.
Annunci online

ilblogdibarbara
fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza


Diario


9 gennaio 2008

LUOGHI 2

Di Gerusalemme, nonostante l’azzoppamento, sono riuscita a vedere abbastanza, un po’ perché la mamma di Sharon ha trovato il tempo di portarmi, pazientemente, un po’ in giro, all’università Hadassah sul monte Scopus, nello spazio esterno di Yad Vashem, al mercato di Ben Yehuda, qualche giro nel quartiere residenziale; un po’ per un caso del tutto fortuito. È successo infatti che la domenica mattina, dovendo traslocare dalla casa dell’amica russa a quella di Sharon, si è dovuto prendere un taxi. I taxi in Israele, per chi non lo sapesse, costano poco, e ne è pieno dappertutto, quasi come di gatti. Quando ne serve uno, non si provvede a chiamarlo o ad andare a una stazione come qui, ma semplicemente si va in strada e se ne ferma uno, e raramente c’è da aspettare più di un minuto. E dunque è capitato che il tassista che abbiamo beccato era quello di Fiamma Nirenstein. Così poi ci è venuta l’idea di provare a chiedergli se non fosse per caso disponibile, nel pomeriggio, a portarmi in giro per qualche ora per farmi almeno vedere un po’ di cose significative. E lui lo era. Non solo era disponibile, ma si è rivelato anche proprietario di una conoscenza e competenza davvero non comuni: di Gerusalemme, è risultato, conosce la storia di ogni pietra, il che, unito a un traboccante entusiasmo e a uno sconfinato amore per la sua terra, ha reso quel pomeriggio davvero unico. Mi ha fatto fare il giro delle alture per mostrarmi il panorama da tutte le angolazioni, sempre spiegandomi quello che stavamo vedendo, mi ha portata a vedere le vetrate di Chagall alla sinagoga dell’ospedale di Hadassah, il mulino di Montefiore, la Knesset ecc.. Poi gli ho chiesto di parcheggiare da qualche parte per vedere almeno un po’ la città vecchia. E così mi sono attraversata a piedi tutto il Cardo, con lui che si fermava a ogni pozzetto per spiegarmi la storia dei diversi strati di Gerusalemme che vi si vedevano, mi ha fatta uscire passando per il quartiere armeno percorrendo il camminamento tra le due cerchie di mura, raccontandomi la storia di ogni pietra, e tutto con un entusiasmo, con un entusiasmo che per tre ore, giuro, non ho più sentito il dolore delle mie zampe massacrate (l’ho risentito poi la sera quando, andando al Tempio italiano, ad un certo momento non riuscivo più ad andare avanti, ma questa è un’altra storia). Certo, mi mancano miliardi di altre cose da vedere, ma il giorno dopo, salendo sullo sherut che doveva portarmi all’aeroporto, ho detto fanculo, tanto ci torno. segue









barbara


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Gerusalemme

permalink | inviato da ilblogdibarbara il 9/1/2008 alle 19:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (21) | Versione per la stampa
sfoglia     dicembre        febbraio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

siti
foto e filmati
blog
.
I MIEI POST
Israele, documenti e riflessioni
Comunicati HonestReportingItalia
islam
donne
addii
ricorrenze
cose di ebrei
i miei libri
cose mie
cose così
chicche
post speciali
sveglia!
in Israele
Somalia
La luna e il suo bardo


ilblogdibarbara@gmail.com 

Un proposito:
io vedo, io sento, io parlo.
 

 
Hadas Fogel, colona ebrea di mesi 3, giustiziata (sgozzata) a Itamar l'11 marzo 2011 dai combattenti per la libertà palestinesi





MEGLIO UN MURO OGGI
CHE UN ATTENTATO DOMANI

Ugo Volli

”Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei. E che cos’è l’antisionismo? È negare al popolo ebraico un diritto fondamentale che rivendichiamo giustamente per la gente dell’Africa e accordiamo senza riserve alle altre nazioni del globo. È una discriminazione nei confronti degli ebrei per il fatto che sono ebrei, amico mio. In poche parole, è antisemitismo… Lascia che le mie parole echeggino nel profondo della tua anima: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei, puoi starne certo.” M.L. King




Israele e il mondo arabo


Lo stato ebraico e il mondo islamico





Ruth Halimi – Émilie Frèche, 24 giorni La verità sulla morte di Ilan Halimi, Belforte
Trad. Barbara Mella, Elena Lattes, Marcello Hassan





Questo è Leone, e ha la bella età di tre ore


gatto sionista

Occhio alla piovra giudaica!









QUESTO BLOG È SIONISTA










... e invece niente

 Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11 


Non riuscirete a fermarci!










Anna Politkovskaja: non perdoniamo
e non dimentichiamo




Reduci dai campi di sterminio nazisti





giù le mani dalle donne








Make love, not peace!




Poesia pura



Locations of visitors to this page


        questa sono io


questa è una cosa che amo


     e questa è un'altra



Pillole di saggezza
Take it easy. But take it.

La miglior vendetta è la vendetta.


Sholem Aleichem
Cantico dei Cantici
ed. Belforte
traduzione di Sigrid Sohn e Barbara Mella


sessantenne d'assalto
   

CERCA