.
Annunci online

ilblogdibarbara
fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza


Diario


18 settembre 2008

CAPUOZZO, ACCONTENTA QUESTO RAGAZZO

Il Capuozzo del titolo non è il Toni, straordinario giornalista, che conosciamo, bensì Pietro, suo padre, collaboratore di Giovanni Palatucci, al quale il libro è dedicato. E la richiesta qui rievocata è l’ultima pronunciata da Palatucci, già sul treno che lo stava deportando: stava chiedendo a Capuozzo di consegnare il biglietto che gli aveva lanciato, alla madre del ragazzo che stava vicino a lui: preoccupato per gli altri, prima che per se stesso, fino all’ultimo.
Bellissima ricostruzione della sua vita intera, da ragazzo del sud, figlio di gente modesta, alla laurea, all’ingresso in polizia, allo straordinario impegno in favore degli ebrei non appena le cose hanno cominciato a mettersi male per loro anche finanziando, spesso, di tasca propria le azioni intraprese per metterli in salvo – e si calcola che ne abbia salvati circa cinquemila. Unico – a mio avviso – difetto del libro, una smodata ammirazione per Pio XII e per il suo presunto grande aiuto agli ebrei perseguitati -- ma si sa, nessuno è perfetto. Aiuto reale, invece, è stato fornito dallo zio vescovo di Palatucci, anch’egli prodigatosi senza risparmio in soccorso degli sventurati in cerca di salvezza. Un bel libro, che in tono pacato fa emergere questa splendida figura, davvero eroica, di uomo, di funzionario, di persona che non ha mai anteposto alla propria coscienza né gli ordini ricevuti, né il proprio interesse, né, alla fine, la propria stessa vita. E troviamo anche, in questo libro, una lettera del ministero dell’interno allo zio, il vescovo Giuseppe Maria Palatucci, del 30 lu­glio 1952: «Da un accurato esame del fascicolo personale del defunto dott. Palatucci Giovanni (commissario aggiunto e non già vice questore) non si sono trovati elementi che com­provino l'attività del medesimo svolta in favore degli ebrei». Quindi, «in considerazione che mancano elementi per poter stabilire se e quale specifica attività il Palatucci abbia svolto in favore degli ebrei, non sembra il caso che il governo deb­ba promuovere un qualsiasi riconoscimento al di lui nome, salvo che il governo di Israele non dovesse farne richiesta uf­ficiale, in base alla quale questo ministero, se del caso, po­trebbe fare esperire le necessarie indagini per accertare la consistenza di quanto segnalato da S.E. il vescovo di Cam­pagna (Salerno)». Già, perché quello sprovvedutissimo e sconsiderato ragazzo aveva trascurato di aggiornare il governo di Mussolini - e magari anche i tede­schi - sugli ebrei che salvava, e di far mettere agli atti le azioni intraprese.
Io dico che fareste bene a leggerlo, e voi fareste bene ad ascoltarmi.

Angelo Picariello, Capuozzo accontenta questo ragazzo, San Paolo



barbara

sfoglia     agosto        ottobre
 
 




blog letto 6368095 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

siti
foto e filmati
blog
.
I MIEI POST
Israele, documenti e riflessioni
Comunicati HonestReportingItalia
islam
donne
addii
ricorrenze
cose di ebrei
i miei libri
cose mie
cose così
chicche
post speciali
sveglia!
in Israele
Somalia
La luna e il suo bardo


ilblogdibarbara@gmail.com 

Un proposito:
io vedo, io sento, io parlo.
 

 
Hadas Fogel, colona ebrea di mesi 3, giustiziata (sgozzata) a Itamar l'11 marzo 2011 dai combattenti per la libertà palestinesi





MEGLIO UN MURO OGGI
CHE UN ATTENTATO DOMANI

Ugo Volli

”Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei. E che cos’è l’antisionismo? È negare al popolo ebraico un diritto fondamentale che rivendichiamo giustamente per la gente dell’Africa e accordiamo senza riserve alle altre nazioni del globo. È una discriminazione nei confronti degli ebrei per il fatto che sono ebrei, amico mio. In poche parole, è antisemitismo… Lascia che le mie parole echeggino nel profondo della tua anima: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei, puoi starne certo.” M.L. King




Israele e il mondo arabo


Lo stato ebraico e il mondo islamico





Ruth Halimi – Émilie Frèche, 24 giorni La verità sulla morte di Ilan Halimi, Belforte
Trad. Barbara Mella, Elena Lattes, Marcello Hassan





Questo è Leone, e ha la bella età di tre ore


gatto sionista

Occhio alla piovra giudaica!









QUESTO BLOG È SIONISTA










... e invece niente

 Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11 


Non riuscirete a fermarci!










Anna Politkovskaja: non perdoniamo
e non dimentichiamo




Reduci dai campi di sterminio nazisti





giù le mani dalle donne








Make love, not peace!




Poesia pura



Locations of visitors to this page


        questa sono io


questa è una cosa che amo


     e questa è un'altra



Pillole di saggezza
Take it easy. But take it.

La miglior vendetta è la vendetta.


Sholem Aleichem
Cantico dei Cantici
ed. Belforte
traduzione di Sigrid Sohn e Barbara Mella


sessantenne d'assalto
   

CERCA