.
Annunci online

ilblogdibarbara
fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza


Diario


13 aprile 2007

PARAGONE AZZARDATO (??)

Ho trovato questa lettera nel forum di Magdi Allam, e siccome mi è piaciuta un gran bel po’, la propongo anche a voi. (Va da sé che se mi fosse piaciuta solo un piccolo bel po’, oppure un gran brutto po’, mai e poi mai mi sarei permessa di offrirvela)

Premesso che:
1) i medici di Emergency che operano in prima linea in tutto il mondo sono degli eroi;
2) le accuse rivolte, più o meno velatamente, dalle forze di sicurezza afgane ad Emergecy di essere “contigui” ai talebani mi sembrano ridicole, offensive e infondate;

volevo cercare di capire cosa può aver portato i servizi segreti governativi afgani ad arrestare il mediatore afgano di Gino Strada.

Immaginiamo che in Italia la mafia, colpita dagli arresti di molti latitanti eccellenti, scateni una nuova offensiva tipo quella dei primi anni novanta, con autobombe nelle piazze e nei musei, con uccisione di giudici, poliziotti e carabinieri nelle strade.
Questo magari in un momento di difficoltà economica e crisi politica, con un governo debole.

Un giorno un giornalista francese viene rapito a Corleone insieme a due suoi dipendenti italiani, giovani padri di famiglia. Uno di loro viene subito ucciso.
In cambio del rilascio degli altri rapiti la mafia chiede di rilasciare Provenzano e altri pericolosi detenuti, alcuni appena arrestati e responsabili di vari omicidi.

Come reagiremmo se il governo francese, facendo leva sulle debolezze del nostro paese, imponesse:

1) che le nostre forze di polizia rinuncino a cercare di liberare i prigionieri
2) che il negoziato sia tenuto non da italiani, ma da un gruppo di medici francesi di Medicins sans Frontiers, meritevole organizzazione umanitaria che da qualche anno opera nel mezzogiorno d’Italia

Tutto ciò mentre politici francesi propongono di invitare i mafiosi italiani ad una conferenza sulla lotta alla criminalità organizzata, e il parlamento francese si interroga se sia il caso o meno che la polizia francese continui a collaborare con quella italiana.

Poi i mafiosi sono liberati e il giornalista francese torna in patria mentre il secondo italiano (giovane padre di cinque figli) viene ucciso senza pietà.

Ecco, ora forse si capisce l’atteggiamento dei servizi di sicurezza afgani verso Emergency.

No, a me il paragone non appare troppo azzardato. Anzi, non mi appare azzardato proprio neanche un po’.

barbara




permalink | inviato da il 13/4/2007 alle 17:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (22) | Versione per la stampa
sfoglia     marzo        maggio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

siti
foto e filmati
blog
.
I MIEI POST
Israele, documenti e riflessioni
Comunicati HonestReportingItalia
islam
donne
addii
ricorrenze
cose di ebrei
i miei libri
cose mie
cose così
chicche
post speciali
sveglia!
in Israele
Somalia
La luna e il suo bardo


ilblogdibarbara@gmail.com 

Un proposito:
io vedo, io sento, io parlo.
 

 
Hadas Fogel, colona ebrea di mesi 3, giustiziata (sgozzata) a Itamar l'11 marzo 2011 dai combattenti per la libertà palestinesi





MEGLIO UN MURO OGGI
CHE UN ATTENTATO DOMANI

Ugo Volli

”Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei. E che cos’è l’antisionismo? È negare al popolo ebraico un diritto fondamentale che rivendichiamo giustamente per la gente dell’Africa e accordiamo senza riserve alle altre nazioni del globo. È una discriminazione nei confronti degli ebrei per il fatto che sono ebrei, amico mio. In poche parole, è antisemitismo… Lascia che le mie parole echeggino nel profondo della tua anima: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei, puoi starne certo.” M.L. King




Israele e il mondo arabo


Lo stato ebraico e il mondo islamico





Ruth Halimi – Émilie Frèche, 24 giorni La verità sulla morte di Ilan Halimi, Belforte
Trad. Barbara Mella, Elena Lattes, Marcello Hassan





Questo è Leone, e ha la bella età di tre ore


gatto sionista

Occhio alla piovra giudaica!









QUESTO BLOG È SIONISTA










... e invece niente

 Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11 


Non riuscirete a fermarci!










Anna Politkovskaja: non perdoniamo
e non dimentichiamo




Reduci dai campi di sterminio nazisti





giù le mani dalle donne








Make love, not peace!




Poesia pura



Locations of visitors to this page


        questa sono io


questa è una cosa che amo


     e questa è un'altra



Pillole di saggezza
Take it easy. But take it.

La miglior vendetta è la vendetta.


Sholem Aleichem
Cantico dei Cantici
ed. Belforte
traduzione di Sigrid Sohn e Barbara Mella


sessantenne d'assalto
   

CERCA