.
Annunci online

ilblogdibarbara
fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza


Diario


7 ottobre 2007

APPELLO URGENTE: UNA RAGAZZA GIOVANE IN ATTESA DELL'IMPICCAGIONE

Fakhte Samadi in attesa dell'impiccagione

Stamatina mi hanno contattato dall'Iran per segnalarmi un altro caso triste di una ragazza giovanissima che commise un omicidio ed oggi si trova in attesa dell'impiccagione. E' già in atto una grande mobilitazione per lei.

la storia: lei, Fakhte Samadi, si trasferisce dalla sua città nativa, dopo il divorzio dal marito, a Teheran per costituirsi una vita piu tranquilla e si fa assumere in uno studio dentistico come segretaria.
In questo nuovo lavoro, Fakhte conosce un uomo di 80 anni che le propone di andare a vivere a casa sua come badante. Quando lei si trasferisce a casa sua, dopo pochi giorni se ne accorge che il vecchietto ha intenzioni diversi da quelli proposti inizialmente. In diverse occasioni, il datore del lavoro le ha proposto di sposarlo. Lei sempre ha rifiutato, ma dopo l'ultima offerta viene rinchiusa in casa e sottoposta a varie pressioni e le viene tolta addiritura i medicinali che le servivano per calmare il suo stato nervoso e che ne assumeva tante.
In un tentativo di fuga, e in mancanza dei medicinali, lei affera un pezzo di ferro e colpisce la testa dell'uomo che muore subito. I familiari non hanno concesso il perdono e la magistratura dei mullah senza tener conto delle circostanze sanitarie e sociali e psicologiche ha condannato Fakhte Samadi a morte. Successivamente anche la Corte suprema dei mullah riconferma la condanna.
Recentemente il suo fascicolo è stato trasferito all'ufficio dell'esecuzione delle condanne dell'ufficio penale di Teheran. Fakhte Samadi è stata inserita nella lista di attesa per impiccagione.
Le persone che mi hanno segnalato il caso, mi hanno chiesto di lanciare sul piano internazionale e dell'opinione pubblica con la speranza che la magistratura iraniana, grazie alla mobilitazione internazionale conceda la revisione del caso di questa ragazza giovanissima che cercava una vita serena e tranquilla ma la sua poverta l'ha condotta in una direzione diversa da quella desiderata e amata.
Anticipatamente ringrazio e mi inclino di fronte a coloro che vorrebbero dare una mano a questa ragazza che vive in una situazione veramente disperata e pericolosa.
Per favore scrivete e telefonate e mandate fax all'ambasciata iraniana a Roma chiedendo di revisionare il caso della signorina Fakhte Samadi

cordiali saluti

karimi davood

tel:3387862297 (qui, dal sito Iran democratico)

Gli iraniani democratici esistono. Gli iraniani che amano la libertà e il rispetto dei diritti umani e della dignità umana esistono. Non abbandoniamoli alle mani dei carnefici. Non possiamo fare molto, ma quel poco che possiamo fare, facciamolo. Raccogliamo l’appello di Karimi, scriviamo all’ambasciata, diffondiamo questo appello alle nostre mailing list, pubblichiamolo nei nostri blog: quella poca voce che abbiamo, tiriamola fuori tutta.

barbara


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. appello Iran giustizia Fakhte Samadi

permalink | inviato da ilblogdibarbara il 7/10/2007 alle 22:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
sfoglia     settembre        novembre
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

siti
foto e filmati
blog
.
I MIEI POST
Israele, documenti e riflessioni
Comunicati HonestReportingItalia
islam
donne
addii
ricorrenze
cose di ebrei
i miei libri
cose mie
cose così
chicche
post speciali
sveglia!
in Israele
Somalia
La luna e il suo bardo


ilblogdibarbara@gmail.com 

Un proposito:
io vedo, io sento, io parlo.
 

 
Hadas Fogel, colona ebrea di mesi 3, giustiziata (sgozzata) a Itamar l'11 marzo 2011 dai combattenti per la libertà palestinesi





MEGLIO UN MURO OGGI
CHE UN ATTENTATO DOMANI

Ugo Volli

”Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei. E che cos’è l’antisionismo? È negare al popolo ebraico un diritto fondamentale che rivendichiamo giustamente per la gente dell’Africa e accordiamo senza riserve alle altre nazioni del globo. È una discriminazione nei confronti degli ebrei per il fatto che sono ebrei, amico mio. In poche parole, è antisemitismo… Lascia che le mie parole echeggino nel profondo della tua anima: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei, puoi starne certo.” M.L. King




Israele e il mondo arabo


Lo stato ebraico e il mondo islamico





Ruth Halimi – Émilie Frèche, 24 giorni La verità sulla morte di Ilan Halimi, Belforte
Trad. Barbara Mella, Elena Lattes, Marcello Hassan





Questo è Leone, e ha la bella età di tre ore


gatto sionista

Occhio alla piovra giudaica!









QUESTO BLOG È SIONISTA










... e invece niente

 Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11 


Non riuscirete a fermarci!










Anna Politkovskaja: non perdoniamo
e non dimentichiamo




Reduci dai campi di sterminio nazisti





giù le mani dalle donne








Make love, not peace!




Poesia pura



Locations of visitors to this page


        questa sono io


questa è una cosa che amo


     e questa è un'altra



Pillole di saggezza
Take it easy. But take it.

La miglior vendetta è la vendetta.


Sholem Aleichem
Cantico dei Cantici
ed. Belforte
traduzione di Sigrid Sohn e Barbara Mella


sessantenne d'assalto
   

CERCA