.
Annunci online

ilblogdibarbara
fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza


Diario


19 marzo 2006

RICORDO FLASH

Viaggio in Kenya, alla fine della prima missione in Somalia. Ci sono andata con una collega e un collega con la moglie e tre figli, un maschio di dieci anni e due femmine di rispettivamente quindici e ventuno anni. Avevamo scelto le cose da visitare, e l’agenzia aveva provveduto a prenotarci gli alberghi e ci aveva messo a disposizione un pullmino con l’autista-guida. Durante i tragitti l’autista illustrava, parlando ad alta voce per farsi sentire da tutti, ciò che stavamo vedendo e raccontava qualcosa delle varie culture locali, delle tradizioni, istituzioni ecc.; lui parlava in inglese e il collega traduceva per la moglie e i figli. Un giorno accade che nei due sedili più vicini a lui si siedono il collega maschio e il suo figlio maschio, e quel giorno cambia tutto: l’autista parla a voce bassissima, e il collega non traduce; è così che ho capito che i destinatari delle spiegazioni dell’autista non eravamo noi sette, bensì unicamente i due maschi. Dopo un po’ mi sono lamentata: «Non sento niente!» e il collega, in tono infastidito, ha replicato: «Sta parlando di cose personali». Non era vero: come ho appurato più tardi, stava spiegando quali studi aveva dovuto fare per accedere a quel lavoro e, come logico ampliamento del discorso, di come era organizzata la scuola in Kenya, e di queste cose sono rimasta, e probabilmente rimarrò per sempre, del tutto ignorante. In quel tragitto di diverse ore abbiamo attraversato, come sempre in Kenya, paesaggi diversi, ma non una sola parola di spiegazione è giunta a noi miserabili femmine. Alla fine di quel tragitto, furibonda, ho detto al collega: «Visto che con lui funziona così e che lui prende in considerazione unicamente te e tuo figlio, d’ora in poi fai il santo piacere di sederti sempre dietro». E il collega, maschio europeo con alto livello di istruzione e sterminata cultura nonché convinto di essere straordinariamente moderno per il fatto di farsi le canne insieme ai suoi studenti e di scoparsi le sue studentesse (e, all’occasione, anche quelle di sua moglie), mi ha trattata da donnetta isterica.









Sempre in tema di discriminazione, vi invito ad andare a leggere anche questo.


barbara




permalink | inviato da il 19/3/2006 alle 13:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (24) | Versione per la stampa
sfoglia     febbraio        aprile
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

siti
foto e filmati
blog
.
I MIEI POST
Israele, documenti e riflessioni
Comunicati HonestReportingItalia
islam
donne
addii
ricorrenze
cose di ebrei
i miei libri
cose mie
cose così
chicche
post speciali
sveglia!
in Israele
Somalia
La luna e il suo bardo


ilblogdibarbara@gmail.com 

Un proposito:
io vedo, io sento, io parlo.
 

 
Hadas Fogel, colona ebrea di mesi 3, giustiziata (sgozzata) a Itamar l'11 marzo 2011 dai combattenti per la libertà palestinesi





MEGLIO UN MURO OGGI
CHE UN ATTENTATO DOMANI

Ugo Volli

”Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei. E che cos’è l’antisionismo? È negare al popolo ebraico un diritto fondamentale che rivendichiamo giustamente per la gente dell’Africa e accordiamo senza riserve alle altre nazioni del globo. È una discriminazione nei confronti degli ebrei per il fatto che sono ebrei, amico mio. In poche parole, è antisemitismo… Lascia che le mie parole echeggino nel profondo della tua anima: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei, puoi starne certo.” M.L. King




Israele e il mondo arabo


Lo stato ebraico e il mondo islamico





Ruth Halimi – Émilie Frèche, 24 giorni La verità sulla morte di Ilan Halimi, Belforte
Trad. Barbara Mella, Elena Lattes, Marcello Hassan





Questo è Leone, e ha la bella età di tre ore


gatto sionista

Occhio alla piovra giudaica!









QUESTO BLOG È SIONISTA










... e invece niente

 Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11 


Non riuscirete a fermarci!










Anna Politkovskaja: non perdoniamo
e non dimentichiamo




Reduci dai campi di sterminio nazisti





giù le mani dalle donne








Make love, not peace!




Poesia pura



Locations of visitors to this page


        questa sono io


questa è una cosa che amo


     e questa è un'altra



Pillole di saggezza
Take it easy. But take it.

La miglior vendetta è la vendetta.


Sholem Aleichem
Cantico dei Cantici
ed. Belforte
traduzione di Sigrid Sohn e Barbara Mella


sessantenne d'assalto
   

CERCA