.
Annunci online

ilblogdibarbara
fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza


Diario


17 maggio 2008

MAMMA NON M’AMA

Purtroppo esistono mamme cattive. Mamme che non amano e non riescono a coltivare amore.
Nella mia esperienza professionale ne ho incontrate tante, troppe. E ho sentito, come è successo per gli altri li­bri, l'urgenza istintiva di penetrare l'ipocrisia e il buonismo che nascondono questi dolori.
So di entrare in un terreno infido, di avvicinarmi al tabù per eccellenza, quasi all'indicibile.
Ma il silenzio è
connivenza colpevole. Parlarne, tentare di capire, è importante, magari per evitare a molti di trascorrere il resto della vita alla ricerca dell'amore perduto, di una sempre sognata carezza nel cuore, di un affetto non tradito dal dubbio. Di qualcuno che ti ami come la mamma avrebbe dovuto.
Queste che racconto sono storie di madri che hanno perduto o compresso l'anima. Che hanno archiviato l'in­tuito e la potenza femminile per seguire l'orma di un pia­cere, di un interesse o di un mito ingannevole.
Nelle loro vite ci sono dolori, sogni infranti, obiettivi malintesi, feticci fabbricati dall'equivoco, solitudine. Sto­rie vere, che non richiedono giudizi inappellabili ma sug­geriscono l'ascolto. Ci si può entrare dentro, senza indi­gnarsi o emettere sentenze, con garbo e rispetto, animati dalla voglia di capire.
Nel dipanarsi di queste esistenze c'è la possibilità di intuire i rimedi al male che le segna, si intravede la map­pa di sofferenze della maternità maltrattata. È proprio questo che ho cercato di fare, scegliendo alcune tra le vi­cende di madri cattive che ho conosciuto: cogliere il senso - il momento, forse - che trasforma una mamma buona in una sbagliata.

Ed è esattamente questo che troviamo nel libro: non un indice puntato a giudicare e condannare la mamma-mostro, bensì un tentativo di capire che cosa porta una madre a trasformarsi da fonte di vita in fonte di sofferenza, e talora di morte. E lo fa con partecipazione, con passione, e con competenza. Nella prima parte presenta, analizzandola, la vasta casistica di madri inadeguate, che provocano sofferenza nei figli; nella seconda abbiamo modo di ascoltare la voce dei figli feriti da madri inadeguate, distratte, violente, egocentriche, narcisiste; nella terza viene esposta la legislazione relativa alle tematiche trattate. Vuole essere, questo libro, un aiuto per tutti noi: per noi parenti, amici, conoscenti, colleghi di lavoro, vicini di casa, un aiuto a cogliere i segni della tragedia in atto, i segni della catastrofe imminente affinché possiamo intervenire prima che la tragedia si compia anziché ritrovarci, sgomenti e inorriditi, a condannare dopo, quando tutto si è compiuto e nessun rimedio è più possibile.

Annamaria Bernardini De Pace, Mamma non m’ama, Sperling & Kupfer


barbara





 



 

sfoglia     aprile        giugno
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

siti
foto e filmati
blog
.
I MIEI POST
Israele, documenti e riflessioni
Comunicati HonestReportingItalia
islam
donne
addii
ricorrenze
cose di ebrei
i miei libri
cose mie
cose così
chicche
post speciali
sveglia!
in Israele
Somalia
La luna e il suo bardo


ilblogdibarbara@gmail.com 

Un proposito:
io vedo, io sento, io parlo.
 

 
Hadas Fogel, colona ebrea di mesi 3, giustiziata (sgozzata) a Itamar l'11 marzo 2011 dai combattenti per la libertà palestinesi





MEGLIO UN MURO OGGI
CHE UN ATTENTATO DOMANI

Ugo Volli

”Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei. E che cos’è l’antisionismo? È negare al popolo ebraico un diritto fondamentale che rivendichiamo giustamente per la gente dell’Africa e accordiamo senza riserve alle altre nazioni del globo. È una discriminazione nei confronti degli ebrei per il fatto che sono ebrei, amico mio. In poche parole, è antisemitismo… Lascia che le mie parole echeggino nel profondo della tua anima: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei, puoi starne certo.” M.L. King




Israele e il mondo arabo


Lo stato ebraico e il mondo islamico





Ruth Halimi – Émilie Frèche, 24 giorni La verità sulla morte di Ilan Halimi, Belforte
Trad. Barbara Mella, Elena Lattes, Marcello Hassan





Questo è Leone, e ha la bella età di tre ore


gatto sionista

Occhio alla piovra giudaica!









QUESTO BLOG È SIONISTA










... e invece niente

 Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11 


Non riuscirete a fermarci!










Anna Politkovskaja: non perdoniamo
e non dimentichiamo




Reduci dai campi di sterminio nazisti





giù le mani dalle donne








Make love, not peace!




Poesia pura



Locations of visitors to this page


        questa sono io


questa è una cosa che amo


     e questa è un'altra



Pillole di saggezza
Take it easy. But take it.

La miglior vendetta è la vendetta.


Sholem Aleichem
Cantico dei Cantici
ed. Belforte
traduzione di Sigrid Sohn e Barbara Mella


sessantenne d'assalto
   

CERCA