.
Annunci online

ilblogdibarbara
fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza


Diario


30 ottobre 2006

LA LUNA E IL SUO BARDO – CAPITOLO 7

Ed eccoli dunque, ancora una volta, tutti a convegno, astri e pianeti, stelle e galassie, elfi e coboldi, ninfe e folletti, maghi e fate: tutti risposero all’appello. Tutti anelavano ad aiutare la luna di elul a ritrovare il suo amato menestrello. Ma nessuno, ahimè, nessuno era in grado di farlo: nessuno conosceva il segreto dei buchi neri, nessuno sapeva dove si trovassero, nessuno sapeva come penetrarvi e, soprattutto, come uscirne. E la disperazione cominciò a serpeggiare fra le volte celesti: chi avrebbe potuto trattenere la luna dal compiere un gesto disperato, se le si fosse dovuto comunicare che non vi erano speranze, che il menestrello non sarebbe mai più potuto tornare? Tale era il fervore della discussione, che non udirono il lieve zampettare e il sommesso grugnire che si avvicinava, fino a quando uno strano essere non fu in mezzo a loro: era un vecchio cinghiale, ma così vecchio, ma così vecchio da aver quasi perso le sue sembianze. I nobili convenuti si guardarono sconcertati: chi era costui? E come aveva fatto a raggiungerli? Il vecchissimo cinghiale ansimò un po’, poi cominciò a parlare: “Nobili convitati …” “Ma tu chi sei?” lo interruppe subito qualcuno. “Sono il guardiano della foresta della regina delle fate” rispose. “Perdonate il mio ardire. So che una così nobile assemblea non è posto per una creatura rozza come me, ma forse vi posso aiutare”. Subito tutti i presenti rizzarono le orecchie. Difficile dare credito a un vecchio arnese come quello che si era presentato in mezzo a loro, ma d’altra parte, chi avrebbe dato credito a quell’omettino che non troppo tempo prima era arrivato da chissà dove? Eppure era riuscito a compiere il miracolo di salvare la luna di elul ormai morente, e dunque si apprestarono ad ascoltarlo. “Come vedete sono molto vecchio – disse – molto più vecchio di tutti voi, e nella mia lunga vita ho visto e appreso molte cose. Io non conosco il segreto dei buchi neri, ma so chi lo conosce”. Trattennero il fiato: davvero, davvero si sarebbe riusciti a penetrare nel buco nero che nascondeva il menestrello? Davvero si sarebbe riusciti a liberarlo? Davvero avrebbero potuto ridonare il sorriso alla dolce luna di elul? “Avanti, parla dunque, non farci morire di ansia! Chi è che conosce il segreto dei buchi neri?” “La ninfa Crisolina”. Dopo un istante di sbigottito silenzio, un lungo “Ooooooohhhhhhhhh” di delusione percorse le arcate del firmamento: tutti sapevano che il corpo della ninfa Crisolina non esisteva più e che il suo spirito era imprigionato fra due pietre di una piramide senza poterne in alcun modo uscire; a che serviva dunque sapere che lei conosceva il segreto, se non poteva rivelarlo ad anima viva?

barbara




permalink | inviato da il 30/10/2006 alle 15:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa
sfoglia     settembre        novembre
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

siti
foto e filmati
blog
.
I MIEI POST
Israele, documenti e riflessioni
Comunicati HonestReportingItalia
islam
donne
addii
ricorrenze
cose di ebrei
i miei libri
cose mie
cose così
chicche
post speciali
sveglia!
in Israele
Somalia
La luna e il suo bardo


ilblogdibarbara@gmail.com 

Un proposito:
io vedo, io sento, io parlo.
 

 
Hadas Fogel, colona ebrea di mesi 3, giustiziata (sgozzata) a Itamar l'11 marzo 2011 dai combattenti per la libertà palestinesi





MEGLIO UN MURO OGGI
CHE UN ATTENTATO DOMANI

Ugo Volli

”Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei. E che cos’è l’antisionismo? È negare al popolo ebraico un diritto fondamentale che rivendichiamo giustamente per la gente dell’Africa e accordiamo senza riserve alle altre nazioni del globo. È una discriminazione nei confronti degli ebrei per il fatto che sono ebrei, amico mio. In poche parole, è antisemitismo… Lascia che le mie parole echeggino nel profondo della tua anima: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei, puoi starne certo.” M.L. King




Israele e il mondo arabo


Lo stato ebraico e il mondo islamico





Ruth Halimi – Émilie Frèche, 24 giorni La verità sulla morte di Ilan Halimi, Belforte
Trad. Barbara Mella, Elena Lattes, Marcello Hassan





Questo è Leone, e ha la bella età di tre ore


gatto sionista

Occhio alla piovra giudaica!









QUESTO BLOG È SIONISTA










... e invece niente

 Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11 


Non riuscirete a fermarci!










Anna Politkovskaja: non perdoniamo
e non dimentichiamo




Reduci dai campi di sterminio nazisti





giù le mani dalle donne








Make love, not peace!




Poesia pura



Locations of visitors to this page


        questa sono io


questa è una cosa che amo


     e questa è un'altra



Pillole di saggezza
Take it easy. But take it.

La miglior vendetta è la vendetta.


Sholem Aleichem
Cantico dei Cantici
ed. Belforte
traduzione di Sigrid Sohn e Barbara Mella


sessantenne d'assalto
   

CERCA