimentichiamo che “ha preso un impegno solenne”, e non vorremo mica insinuare che il nostro Gheddafi nei secoli fedele possa venir meno a un impegno solenne, preso oltretutto con un Dini che c’era, no? E anche Nicola Latorre ritiene che occorra “acquisire elementi più seri di quelli che abbiamo attualmente prima di dare giudizi politici”: eccerto! Aspettiamo di vedere il documento con firma autografa dell’amico felicemente sdoganato che ordina di mandare i barconi in mare, prima di permetterci di sospettare che lui abbia qualcosa a che fare con tutta la baracca, e come no! Un pelino più severo l’ineffabile Vittorio Sgarbi, quello che può vantarsi di avere “scelto di metterlo in soggezione” – e il povero Gheddafi che se la faceva sotto, dalla soggezione, ve lo ricordate? – vuole fargli sapere che “noi non ci facciamo prendere in giro” - e infatti quando mai ci siamo fatti prendere in giro da Gheddafi, noi! – ammonendo però che “Gheddafi non va demonizzato”. Insomma, per concludere, se sotto il naso di Gheddafi passano quotidianamente migliaia di persone che dalle sue coste si imbarcano per l’Italia, questo non significa mica che lui debba per forza accorgersene: mica sarà il padrone della Libia, da dover sapere tutto quello che succede lì, e che diamine!

barbara

sfoglia     marzo        maggio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

siti
foto e filmati
blog
.
I MIEI POST
Israele, documenti e riflessioni
Comunicati HonestReportingItalia
islam
donne
addii
ricorrenze
cose di ebrei
i miei libri
cose mie
cose così
chicche
post speciali
sveglia!
in Israele
Somalia
La luna e il suo bardo


ilblogdibarbara@gmail.com 

Un proposito:
io vedo, io sento, io parlo.
 

 
Hadas Fogel, colona ebrea di mesi 3, giustiziata (sgozzata) a Itamar l'11 marzo 2011 dai combattenti per la libertà palestinesi





MEGLIO UN MURO OGGI
CHE UN ATTENTATO DOMANI

Ugo Volli

”Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei. E che cos’è l’antisionismo? È negare al popolo ebraico un diritto fondamentale che rivendichiamo giustamente per la gente dell’Africa e accordiamo senza riserve alle altre nazioni del globo. È una discriminazione nei confronti degli ebrei per il fatto che sono ebrei, amico mio. In poche parole, è antisemitismo… Lascia che le mie parole echeggino nel profondo della tua anima: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei, puoi starne certo.” M.L. King




Israele e il mondo arabo


Lo stato ebraico e il mondo islamico





Ruth Halimi – Émilie Frèche, 24 giorni La verità sulla morte di Ilan Halimi, Belforte
Trad. Barbara Mella, Elena Lattes, Marcello Hassan





Questo è Leone, e ha la bella età di tre ore


gatto sionista

Occhio alla piovra giudaica!









QUESTO BLOG È SIONISTA










... e invece niente

 Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11 


Non riuscirete a fermarci!










Anna Politkovskaja: non perdoniamo
e non dimentichiamo




Reduci dai campi di sterminio nazisti





giù le mani dalle donne








Make love, not peace!




Poesia pura



Locations of visitors to this page


        questa sono io


questa è una cosa che amo


     e questa è un'altra



Pillole di saggezza
Take it easy. But take it.

La miglior vendetta è la vendetta.


Sholem Aleichem
Cantico dei Cantici
ed. Belforte
traduzione di Sigrid Sohn e Barbara Mella


sessantenne d'assalto
   

CERCA