.
Annunci online

ilblogdibarbara
fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza


Diario


16 febbraio 2007

ARIEL TOAFF È RECIDIVO!

Aron Leoni mi ha cortesemente autorizzata a rendere pubblico questo suo messaggio all’Associazione Studio/Giudaismo, riguardante Ariel Toaff.

Caro Mauro

Vedo che vi occupate ampiamente del libro di A.T. Non ho ne ho ancora completato la lettura e mi astengo dall'esprimermi.
Vorrei segnalarti che questo Autore non è nuovo a dei "colpi" sensazionali di stile giornalistico e di grande effetto scandalistico.
Ti autorizzo a diffondere queste note tra i soci
Nel volume Mercati, mercanti, denaro nelle Marche, secoli XIV-XIX, edito dalla Deputazione di Storia Patria per le Marche nel 1982, Toaff ha pubblicato il lavoro L'Universitas Hebraeorum Portugallensium di Ancona. In questo articolo l'autore ha sostenuto la tesi di una presunta rivalità esistente, secondo lui, tra Ebrei Italiani e Portoghesi ed ha descritto i danni che una banca portoghese avrebbe procurato agli Ebrei della città esercitando una concorrenza sleale e distruttiva (sic!!!) contro le attività bancarie degli Ebrei Italiani (p.126). Viviana Bonazzoli ha chiaramente dimostrato che la banca degli Ebrei Portoghesi non entrò mai in funzione e quindi non poté proprio esercitare alcuna azione scorretta contro gli Italiani. Su questo punto fondamentale la tesi di Toaff era completamente infondata. Ovviamente è possibile che, in qualche caso, vi sia stata qualche incomprensione e antipatia tra i due gruppi. Tuttavia la Prof. Bonazzoli e poi Leoni hanno dimostrato che tra gli Ebrei Portoghesi e gli Italiani vi fu una ampia collaborazione finanziaria e commerciale. La venuta dei Portoghesi espanse e vitalizzò le attività bancarie e mercantili degli Ebrei Italiani e degli imprenditori cristiani.
Toaff ha sostenuto che i Portoghesi «avevano badato ai propri interessi senza curarsi dei danni che procurava(no) agli Ebrei della città.» L'autore ha suggerito che il banco aperto da Lustro di Samuel Teutonico e da Isac della Nocte sarebbe stato danneggiato dall'attività dei Portoghesi. Ho potuto accertare che in realtà la compagnia creata tra Lustro e Isac cessò la sua attività nel 1537: almeno 12 anni prima che i Portoghesi ottenessero la loro licenza bancaria. Isac de la Nocte aprì una apoteca nel centro di Ancona e fu tra i primi operatori economici che trattò i panni "ultrafini" delle Fiandre e le famose carisee inglesi. Alcuni mercanti Portoghesi quali Simone di Diogo (Pires), Emanuel Anriques (fratello del poeta Diogo Pires) e Sebastian Vas furono tra i suoi fornitori.
Contrariamente a quanto Toaff ha immaginato vi fu una cooperazione economica a vari livelli tra imprenditori Italiani (Ebrei e Cattolici) e portoghesi. Questo emerge sia dagli studi della Prof. Bonazzoli dell'Università di Urbino, che dai miei lavori.
Resto a completa disposizione per qualsiasi ulteriore informazione.
Cordialmente
Aron

Quindi, a quanto risulta da questo testo, l’attitudine del signor Ariel Toaff a pubblicare studi condotti alla pene di segugio non è cosa nuova.

barbara




permalink | inviato da il 16/2/2007 alle 12:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (18) | Versione per la stampa
sfoglia     gennaio        marzo
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

siti
foto e filmati
blog
.
I MIEI POST
Israele, documenti e riflessioni
Comunicati HonestReportingItalia
islam
donne
addii
ricorrenze
cose di ebrei
i miei libri
cose mie
cose così
chicche
post speciali
sveglia!
in Israele
Somalia
La luna e il suo bardo


ilblogdibarbara@gmail.com 

Un proposito:
io vedo, io sento, io parlo.
 

 
Hadas Fogel, colona ebrea di mesi 3, giustiziata (sgozzata) a Itamar l'11 marzo 2011 dai combattenti per la libertà palestinesi





MEGLIO UN MURO OGGI
CHE UN ATTENTATO DOMANI

Ugo Volli

”Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei. E che cos’è l’antisionismo? È negare al popolo ebraico un diritto fondamentale che rivendichiamo giustamente per la gente dell’Africa e accordiamo senza riserve alle altre nazioni del globo. È una discriminazione nei confronti degli ebrei per il fatto che sono ebrei, amico mio. In poche parole, è antisemitismo… Lascia che le mie parole echeggino nel profondo della tua anima: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei, puoi starne certo.” M.L. King




Israele e il mondo arabo


Lo stato ebraico e il mondo islamico





Ruth Halimi – Émilie Frèche, 24 giorni La verità sulla morte di Ilan Halimi, Belforte
Trad. Barbara Mella, Elena Lattes, Marcello Hassan





Questo è Leone, e ha la bella età di tre ore


gatto sionista

Occhio alla piovra giudaica!









QUESTO BLOG È SIONISTA










... e invece niente

 Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11 


Non riuscirete a fermarci!










Anna Politkovskaja: non perdoniamo
e non dimentichiamo




Reduci dai campi di sterminio nazisti





giù le mani dalle donne








Make love, not peace!




Poesia pura



Locations of visitors to this page


        questa sono io


questa è una cosa che amo


     e questa è un'altra



Pillole di saggezza
Take it easy. But take it.

La miglior vendetta è la vendetta.


Sholem Aleichem
Cantico dei Cantici
ed. Belforte
traduzione di Sigrid Sohn e Barbara Mella


sessantenne d'assalto
   

CERCA