.
Annunci online

ilblogdibarbara
fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza


Diario


24 gennaio 2008

LUOGHI 5

Di Tel Aviv purtroppo non ho visto quasi niente, viste le condizioni in cui ci sono arrivata. Ho intravisto uno scorcio del centro Dizengoff, di sera, tutto sfolgorante di luci, con l’omino dell’albergo che mi ha accompagnata in macchina a cercare una farmacia. Mi ha chiesto se lo conoscevo, ho detto sì, attentato di Purim, ci siamo guardati e per un po’ non abbiamo parlato più.
Il giorno dopo sono uscita, nel primo pomeriggio, con le caviglie strette nelle cavigliere elastiche acquistate la sera prima, arrancando a una velocità media di un centinaio di metri ogni mezz’ora e sono andata al posto in cui, secondo l’opuscolo datomi dall’albergatore, doveva fermare l’autobus panoramico che fa il giro della città per circa un’ora e mezza: visto che non posso camminare, mi sono detta, che almeno veda qualcosa così. Ci sono arrivata all’ora in cui sarebbe dovuto partire dal capolinea, un paio di centinaia di metri più in là, ho aspettato quaranta minuti, poi mi sono rassegnata a rinunciare al giro panoramico di Tel Aviv. Così, sempre arrancando, ho raggiunto la spiaggia (e strada facendo ho fotografato l’arrivo dell’aereo che mi aveva portata lì il giorno prima)



e mi sono seduta nello spiazzo esterno di un bar, e mentre consumavo qualcosa che avrebbe dovuto rappresentare uno spuntino e si è invece rivelato un pasto da camionisti, ho contemplato le varie attività che si svolgevano sulla spiaggia,





concludendo la visione con un tramonto da togliere il respiro.



Ne ho avuto un’altra breve visione, di Tel Aviv, la sera dopo, quando ne ho attraversato un pezzo in taxi, per andare a Rehovot a trovare Deborah, e mi sono commossa fin quasi alle lacrime a pensare che meno di cento anni fa al posto di Tel Aviv c’era questo:


(è l’11 aprile 1909: queste persone si sono riunite nel luogo in cui è stato deciso che sorgerà la nuova città, che prenderà il nome di Tel Aviv)


(e poco dopo iniziò il lavoro di spianatura delle dune)
Poi, la mattina dopo, sono venute a prendermi Dana e Odelia, che mi hanno portata in giro a vedere un po’ i dintorni, prima di portarmi a Herzeliya, da cui è partito il resto del viaggio, che già conoscete.

barbara


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Israele Tel Aviv

permalink | inviato da ilblogdibarbara il 24/1/2008 alle 1:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
sfoglia     dicembre        febbraio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

siti
foto e filmati
blog
.
I MIEI POST
Israele, documenti e riflessioni
Comunicati HonestReportingItalia
islam
donne
addii
ricorrenze
cose di ebrei
i miei libri
cose mie
cose così
chicche
post speciali
sveglia!
in Israele
Somalia
La luna e il suo bardo


ilblogdibarbara@gmail.com 

Un proposito:
io vedo, io sento, io parlo.
 

 
Hadas Fogel, colona ebrea di mesi 3, giustiziata (sgozzata) a Itamar l'11 marzo 2011 dai combattenti per la libertà palestinesi





MEGLIO UN MURO OGGI
CHE UN ATTENTATO DOMANI

Ugo Volli

”Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei. E che cos’è l’antisionismo? È negare al popolo ebraico un diritto fondamentale che rivendichiamo giustamente per la gente dell’Africa e accordiamo senza riserve alle altre nazioni del globo. È una discriminazione nei confronti degli ebrei per il fatto che sono ebrei, amico mio. In poche parole, è antisemitismo… Lascia che le mie parole echeggino nel profondo della tua anima: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei, puoi starne certo.” M.L. King




Israele e il mondo arabo


Lo stato ebraico e il mondo islamico





Ruth Halimi – Émilie Frèche, 24 giorni La verità sulla morte di Ilan Halimi, Belforte
Trad. Barbara Mella, Elena Lattes, Marcello Hassan





Questo è Leone, e ha la bella età di tre ore


gatto sionista

Occhio alla piovra giudaica!









QUESTO BLOG È SIONISTA










... e invece niente

 Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11 


Non riuscirete a fermarci!










Anna Politkovskaja: non perdoniamo
e non dimentichiamo




Reduci dai campi di sterminio nazisti





giù le mani dalle donne








Make love, not peace!




Poesia pura



Locations of visitors to this page


        questa sono io


questa è una cosa che amo


     e questa è un'altra



Pillole di saggezza
Take it easy. But take it.

La miglior vendetta è la vendetta.


Sholem Aleichem
Cantico dei Cantici
ed. Belforte
traduzione di Sigrid Sohn e Barbara Mella


sessantenne d'assalto
   

CERCA