.
Annunci online

ilblogdibarbara
fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza


Diario


17 febbraio 2006

STUPRO GRATIS. O QUASI

O yes: se stupri la figliastra di 14 anni e lei non è vergine puoi cavartela con poco. Così ha sentenziato la Terza sezione penale della Cassazione, accogliendo il ricorso dello stupratore. I danni sono più lievi, hanno stabilito i dotti signori. Perché in questo caso la personalità della vittima, «dal punto di vista sessuale, è molto più sviluppata di quanto ci si può normalmente aspettare da una ragazza della sua età». La minorenne in questione, poi, è vissuta in un ambiente socialmente degradato e in tal caso – chi non lo capirebbe? – essere stuprate non è poi la fine del mondo. Come bere un bicchier d’acqua, praticamente. Mi viene da pensare alla mia amica A., stuprata a 11 anni da un amico di famiglia (l’aveva portata nel bosco con la scusa di andare a funghi. E mentre si tirava su i pantaloni ha trillato giulivo: «Guarda che bel fungo! Questo lo porto alla mia bambina, chissà come sarà contenta!»). Ecco, ad averlo saputo, qualcuno se la sarebbe potuta tranquillamente fare a dodici anni, certo di poter godere di un bel po’ di attenuanti. Tanto lei, ormai, dal punto di vista sessuale era molto più sviluppata di quanto ci si potrebbe normalmente aspettare da una bambina di seconda media. Non si osa poi immaginare cosa potrebbe accadere se la ragazzina stuprata, oltre a non essere vergine, indossasse per giunta un paio di jeans (a proposito: a pronunciare la famosa sentenza in base alla quale se la ragazza indossa i jeans non c’è stupro, era stata la Terza sezione penale della Cassazione: la stessa dell’immonda sentenza di oggi: non ci sarà per caso del marcio lì dentro?). Potrebbe apparire scontato, a questo punto, scagliarsi contro l’insensibilità maschile. Ritengo tuttavia doveroso ricordare il giudice donna che alcuni anni fa in Canada ha emesso l’oscena sentenza di condanna a UNDICI MESI nei confronti di un arabo che aveva sodomizzato la figliastra di nove anni, con la motivazione (non sono riuscita a trovarla in internet, ma posso citarla a memoria con assoluta precisione, tanto mi è rimasta scolpita nella memoria) che «in tal modo ha preservato la verginità della bambina, ritenuta particolarmente importante nella sua cultura». E non credo servano ulteriori commenti.

barbara

Aggiornamento, grazie al coon: Il collegio che ha emesso questo verdetto è stato presieduto da Umberto Papadia, il consigliere relatore è stato Franco Mancini, gli altri togati sono Amedeo Postiglione, Mario Gentile e Giovanni Amoroso.
Aggiornamento 2: altre sentenze ricordate dal Corriere. Agosto 1997: il capufficio aveva dimostrato (?) di essere innamorato, quindi le sue non si possono configurare come molestie. Aprile 1999, la stuprata era incinta di sette mesi: riconosciute le attenuanti (forse perché non ha rischiato di metterla incinta?). Luglio 2000: la stuprata, con problemi psichici, non ha fatto alcuna resistenza, quindi non è stato stupro.




permalink | inviato da il 17/2/2006 alle 21:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (28) | Versione per la stampa
sfoglia     gennaio        marzo
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

siti
foto e filmati
blog
.
I MIEI POST
Israele, documenti e riflessioni
Comunicati HonestReportingItalia
islam
donne
addii
ricorrenze
cose di ebrei
i miei libri
cose mie
cose così
chicche
post speciali
sveglia!
in Israele
Somalia
La luna e il suo bardo


ilblogdibarbara@gmail.com 

Un proposito:
io vedo, io sento, io parlo.
 

 
Hadas Fogel, colona ebrea di mesi 3, giustiziata (sgozzata) a Itamar l'11 marzo 2011 dai combattenti per la libertà palestinesi





MEGLIO UN MURO OGGI
CHE UN ATTENTATO DOMANI

Ugo Volli

”Tu dichiari, amico mio, di non odiare gli ebrei, di essere semplicemente ‘antisionista’. E io dico: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei. E che cos’è l’antisionismo? È negare al popolo ebraico un diritto fondamentale che rivendichiamo giustamente per la gente dell’Africa e accordiamo senza riserve alle altre nazioni del globo. È una discriminazione nei confronti degli ebrei per il fatto che sono ebrei, amico mio. In poche parole, è antisemitismo… Lascia che le mie parole echeggino nel profondo della tua anima: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei, puoi starne certo.” M.L. King




Israele e il mondo arabo


Lo stato ebraico e il mondo islamico





Ruth Halimi – Émilie Frèche, 24 giorni La verità sulla morte di Ilan Halimi, Belforte
Trad. Barbara Mella, Elena Lattes, Marcello Hassan





Questo è Leone, e ha la bella età di tre ore


gatto sionista

Occhio alla piovra giudaica!









QUESTO BLOG È SIONISTA










... e invece niente

 Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11 


Non riuscirete a fermarci!










Anna Politkovskaja: non perdoniamo
e non dimentichiamo




Reduci dai campi di sterminio nazisti





giù le mani dalle donne








Make love, not peace!




Poesia pura



Locations of visitors to this page


        questa sono io


questa è una cosa che amo


     e questa è un'altra



Pillole di saggezza
Take it easy. But take it.

La miglior vendetta è la vendetta.


Sholem Aleichem
Cantico dei Cantici
ed. Belforte
traduzione di Sigrid Sohn e Barbara Mella


sessantenne d'assalto
   

CERCA