.
Annunci online

ilblogdibarbara
fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza


Diario


1 marzo 2006

SOLDI AL TERRORISMO? O YES!

L’Unione Europea, alla fine, ha deciso di soprassedere al fatto che ora l’Autorità Palestinese ha un governo esplicitamente terrorista, e di dargli ugualmente un po’ dei nostri soldi. Non direttamente in mano a loro però, è stato chiarito: i soldi serviranno unicamente a finanziare progetti onesti. Come la scuola, per esempio. Dove, coi nostri soldi, si studia quanto segue.

Il CMIP (Centro per il monitoraggio della dinamica della pace) è una organizzazione non governativa fondata a New York nel 1998 da André Marcus. [quelli che seguono sono estratti dai libri di testo palestinesi esaminati dal CMIP]
STUDENTI DI 7 ANNI
Inserisci la parola esatta:
Essi, egli, ella……. è il comandante delle forze islamiche per la conquista di Gerusalemme.
(la nostra lingua araba, classe 2, seconda parte, pag. 42)
Meditazione di “una poesia sulla Palestina” di Mahmoud Al Shalabi:
Per me, la promessa del martirio è la mia canzone.
Da Gerusalemme, costruirò la mia scala verso l’eternità.
(la nostra lingua araba, classe 2, seconda parte, pag. 51)
L’insegnante deve sviluppare un breve pensiero sulla Palestina, per esempio:
I cuori degli Arabi sono devoti alla Palestina; essi aspettano il giorno in cui saranno in grado di liberarla, di rigettare il ladro aggressore e ritornare a Gerusalemme.
(libro per insegnanti, la nostra lingua araba, classe 2, pag. 188)
STUDENTI DI 8 ANNI
Forma una frase contenente le seguenti parole.
Muore come un Martire, per difendere, nostro eroe, la Madrepatria.
(La nostra lingua araba, classe 3, prima parte, pp. 8-9)
Specifica gli obiettivi:
3.b. La liberazione di Gerusalemme e la sua protezione sono doveri sacri.
4. (Lo studente) deve sviluppare il suo amore per Gerusalemme e il suo desiderio di sacrificarsi per la sua liberazione.
(L’insegnante) deve porre le seguenti domande:
b. Chi occupa Gerusalemme oggi?
c. Qual è il nostro dovere verso Gerusalemme?
(Guida dell’insegnante, la nostra lingua araba, classe 3, pp. 130-131)
STUDENTI DI 9 ANNI
Tradimento e slealtà sono caratteristiche distintive degli Ebrei e bisogna stare attenti da loro.
(Educazione religiosa islamica, classe 4, pag. 87)
STUDENTI DI 10 ANNI
Mio figlio sa che la Palestina è la nostra Nazione e che questa terra è intrisa del sangue dei Martiri. - La cartina che è inclusa in questo paragrafo mostra, sotto il nome di Palestina, tutto il territorio di Israele
Ricorda che:
il risultato finale e inesorabile sarà la vittoria dei Musulmani sugli Ebrei
(La nostra lingua araba, classe 5, pp. 64-67)
Esercizi di grammatica
Analizza: abbiamo sacrificato martire dopo martire
(La nostra lingua araba classe 5, pag,74)
STUDENTI DI 11 ANNI
Scrivi ai tuoi amici sei righe nelle quali spieghi il supremo valore della Jihad per Allah.
(La nostra lingua araba, classe 6, prima parte, pag. 29)
Esercizio di grammatica
Trasforma al plurale:
Un martire è onorato da Allah: Due martiri sono onorati da Allah.
(La nostra lingua araba classe 6, prima parte, pag. 37)
Studia a memoria la poesia “Musulmani” di Youssouf Al-Kardaoui
Oh Musulmani, musulmani, musulmani, dove ci sono verità e giustizia, lì siamo noi
La morte ci piace e rifiutiamo di essere umiliati. Com’è dolce morire per Allah.
(Educazione Islamica, classe 6, pag. 151)
Obiettivi
4. (Lo studente) deve capire le cospirazioni degli Ebrei contro i Profeti di Allah.
5. L’insegnante deve incoraggiare l’indipendenza di pensiero, facendo domande del tipo:
Gesù ha chiesto agli Israeliti di abbracciare la religione di Allah ed essi hanno risposto chiamandolo bugiardo, attaccandolo. Cosa indica il loro comportamento?
(Guida dell’insegnante, Educazione Islamica, classe 6, pp. 111-112)
STUDENTI DI 12 ANNI
State attenti agli Ebrei che sono sleali e traditori.
(Educazione Islamica, classe 7, pag. 79)
Gli Ebrei hanno un atteggiamento ostile e ambiguo verso la nuova religione. Essi hanno rifiutato Maometto e lo hanno chiamato bugiardo; hanno combattuto la sua religione in ogni modo e con ogni mezzo e questa guerra perdura fino ad oggi. Essi cospirano con gli ipocriti e gli idolatri contro di lui e continuano a comportarsi così.
(Educazione Islamica, classe 7, pag. 125)
STUDENTI DI 13 ANNI
Il muro di Al-Buraq è il muro sud occidentale della moschea di Al-Aqsa, così come fu deciso dalla Lega delle Nazioni nel 1929. Gli Ebrei affermano che quel luogo è loro e lo chiamano “il muro del pianto”, ma non è vero.
(Testi di lettura e letterari, classe 8, pag. 103)
STUDENTI DI 14 ANNI
Tradimento e slealtà sono caratteri tipici degli Ebrei ed è per questo che bisogna stare attenti a loro.
(Educazione Islamica, classe 9, pp. 86-87)
Scrivi sul quaderno: In quale periodo la Penisola Arabica fu epurata dagli Ebrei e chi fu a suggerire il loro allontanamento
(Educazione Islamica, classe 9 pp. 107-109)
I Nuovi testi scolastici.
Nel Settembre del 2000 il Ministero dell’Educazione Palestinese pubblicò altri 14 nuovi libri di testo, per il primo livello (bambini di 11 anni). Questi sono i primi manuali completamente preparati dal Centro per lo Sviluppo dei Programmi scolastici Palestinesi, un’Agenzia del Ministero dell’Educazione Palestinese finanziato con sussidi stranieri (per la maggior parte Europei). Questi libri sono stati attentamente esaminati dal CMIP che ha redatto una relazione al riguardo nel Novembre 2000. I ricercatori del CMIP hanno rilevato “pochi cambiamenti” nei nuovi libri. [...] il cercare la distruzione di Israele è stato puramente spostato da esplicito a implicito. La geografia insegnata ai giovani palestinesi ignora ancora la parola “Israele” e la lista delle regioni palestinesi include città e villaggi situati nel cuore del territorio israeliano (Haifa, Beer-Sheva, Jaffa etc.), le mappe politiche che descrivono la “Palestina occupata” includono per intero il territorio di Israele. Inoltre il corso di arabo include la poesia sulla gloria del martirio: “prenderò la mia anima in mano e la getterò nell’abisso della morte”. E poi o vivrò una vita che piaccia ai miei amici, o morirò di una morte che faccia arrabbiare il mio nemico. L’anima di un uomo nobile ha due obiettivi: il ricevimento della morte e il raggiungimento degli scopi. Tenete presente che questo discorso è rivolto a bambini che hanno 11 anni.
Infine la relazione del CMIP richiama l’attenzione su una novità dei programmi scolastici: è richiesta la lettura del libro di Moustafà Al-Debaa intitolato “Il nostro Paese, la Palestina”. Scritto nel 1947 e ultimato nel 1965 è dedicato a “coloro che combattono per gettare il nemico fuori dalla nostra Nazione”. Il nuovo libro di testo per i bambini di 11 anni, "La nostra bella lingua", dedica tre pagine (110-112) a questo e invita i giovani lettori a meditare. Sul frontespizio del primo volume del “La Palestina, nostra Nazione” uno striscione dice che “non c’è alternativa alla distruzione di Israele”; nell’introduzione al secondo volume si legge: Forse Allah ha portato gli Ebrei nella nostra terra, la fine dei loro valori è stata qui, come è stato nelle loro guerre con Roma. Il libro di testo “La nostra bella lingua” include come attività di classe l’andare alla libreria cittadina a leggere questo libro.
L’insegnamento all’odio non è cambiato in concreto (traduzione dall’inglese di Ester Picciotto)

