.
Annunci online

ilblogdibarbara
fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza


Diario


31 maggio 2008

IL DOPPIO GIOCO DELLE FORZE DI SICUREZZA PALESTINESI

Da quando esistono una Autorità Nazionale Palestinese e delle forze di sicurezza palestinesi è sempre stato così. E dunque, anche se l’articolo è di un po’ più di un anno fa, rimane sempre interamente valido e attuale.

A colloquio con il portavoce della "resistenza" palestinese

«Fra poco faremo vedere agli israeliani come useremo contro Israele i fucili mitragliatori che abbiamo ricevuto dall'Egitto, con il permesso di Israele, per la guardia palestinese del Presidente e per le forze di sicurezza», ha detto il portavoce del Comitato palestinese di
resistenza, Mohammed Abed el A'al, in un colloquio telefonico con "israel heute". Si riferiva alle 2000 armi che l'Egitto ha fornito ai palestinesi della Striscia di Gaza pochi giorni dopo l'incontro al vertice avvenuto in Gerusalemme tra Olmert e Abbas.

«Almeno un terzo dell'apparato delle forze di sicurezza palestinesi appartiene ai diversi gruppi di resistenza palestinesi», ha ammesso Abed el A'Al, che appartiene al governo di Hamas. «Israele rimarrà sorpreso: i nuovi fucili mitragliatori naturalmente non li useremo contro i nostri uomini. Le armi prenderanno invece la strada dei vari gruppi di resistenza e saranno dirette contro i nemici sionisti.» Il portavoce della resistenza dunque non ha fatto mistero su come verranno usate le armi nelle mani dei suoi uomini.

israel heute: In quali organizzazioni di sicurezza militano i cosiddetti combattenti della resistenza?
Abed el A'Alab: Abbiamo nostri membri in tutte le forze di sicurezza palestinesi, incluse quelle dalla guarda del presidente Mahmud Abbas. Tutti sono fedelmente sottoposti a Hamas o ad altri gruppi di resistenza. Noi veniamo continuamente informati su questioni di sicurezza segrete. Le armi ci vengono rilasciate gratuitamente o ci vengono vendute da ufficiali della sicurezza. Inoltre, i nostri membri sono tutto il giorno al servizio delle truppe di sicurezza palestinesi, e quindi tutte le volte che ne abbiamo bisogno, loro sono lì.

israel heute: Quanto è grande, secondo lei, il numero dei membri della resistenza nelle truppe palestinesi dell'Autonomia, a cui appartiene anche la polizia?
Abed el A'Alab: Almeno un terzo degli appartenenti agli organi di sicurezza palestinesi è membro della resistenza palestinese. In una di queste truppe si arriva perfino a più della metà. In quale truppa, non glielo dirò!

israel heute: Mantiene contatti personali con ufficiali di alto rango negli apparati di sicurezza che dovrebbero operare per mantenere ordine e sicurezza?
Abed el A'Alab: Un ufficiale delle guardia palestinese del Presidente è venuto da me e mi ha detto chiaramente che lui e i suoi uomini non vogliono avere niente a che fare con scontri sanguinosi con membri di Hamas. Al contrario, anche lui è contrario a una guerra civile, nonostante che sia membro di Fatah. Recentemente ci è arrivata l'informazione che Abbas avrebbe intenzione di eliminare dalla sua guardia presidenziale tutti i membri di Hamas. Noi siamo in grado di vanificare per tempo questa intenzione. Abbiamo convinto i nostri uomini nella guardia a mentire su questa faccenda, nel caso Mahmud Abbas dovesse richiedere un giuramento di fedeltà. L'importante è che restino nelle file.

israel heute: Il fine dunque giustifica i mezzi? Se si inganna Israele, si possono ingannare anche i membri del proprio popolo.
Abed el A'Alab: Sì! I nemici dei palestinesi non riusciranno a spingerci in una guerra civile, anche se potrebbe sembrare così. Siamo nella stessa barca e abbiamo un comune nemico: i sionisti! E qui vorrei ringraziare Israele che continua a concederci delle armi che alla fine noi useremo contro Israele. Come si può pensare che i fucili mitragliatori vengano usati per mantenere ordine e sicurezza a beneficio di Israele! Che sciocchezza! Noi combatteremo fino a che tutta la Palestina sarà liberata dai sionisti e Gerusalemme diventerà la capitale della
Palestina. (israel heute, febbraio 2007 - trad. www.ilvangelo.org)

Domanda: quelli che ci vengono a dire che con questa gente bisogna dialogare, le sanno queste cose? Risposta: sì, le sanno. Domanda: e gli è chiaro che dialogare con loro significa approvare e sostenere la distruzione di Israele? Risposta: sì, certo che gli è chiaro. Domanda: ma allora perché lo fanno? Risposta: mah, tu cosa dici? (E a proposito di dialogare, da’ un po’ un’occhiata qui)


barbara

sfoglia     aprile        giugno
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

siti
foto e filmati
blog
.
I MIEI POST
Israele, documenti e riflessioni
Comunicati HonestReportingItalia
islam
donne
addii
ricorrenze
cose di ebrei
i miei libri
cose mie
cose così
chicche
post speciali
sveglia!
in Israele
Somalia
La luna e il suo bardo


ilblogdibarbara@gmail.com 

Un proposito:
io vedo, io sento, io parlo.
 

 
Hadas Fogel, colona ebrea di mesi 3, giustiziata (sgozzata) a Itamar l'11 marzo 2011 dai combattenti per la libertà palestinesi





MEGLIO UN MURO OGGI
CHE UN ATTENTATO DOMANI

Ugo Volli

”Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei. E che cos’è l’antisionismo? È negare al popolo ebraico un diritto fondamentale che rivendichiamo giustamente per la gente dell’Africa e accordiamo senza riserve alle altre nazioni del globo. È una discriminazione nei confronti degli ebrei per il fatto che sono ebrei, amico mio. In poche parole, è antisemitismo… Lascia che le mie parole echeggino nel profondo della tua anima: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei, puoi starne certo.” M.L. King




Israele e il mondo arabo


Lo stato ebraico e il mondo islamico





Ruth Halimi – Émilie Frèche, 24 giorni La verità sulla morte di Ilan Halimi, Belforte
Trad. Barbara Mella, Elena Lattes, Marcello Hassan





Questo è Leone, e ha la bella età di tre ore


gatto sionista

Occhio alla piovra giudaica!









QUESTO BLOG È SIONISTA










... e invece niente

 Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11 


Non riuscirete a fermarci!










Anna Politkovskaja: non perdoniamo
e non dimentichiamo




Reduci dai campi di sterminio nazisti





giù le mani dalle donne








Make love, not peace!




Poesia pura



Locations of visitors to this page


        questa sono io


questa è una cosa che amo


     e questa è un'altra



Pillole di saggezza
Take it easy. But take it.

La miglior vendetta è la vendetta.


Sholem Aleichem
Cantico dei Cantici
ed. Belforte
traduzione di Sigrid Sohn e Barbara Mella


sessantenne d'assalto
   

CERCA