.
Annunci online

ilblogdibarbara
fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza


Diario


19 settembre 2008

OPERAZIONE ODESSA

Niente a che vedere con il quasi omonimo romanzo: questo è un saggio, che del saggio ha la meticolosità, la documentazione, il rigore scientifico della ricerca, la profondità dell’analisi, ma non la pesantezza che non di rado caratterizza questo tipo di produzione. Un saggio con sorpresa: inizia con l’intenzione di studiare e documentare l’attiva complicità dell’Argentina di Juan Domingo ed Evita Perón con il nazismo e gli aiuti forniti a numerosissimi criminali nazisti dopo la guerra; per trovarne la documentazione mette le mani – con molta fatica e superando infiniti ostacoli – sugli archivi argentini dell’epoca, scopre che una gran parte dei documenti è stata scrupolosamente distrutta e quello che rimane è in pessime condizioni, ma quel poco che rimane è più che sufficiente a documentare, oltre a ciò che cercava, anche l’attiva complicità del Vaticano negli aiuti forniti ai criminali: documenti falsi, denaro, rifugi sicuri in attesa dell’imbarco, raccomandazioni per una onorevole sistemazione una volta giunti oltre oceano. Aiuti forniti non solo da personaggi da tempo noti che gravitavano intorno al Vaticano, come il filonazista monsignor Alois Hudal, ma anche dal papa in persona. E trova documentazione anche di qualcos’altro, se possibile ancora più sconvolgente: almeno per alcuni dei personaggi aiutati a sfuggire alla giustizia, il papa e gli altri provvidi soccorritori sapevano esattamente con chi avevano a che fare, sapevano esattamente di quali crimini si fossero macchiati (alcuni di loro erano scappati in Sudamerica diversi anni dopo la fine della guerra): non semplice e normale - e magari anche comprensibile – carità cristiana nei confronti di esseri umani che potevano anche avere commesso degli errori, dunque, bensì attiva e consapevole complicità con criminali personalmente responsabili dello sterminio di migliaia di persone.
Un libro che dovremmo davvero leggere tutti, per l’immensa mole di notizie che ci fornisce – e anche, non ultimo, per la gradevolezza della lettura.

Uki Goñi, Operazione Odessa, Garzanti



barbara

sfoglia     agosto        ottobre
 
 




blog letto 6368035 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

siti
foto e filmati
blog
.
I MIEI POST
Israele, documenti e riflessioni
Comunicati HonestReportingItalia
islam
donne
addii
ricorrenze
cose di ebrei
i miei libri
cose mie
cose così
chicche
post speciali
sveglia!
in Israele
Somalia
La luna e il suo bardo


ilblogdibarbara@gmail.com 

Un proposito:
io vedo, io sento, io parlo.
 

 
Hadas Fogel, colona ebrea di mesi 3, giustiziata (sgozzata) a Itamar l'11 marzo 2011 dai combattenti per la libertà palestinesi





MEGLIO UN MURO OGGI
CHE UN ATTENTATO DOMANI

Ugo Volli

”Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei. E che cos’è l’antisionismo? È negare al popolo ebraico un diritto fondamentale che rivendichiamo giustamente per la gente dell’Africa e accordiamo senza riserve alle altre nazioni del globo. È una discriminazione nei confronti degli ebrei per il fatto che sono ebrei, amico mio. In poche parole, è antisemitismo… Lascia che le mie parole echeggino nel profondo della tua anima: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei, puoi starne certo.” M.L. King




Israele e il mondo arabo


Lo stato ebraico e il mondo islamico





Ruth Halimi – Émilie Frèche, 24 giorni La verità sulla morte di Ilan Halimi, Belforte
Trad. Barbara Mella, Elena Lattes, Marcello Hassan





Questo è Leone, e ha la bella età di tre ore


gatto sionista

Occhio alla piovra giudaica!









QUESTO BLOG È SIONISTA










... e invece niente

 Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11 


Non riuscirete a fermarci!










Anna Politkovskaja: non perdoniamo
e non dimentichiamo




Reduci dai campi di sterminio nazisti





giù le mani dalle donne








Make love, not peace!




Poesia pura



Locations of visitors to this page


        questa sono io


questa è una cosa che amo


     e questa è un'altra



Pillole di saggezza
Take it easy. But take it.

La miglior vendetta è la vendetta.


Sholem Aleichem
Cantico dei Cantici
ed. Belforte
traduzione di Sigrid Sohn e Barbara Mella


sessantenne d'assalto
   

CERCA