Questo è un ristrettissimo estratto (poco più del 10%) dall’ampio studio del CMIP sui libri di testo palestinesi finanziati coi soldi usciti dalle nostre tasche. E quando li avranno diligentemente studiati, ai giovani palestinesi non resterà che recarsi dai capi di Hamas e chiedere una cintura esplosiva.

barbara




permalink | inviato da il 1/3/2006 alle 23:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (91) | Versione per la stampa
sfoglia     febbraio        aprile
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

siti
foto e filmati
blog
.
I MIEI POST
Israele, documenti e riflessioni
Comunicati HonestReportingItalia
islam
donne
addii
ricorrenze
cose di ebrei
i miei libri
cose mie
cose così
chicche
post speciali
sveglia!
in Israele
Somalia
La luna e il suo bardo


ilblogdibarbara@gmail.com 

Un proposito:
io vedo, io sento, io parlo.
 

 
Hadas Fogel, colona ebrea di mesi 3, giustiziata (sgozzata) a Itamar l'11 marzo 2011 dai combattenti per la libertà palestinesi





MEGLIO UN MURO OGGI
CHE UN ATTENTATO DOMANI

Ugo Volli

”Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei. E che cos’è l’antisionismo? È negare al popolo ebraico un diritto fondamentale che rivendichiamo giustamente per la gente dell’Africa e accordiamo senza riserve alle altre nazioni del globo. È una discriminazione nei confronti degli ebrei per il fatto che sono ebrei, amico mio. In poche parole, è antisemitismo… Lascia che le mie parole echeggino nel profondo della tua anima: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei, puoi starne certo.” M.L. King




Israele e il mondo arabo


Lo stato ebraico e il mondo islamico





Ruth Halimi – Émilie Frèche, 24 giorni La verità sulla morte di Ilan Halimi, Belforte
Trad. Barbara Mella, Elena Lattes, Marcello Hassan





Questo è Leone, e ha la bella età di tre ore


gatto sionista

Occhio alla piovra giudaica!









QUESTO BLOG È SIONISTA










... e invece niente

 Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11 


Non riuscirete a fermarci!










Anna Politkovskaja: non perdoniamo
e non dimentichiamo




Reduci dai campi di sterminio nazisti





giù le mani dalle donne








Make love, not peace!




Poesia pura



Locations of visitors to this page


        questa sono io


questa è una cosa che amo


     e questa è un'altra



Pillole di saggezza
Take it easy. But take it.

La miglior vendetta è la vendetta.


Sholem Aleichem
Cantico dei Cantici
ed. Belforte
traduzione di Sigrid Sohn e Barbara Mella


sessantenne d'assalto
   

CERCA